Pordenone notizie: il killer dei fidanzati e' un professionista

PORDENONE ore 21:10:00 del 14/04/2015 - Categoria: Cronaca - Pordenone

Pordenone notizie: il killer dei fidanzati e' un professionista

Pordenone notizie: il killer dei fidanzati e' un professionista. Ancora nessun nome, nessuna identita’

Nonostante siano state analizzate tutte le immagini delle telecamere della zona e siano stati ascoltati come testimoni oltre 200 persone, il delitto dei due fidanzati di Pordenone, Teresa Costanza e Trifone Ragone, continua a rimanere oscuro per gli inquirenti. A questo punto si fa sempre più largo l'ipotesi di un delitto preparato con cura e fin nei minimi dettagli per evitare ogni pericolo e soprattutto per garantirsi una via di fuga agevole e senza possibilità di essere scoperti in seguito.

Secondo le analisi di tutti i fotogrammi e di tutte le auto che sono passate dalla zona, infatti, gli inquirenti pensano che il killer sia fuggito attraverso l'unica strada sprovvista di telecamere di sorveglianza. Si tratta di una strada interna meno agevole dal punto di vista della viabilità per sensi unici e strade strette, ma sicuramente più facile per sfuggire alle telecamere. Non è escluso completamente che il tutto sia avvenuto in Maniera casuale, ma il forte sospetto è che il killer abbia studiato per bene l'itinerario. Non è da sottovalutare infatti anche la circostanza che il delitto sia avvenuto in un parcheggio semioscuro, con molti nascondigli e la videosorveglianza puntata sul marciapiede e non nell’area pubblica.

Se chi ha commesso l'omicidio era un esperto che ha studiato la zona, le telecamere presenti, gli eventuali nascondigli e le vie di fuga creando un delitto perfetto, ora agli inquirenti non resta che analizzare i giorni precedenti al delitto. Per questo ora si sta cercando di ricostruire passo dopo passo tutti gli spostamenti dei due fidanzati, ma si sta anche scavando nella loro vita privata per cercare di avere ameno un movente dell'omicidio. Da chiarire anche chi fosse il vero obiettivo dei killer, se uno dei due fidanzati o entrambi. I carabinieri continuano a sentire delle persone informate sui fatti, in particolare amici della coppia e colleghi di Trifone, ma il fascicolo sul duplice omicidio di Pordenone resta ancora a carico di ignoti.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Piacenza: scuola VIETA i cellulari e MIGLIORARE l'attenzione alle lezioni. VIDEO
Piacenza: scuola VIETA i cellulari e MIGLIORARE l'attenzione alle lezioni. VIDEO

-

L'istituto San Benedetto a Piacenza con un sistema impedisce l'uso del telefonino, incluso durante la ricreazione
«Seppur consapevoli della grande utilità dei cellulari, crediamo che il loro...

1 milione di firme per abolire l'allevamento in gabbia
1 milione di firme per abolire l'allevamento in gabbia

-

Stop all’uso delle gabbie negli allevamenti. Oggi è stata presentata alla Camera dei Deputati l'iniziativa “End the Cage Age”, che accosta la campagna europea per chiedere l’abolizione definitiva dell’uso delle gabbie negli allevamenti degli animali.
Stop all’uso delle gabbie negli allevamenti. Oggi è stata presentata alla Camera...

Ponte Morandi: altro che nazionalizzazione! Ecco l'emendamento PRO BENETTON
Ponte Morandi: altro che nazionalizzazione! Ecco l'emendamento PRO BENETTON

-

A due mesi dal tragico crollo del Ponte Morandi, l’unica certezza è che Autostrade per l’Italia non sarà nazionalizzata
A due mesi dal tragico crollo del Ponte Morandi, l’unica certezza è che...

Operato bimbo in utero: nuovo PRIMATO italiano. Ecco dove
Operato bimbo in utero: nuovo PRIMATO italiano. Ecco dove

-

Al San Raffaele di Milano la prima spina bifida corretta in utero
Un’operazione da primato quella effettuata al San Raffaele di Milano, dove...

Lodi: 60mila euro per i bimbi immigrati...e i BIMBI ITALIANI???
Lodi: 60mila euro per i bimbi immigrati...e i BIMBI ITALIANI???

-

Lodi, mensa vietata ai figli degli immigrati: polemiche e contraddizioni
Lodi, mensa vietata ai figli degli immigrati: polemiche e contraddizioni A Lodi...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati