Pie di pesche, preparazione

(Trento)ore 19:02:00 del 09/07/2017 - Categoria: , Cucina

Pie di pesche, preparazione

Una volta sfornata, la pie di pesche sprigionerà un profumo irresistibile… ma non fate come Ciccio!

Avete presente la classica torta di Nonna Papera, quella che la simpatica palmipede metteva a raffreddare, ancora calda e fumante, sul davanzale della finestra e che Ciccio puntualmente rubava per mangiarsela di nascosto? La pie di pesche è una rivisitazione in chiave estiva della famosa apple pie dei fumetti della Walt Disney, caratterizzata dalla tipica forma bombata e da un generoso ripieno di frutta, arricchito in questo caso anche da un abbondante strato di crema pasticcera! A sigillare il tutto, un dolce involucro di pasta brisé che nasconde alla vista il prezioso ripieno di pesche gialle: noi abbiamo scelto di lasciarle intere così da poter assaporare al meglio la loro polpa succosa e zuccherina. Una volta sfornata, la pie di pesche sprigionerà un profumo irresistibile… ma non fate come Ciccio! Lasciatela intiepidire e servitela accompagnandola con una pallina di gelato alla crema, per la gioia di tutta la famiglia!

Ingredienti per la frolla

Farina 00 550 g Burro freddo 250 g Acqua fredda 80 g Zucchero di canna 50 g Sale fino 9 g

PER LA CREMA

Latte intero 250 g Zucchero 60 g Tuorli 2 Fecola di patate 20 g

PER FARCIRE E SPOLVERIZZARE

Pesche gialle (circa 4) 560 g Zucchero di canna q.b.

Pie di pesche

Per realizzare la pie di pesche, per prima cosa preparate l’impasto: in una ciotola, unite il burro freddo a tocchetti con la farina (1) e procedete con la sabbiatura, ovvero sbriciolate il composto con le mani fino a che non avrete ottenuto una consistenza sabbiosa, poi unite lo zucchero di canna (2) e il sale (3) e lavoratelo ulteriormente con le mani.

Pie di pesche

A questo punto versate l’acqua fredda poco per volta (4) e continuate a impastare fino a che il composto non risulterà ben omogeneo, dopodiché trasferitelo sul piano da lavoro e formate una palla (5). Dividete l’impasto a metà così da ricavare 2 panetti da circa 450 g l’uno, avvolgeteli nella pellicola trasparente (6) e metteteli in frigorifero a riposare per circa un’ora.

Pie di pesche

Mentre l’impasto sta riposando, potete occuparvi della crema: versate il latte in un pentolino (7) e portatelo a sfiorare il bollore; nel frattempo mettete i tuorli in una ciotola a parte, aggiungete lo zucchero (8) e la fecola (9) e mescolate bene per amalgamare il tutto.

Pie di pesche

Quando il latte sarà arrivato a sfiorare il bollore, versatelo nella ciotola col composto di uova (10), mescolate bene (11), poi trasferite il tutto nuovamente nel pentolino e lasciate addensare la crema a fuoco dolce mescolando continuamente, fino a che non avrete ottenuto una consistenza piuttosto fluida e non eccessivamente compatta (12).

Pie di pesche

Trasferite la crema ottenuta in un contenitore basso e largo, coprite con pellicola a contatto (13), lasciatela intiepidire e mettetela a raffreddare in frigorifero per almeno 30 minuti. Nel frattempo preparate le pesche per la farcitura, quindi lavatele e tagliatele a metà, rimuovete il nocciolo (14) ed eliminate la buccia con uno spelucchino (15), poi tenetele momentaneamente da parte.

Pie di pesche

Trascorso il tempo di riposo dell’impasto, imburrate una tortiera del diametro di 22 cm alla base e diametro superiore di 26 cm (16). Prendete i 2 panetti dal frigorifero e stendeteli con un mattarello sul piano di lavoro leggermente infarinato (17) fino a uno spessore di 4 mm. Foderate la base della tortiera con una delle 2 sfoglie, avendo cura di ricoprire bene anche i bordi, poi eliminate la pasta in eccesso (18).

Pie di pesche

Ora trasferite la crema che oramai si sarà raffreddata in un sac-à-poche e distribuitela quasi tutta sul fondo della torta fino a formare uno strato abbondante e uniforme (19). Adagiate le pesche con la parte tagliata rivolta verso il basso (20) e cospargetele con un cucchiaio di zucchero di canna (21).

Pie di pesche

Riempite gli spazi rimasti con la crema avanzata, poi adagiate la seconda sfoglia di impasto sulla tortiera e premete delicatamente con le dita per farla aderire sia sui bordi che sulle pesche, in modo che la forma di queste ultime risulti visibile dall’esterno. Rimuovete la pasta in eccesso con un coltellino (23), poi sigillate i bordi premendo con le dita e rifiniteli con i rebbi di una forchetta (24).

Pie di pesche

Infine, bucherellate la superficie della torta per evitare che si gonfi in cottura (25) e cuocete nel forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti, posizionandola sul ripiano basso. Trascorso questo tempo, alzate la temperatura a 200°, spolverizzate la superficie della torta con un cucchiaio di zucchero di canna (26) e infornate nuovamente per altri 25 minuti, questa volta posizionandola sul ripiano medio. Una volta cotta (27), lasciate intiepidire la pie di pesche e servitela con una pallina di gelato!

Conservazione

La pie di pesche si può conservare in frigorifero per massimo 4 giorni. L’impasto si può congelare da crudo.

Consiglio

Se durante la cottura della crema pasticcera vi sembra che il composto sia troppo grumoso, non vi preoccupate: basterà togliere dal fuoco il pentolino e continuare a mescolare energicamente con una spatola o un cucchiaio di legno fino a che i grumi non spariranno. Quando non è più stagione di pesche, potete utilizzare quelle sciroppate!

GialloZafferano

Autore: Carla

Notizie di oggi
Cotoletta alla bolognese, preparazione
Cotoletta alla bolognese, preparazione
(Trento)
-

E' preferibile consumare la cotoletta alla bolognese appena cotta, altrimenti potete conservarla in frigorifero in un contenitore a chiusura ermetica per 1 giorno.
C'è un piatto che mette d'accordo tutte le tavole italiane da nord a sud: è la...

Polpette di zucchine e patate, preparazione
Polpette di zucchine e patate, preparazione
(Trento)
-

Le polpette rappresentano infatti uno dei cibi prediletti dai più piccoli e anche dai più grandi perché sono una pietanza dai mille gusti e sapori.
Cosa vorreste vedere cadere dal cielo se iniziasse a piovere cibo? Flint,...

Sigari con caprino e miele al rosmarino, preparazione
Sigari con caprino e miele al rosmarino, preparazione
(Trento)
-

Se questo non dovesse bastare, la vera ciliegina sulla torta sarà la guarnizione finale.
Di aperitivi sfiziosi ce ne sono tanti, ma come quello che vi proponiamo oggi...

Spezzatino di manzo, preparazione
Spezzatino di manzo, preparazione
(Trento)
-

Tra i secondi piatti non c’è storia, lo spezzatino di manzo è quello che vince su tutti!
Pensando al pranzo della domenica ci sono talmente tante ricette della...

Casoncelli di polenta con coniglio, preparazione
Casoncelli di polenta con coniglio, preparazione
(Trento)
-

La sfoglia è tirata un po' più spessa, rispetto ai classici ravioli, questo per aver maggior consistenza, per non rinunciare al loro aspetto rustico e per mantenere intatta la tipica forma a caramella anche dopo la cottura.
In base alla loro forma e al loro ripieno possono arrivare da Brescia o da...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati