Piu' c'e' CRISI piu' GUADAGNANO: i numeri delle FAMIGLIE RICCHE

(Bologna)ore 22:33:00 del 07/10/2018 - Categoria: , Denunce, Economia

Piu' c'e' CRISI piu' GUADAGNANO: i numeri delle FAMIGLIE RICCHE

Le famiglie più ricche cavalcano l’onda e raddoppiano i guadagni

Che tempi inebrianti per i clan delle famiglie più ricche del mondo! Secondo UBS Group A G e Campden Wealth, lo scorso anno le grandi aziende di famiglia hanno realizzato rendimenti medi del 15,5%, + 7% rispetto al 2016 e + 0,3% rispetto all’anno precedente.

Quelle che gestiscono titoli in Asia stanno ancora meglio, con un rendimento del 16,4% nel 2017, alimentato dai mercati azionari in ascesa e dai titoli privati.

I Cinque Biggest Portfolio. Le Grandi imprese di famiglia del Nordamerica detengono più di un quarto delle loro attività in titoli azionari.

Questo è il quinto sondaggio annuale di UBS e Campden, che fornisce indicazioni sul mondo discreto degli affari delle grandi famiglie, quelle che gestiscono fortune, affari fiscali e spesso mostrano anche qual è lo stile di vita dei ricchi.

Mentre la famiglia dei Rockefeller fu una tra le prime a trovare questa strada nel 1800 e presto le famiglie europee la seguirono, in questo secolo le grandi famiglie hanno proliferato, in parte per effetto del boom dei miliardari della tecnologia.

Il co-fondatore della Microsoft Corp., Paul Allen, nel 2003 creò Vulcan Capital. Pochi anni dopo, il presidente della Alphabet Inc., Sergey Brin, diede il via a Bayshore Global Management, e l’ex CEO di Google, Eric Schmidt, ha fondato  la Hillspire.

L’impresa di Brin – Los Altos – con sede in California, ha assunto ex-banchieri, esperti di filantropia e un ex della Navy SEAL per la sicurezza, mentre l’azienda della famiglia di  Schmidt, da Palo Alto, controlla una quota del 20% dell’hedge fund “D.E. Shaw & Co”.

Solo queste tre famiglie, messe insieme, secondo il Bloomberg Billionaires Index, hanno una fortuna che tocca quasi 100 miliardi di dollari.

Il ritmo di crescita delle nuove imprese delle grandi famiglie ha subito un’accelerazione soprattutto nell’ultimo decennio, spinto dall’aumento della ricchezza in Asia, tanto che UBS ha stimato che in Cina ogni due giorni c’è un nuovo miliardario.

In Asia ora vive un quarto delle persone incluse nella classifica di Bloomberg delle 500 persone più ricche del mondo, seconda solo al Nord America.

Delle 311 grandi imprese di famiglia che hanno risposto all’ultimo sondaggio, il 37% ha creato la sua fortuna dopo il 2010.

Il patrimonio medio degli intervistati è di $ 808 milioni di dollari ed il valore medio delle loro famiglie è di $ 1,1 miliardi. Poco più di 1 su 5 ha dichiarato di avere due imprese di famiglia, mentre altri ne hanno ben cinque.

Millennium Boom. Più della metà delle famiglie intervistate si sono arricchite in questo secolo.

“E’ presto per definirlo un “trend” e serve continuare il monitoraggio”, ha dichiarato Sara Ferrari, responsabile del family office globale di UBS.

”Le grandi imprese di famiglia USA con più di una sede tendono ad aprire un’altra impresa nel paese, ed è quasi la stessa cosa in l’Europa. Ma nei mercati emergenti e in Asia le famiglie tendono a diversificarsi maggiormente a livello regionale”.

Probabilmente le imprese delle grandi famiglie sono più di 5.000 in tutto il mondo, ha affermato Rebecca Gooch, research director della Campden.

Tre quarti delle aziende che hanno partecipato al loro ultimo sondaggio gestiscono la ricchezza di una sola famiglia.

Headquarters Breakdown. family office stanno cercando maggiori rischi nelle attività più illiquide che possono far aumentare maggiormente i rendimenti.

Stanno anche adottando un approccio più pragmatico per i loro investimenti, riflettendo un trend globale nel fare affari.

Secondo UBS e Campden, il private equity diretto rappresenta il 14% dei portafogli delle grandi famiglie, cioè il doppio del livello messo in portafoglio dai pacchetti dei fondi.

UBS, il più grande gestore di patrimoni al mondo, vede nelle famiglie che dispongono di più di 150 milioni di dollari i “candidati ideali” per creare un family office.

Alla fine del 2017, la banca gestiva 120 miliardi di franchi svizzeri (125 miliardi di dollari) per mezzo del suo programma di family office

Da: QUI

Autore: Samuele

Notizie di oggi
Palermo: se paghi la tassa sui rifiuti viaggi gratis
Palermo: se paghi la tassa sui rifiuti viaggi gratis
(Bologna)
-

Paghi la tassa sulla spazzatura? Hai diritto a viaggiare gratis sui mezzi cittadini
VIAGGI GRATIS SE PAGHI L'IMMONDIZIA - "Uno dei problemi più gravi che assillano...

Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
(Bologna)
-

Stime macroeconomiche della Commissione europea negative per l'Italia su pil, deficit e debito pubblico. La nostra economia non cresce e non riusciamo a risanare i conti pubblici, che peggiorano in maniera allarmante.
CRESCITA ZERO, ITALIA ULTIMA NELLA UE - Siamo quasi alla fine dell’anno ed è...

Tassa sulla plastica: regioni e prodotti piu' colpiti
Tassa sulla plastica: regioni e prodotti piu' colpiti
(Bologna)
-

La plastic tax sarà un vero e e proprio colpo per molte industrie del settore e a rimetterci saranno in particolare alcune regioni italiane.
TASSA SULLA PLASTICA, REGIONI E PRODOTTI PIU' COLPITI - Quali sono i prodotti...

Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
(Bologna)
-

Secondo un'indagine di Altroconsumo gli esercenti arriverebbero a pagare delle commissioni abbastanza importanti.
QUANTO CI COSTA IL POS - Ridurre l’uso del contante per contrastare evasione e...

Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
(Bologna)
-

Oltre il 97% delle persone ricerca informazioni sanitarie online. Ma spesso i risultati sono inaffidabili e portatori d’ansia
SEMPRE PIU' PERSONE ANSIOSE PER RICERCHE MALATTIE SU GOOGLE - 2 americani su 5...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati