Perche' in Russia tutti stanno comprando compresse allo IODIO?

(Campobasso)ore 22:17:00 del 19/08/2019 - Categoria: , Cronaca, Esteri

Perche' in Russia tutti stanno comprando compresse allo IODIO?

ALLERTA NUCLEARE IN RUSSIA - Sale a 7 il numero dei morti causato dall’incidente avvenuto giovedì 8 agosto nell’area militare di Nyonoksa, nella regione di Arkhangelsk durante i test di un motore jet a propellente liquido.

ALLERTA NUCLEARE IN RUSSIA - Sale a 7 il numero dei morti causato dall’incidente avvenuto giovedì 8 agosto nell’area militare di Nyonoksa, nella regione di Arkhangelsk durante i test di un motore jet a propellente liquido. A riferirlo è proprio il dipartimento di comunicazione dell’agenzia nucleare russa Rosatom, citato dall’agenzia di stampa Interfax. Nel frattempo i residenti delle città della Russia settentrionale vicine alla base militare stanno facendo scorte di iodio, spaventati dall’allarme per le radiazioni lanciato il 9 agosto da Greenpeace.

ALLERTA NUCLEARE IN RUSSIA - “Altri tre dei nostri colleghi hanno riportato lesioni e ustioni di varia gravità“, ha scritto nella nota l’ufficio di comunicazione del colosso del nucleare russo. “La tragedia – spiegano – è avvenuta durante i lavori d’ingegneria e manutenzione tecnica delle fonti isotopiche nel motore a propellente liquido. L’onda d’urto ha gettato in mare diversi nostri specialisti: c’era la speranza che sarebbero stati trovati vivi – hanno spiegato – Le ricerche sono continuate fino a quando non è esaurita la speranza di trovare i sopravvissuti. Solo dopo è stato annunciato che i cinque dipendenti di Rosatom, che stavano conducendo ricerche sulla propulsione del missile con radionuclidi, sono morti”. La tragedia, ha concluso il colosso del nucleare russo, è stata dovuta “a una confluenza di fattori, come spesso si verifica durante il test di nuove tecnologie“.

ALLERTA NUCLEARE IN RUSSIA - A seguito di un incidente nucleare, o magari dell'esplosione di un ordigno atomico, nel fallout radioattivo che ne scaturisce possono essere presenti diversi elementi, come isotopi del Plutonio e dello Stronzio, il Cesio-137, l'Americio-241 e lo Iodio 131, radioisotopo dello iodio (che ha anche applicazioni in ambito medico). Le compresse di ioduro di potassio – talvolta somministrato in tavolette – non hanno alcun effetto protettivo contro lo Iodio 131 e gli altri radionuclidi, ma servono a saturare la tiroide di iodio “buono”, per evitare che si depositi e accumuli quello radioattivo, in grado di catalizzare la comparsa di noduli e tumori nella ghiandola. Il medicinale, infatti, non può far nulla contro l'esposizione diretta alle radiazioni ionizzanti, di qualunque forma esse siano.
Lo iodio come misura preventiva - Le compresse di ioduro di potassio (che a temperatura ambiente si presenta solido e di colore bianco) sono l'unico farmaco preventivo disponibile per eventuali incidenti nucleari, e non è un caso che nei Paesi in cui sono presenti le centrali – come ad esempio la Svizzera e gli Stati Uniti – questi medicinali vengano consegnati gratuitamente e periodicamente a tutti i cittadini che si trovano nelle aree a rischio. Recentemente in Svizzera è stato allargato il bacino degli aventi diritto cui sono state assegnate le scorte di sicurezza: adesso sono coinvolti tutti i cittadini che vivono entro 50 chilometri da una centrale, mentre in precedenza il raggio preso in considerazione era di soli 20 chilometri. Sono comunque disponibili depositi ad hoc con scorte di compresse per tutta la popolazione svizzera, in caso di necessità. In alcuni Stati degli USA le compresse vengono invece assegnate ai cittadini che vivono entro 15 chilometri di distanza da una centrale nucleare. Le compresse di ioduro di potassio sono solitamente da 65 milligrammi, dei quali 50 milligrammi di iodio.
Gli effetti collaterali dello iodio - Le compresse allo ioduro di potassio sono generalmente prive di seri effetti collaterali e nelle dosi raccomandate possono essere assunte anche durante l'allattamento e la gravidanza, sebbene in taluni casi venga espressamente indicato di prendere quelle per le emergenze nucleari solo in presenza di specifica comunicazione da parte delle autorità. Tra gli effetti collaterali noti dello ioduro di potassio vi sono sintomi gastrointestinali, possibile gonfiore della ghiandola parotide, stanchezza, battito cardiaco irregolare, acne, formicolii e altro ancora. Un dosaggio eccessivo nelle donne in gravidanza può tuttavia produrre malformazioni al feto.

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Tim, Vodafone e Wind denunciate per i tagli alle ricariche: VERGOGNA!
Tim, Vodafone e Wind denunciate per i tagli alle ricariche: VERGOGNA!
(Campobasso)
-

Il Codacons denuncia all'Agcom e all'Antitrust la ricarica premium, novità messa sul mercato da Tim, Vodafone e Wind.
Il Codacons ha formalizzato il pensiero di milioni di utenti italiani sotto...

Limoni spagnoli CANCEROGENI in SICILIA
Limoni spagnoli CANCEROGENI in SICILIA
(Campobasso)
-

LIMONI SPAGNOLI CANCEROGENI IN SICILIA - Una quarantina di confezioni contenenti limoni provenienti dalla Spagna sono state sequestrate dal corpo forestale della Regione siciliana.
LIMONI SPAGNOLI CANCEROGENI IN SICILIA - Una quarantina di confezioni contenenti...

Fiat venduta alla Francia, ma nessuno lo dice
Fiat venduta alla Francia, ma nessuno lo dice
(Campobasso)
-

FIAT VENDUTA ALLA FRANCIA, PERCHE' NESSUNO NE PARLA? - E’ stata annunciata come una fusione alla pari
FIAT VENDUTA ALLA FRANCIA, PERCHE' NESSUNO NE PARLA? - E’ stata annunciata come...


(Campobasso)
-


PAPA FRANCESCO, SI AI PRETI SPOSATI - Il Sinodo dei vescovi sull'Amazzonia apre...

Legalizzazione della cannabis: anche la Germania apre le frontiere
Legalizzazione della cannabis: anche la Germania apre le frontiere
(Campobasso)
-

LEGALIZZAZIONE DELLA CANNABIS IN GERMANIA - Germania, terra famosa per il suo rigore, spesso presa come termine di paragone per efficienza e organizzazione collettiva, sta finalmente aprendosi verso il tema Cannabis e la sua eventuale legalizzazione.
LEGALIZZAZIONE DELLA CANNABIS IN GERMANIA - Germania, terra famosa per il suo...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati