Politici attaccano il Codice Antimafia. E se la attaccano loro....VUOL DIRE CHE E' GIUSTA!

(Torino)ore 22:26:00 del 04/10/2017 - Categoria: , Denunce, Nuove Leggi, Politica

Politici attaccano il Codice Antimafia. E se la attaccano loro....VUOL DIRE CHE E' GIUSTA!

“Palesemente anticostituzionale“, pronto per essere “giudicato negativamente” dalla Consulta e dai giudici europei, negativo per il diritto perché “equipara l’attività degli imprenditori a quella dei delinquenti”, addirittura una “bestialità” che A 48 ore

E' una legge giusta , ed è l'esatto contrario di quello che asserisce il presidente di Confindustria. I reati contro la pubblica amministrazione vanno severemante puniti perchè la Pubblica Amministraziione è un bene collettivo che paga la gente con le tasse, anche quella più povera. Io lo applicherei anche in reati fra imprenditori privati. Una legge del genere esalta e seleziona quegli imprenditori onesti che basano il loro successo sulla qualità del servizio offerto alla collettività, e punendo severamente chi, con comportamenti antisociali, con la cultura dell' "appropriazione" si dicono "imprenditori" ma altro non sono, per citare Marco Travaglio "prenditori". Ottimo PD.

Finalmente una legge che si incanala nella direzione giusta, non è il top, ma almeno si dimostra al cittadino che c'è volontà di fare, da migliorare molto, ma siamo appena all'inizio. Ma chi crede di essere Confindustria? Molto presto tornerà al banco della trattativa come un tempo in cui governo era al di fuori delle parti e il P.D.R firmava i contratti di lavoro con ambedue i contendenti, mondo del lavoro-confindustria. Sono anni che godono di tutto in Italia, si sono arricchiti portandoci via risorse. Ben venga questa legge.

Gli imprenditori,tanti(troppi..) dei quali autentici squali,non ci stanno..Povere innocenti(?)creature...Cosa c'è di sbagliato nell'equiparare questi traffichini che frodano ed evadono il fisco di continuo, con i delinquenti?Stessa pasta,stessa risma..La categoria degli industriali è piena zeppa di evasori(non tutti è chiaro) e qualcuno storce pure la bocca?Non è un incallito delinquente chi in modo truffaldino e malandrino succhia il sangue alla pubblica amministrazione(cioè a noi comuni mortali )?Fanno quadrato queste sanguisughe e tremano sapendo bene quanti scheletri appesi ci siano nei loro tetri armadi....

Confiscare tutto e subito. Ti fermano con la macchina, magari una mercedes. si collegano al data base dei redditi dichiarati e vedono reddito zero o quasi. sequestro immediato del mezzo e se entro 15 giorni non dimostri di averlo acquistato con redditi legalmente acquisiti, si CONFISCA. Quando. qualche anno fa, vennero pubblicati i redditi dei cittadini, per curiosità sono andato a sbirciare quelli dichiarati da vari imPRENDITORI, tutti o quasi, dichiaravano meno di un impiegato o operaio.

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
I PESTICIDI FANNO PARTE DI TE! ECCO QUANTI NE INGERISCI OGNI GIORNO
I PESTICIDI FANNO PARTE DI TE! ECCO QUANTI NE INGERISCI OGNI GIORNO
(Torino)
-

Quanti pesticidi ci sono nel cibo che mangiamo? La famiglia D. ha deciso di scoprirlo.
Inizia così il video della seconda puntata de I pesticidi dentro di noi, una...

Quello che le TV non ti hanno detto sul PRINCIPE HARRY E LA FIDANZATA
Quello che le TV non ti hanno detto sul PRINCIPE HARRY E LA FIDANZATA
(Torino)
-

Il principe inglese Harry Windsor si sposa. Sì, l'altro figlio di Carlo principe di Galles e Diana, quello rosso di capelli.....
Il principe inglese Harry Windsor si sposa. Sì, l'altro figlio di Carlo principe...


(Torino)
-


E' curioso lo slancio umanitario che ha colto d'improvviso la Sinistra italiana...


(Torino)
-


La nuova rete 5G (5a generazione) è da poco diventata realtà, l'azienda di...

GOVERNO: NUOVA STANGATA SULLE PMI
GOVERNO: NUOVA STANGATA SULLE PMI
(Torino)
-

In arrivo un balzello da mezzo miliardo di euro sulle Pmi. Gli imprenditori: “Il governo ha dimenticato le aziende”
Un’altra stangata sulle piccole e medie imprese. Il governo si accanisce ancora...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati