Per il Tribunale di Ivrea è colpevole di omicidio colposo e lesioni: ecco chi

(Torino)ore 20:28:00 del 23/07/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce, Politica

Per il Tribunale di Ivrea è colpevole di omicidio colposo e lesioni: ecco chi

Fra i tre assolti figura Roberto Colaninno, che era chiamato in causa per un solo caso di lesioni colpose.

OMICIDIO COLPOSO E LESIONI: CONDANNATO DE BENEDETTI, TESSERA NUMERO 1 DEL PD, IL PARTITO DEI DELINQUENTI

“Sono stupito e molto amareggiato per la decisione del Tribunale di Ivrea di accogliere le richieste manifestamente infondate dell’accusa. Sono stato condannato per reati che non ho commesso”: sono state queste le prime parole diCarlo De Benedetti dopo la sentenza. L’imprenditore, annunciando che presenterà ricorso in appello, si è detto “fiducioso della totale estraneità rispetto ad accuse tanto infamanti quanto del tutto inconsistenti. Sono vicino alle famiglie dei lavoratori coinvolti, ma ribadisco ancora una volta che, durante la mia gestione, l’Olivetti ha sempre tenuto nella massima considerazione la salute e la sicurezza in ogni luogo di lavoro”.

CLICCA MI PIACE PER SEGUIRCI SU FACEBOOK!

Il tribunale di Ivrea ha condannato a 5 anni e due mesi Carlo De Benedetti imputato nel processo per le morti da amianto fra gli ex operai Olivetti. L’accusa aveva chiesto nei suoi confronti 6 anni e 8 mesi per omicidio colposo e lesioni. Il giudice Elena Stoppini ha pronunciato in tutto 13 condanne. A Franco Debenedetti ha inflitto 5 anni e due mesi. All’ex ministro Corrado Passera un anni e 11 mesi. Fra i tre assolti figura Roberto Colaninno, che era chiamato in causa per un solo caso di lesioni colpose.

Per il Tribunale di Ivrea è colpevole di omicidio colposo e lesioni. Stessa pena al fratello Franco, ex parlamentare dell’Ulivo. Un anno e 11 mesi per Passera

Condannato De Benedetti, 5 anni e due mesi per l’amianto

Una presa di posizione diametralmente opposto a quella del pm Laura Longo, secondo cui “la soddisfazione in questi casi è relativa, perché si è di fronte all’ennesima tragedia dell’amianto. Queste – ha aggiunto – erano morti che si potevano e si dovevano evitare”. Al di là delle varie dichiarazioni, però, per Carlo De Benedetti le brutte notizie non sono finite con la condanna. Nei suoi confronti, infatti, ci saranno altri accertamenti relativi alle morti da amianto. A ordinarli è stata la giudice Elena Stoppini che, come avevano chiesto i pm, ha disposto la trasmissione degli atti in procura per tre decessi attribuiti a un tumore polmonare e non, come accaduto in un primo tempo, a unmesotelioma.

Autore: Luca

Notizie di oggi
Toronto: furgone killer uccide 10 persone. Video
Toronto: furgone killer uccide 10 persone. Video
(Torino)
-

Il bilancio ufficiale parla anche di 15 feriti. Arrestato il guidatore: sarebbe uno studente 25enne di origini armene
Panico a Toronto, dove un van di colore bianco è piombato su una piccola...

Meglio dottori criminali che onesti? Due pesi e due misure
Meglio dottori criminali che onesti? Due pesi e due misure
(Torino)
-

L’elenco dei medici indagati, arrestati e incriminati dalla magistratura è lunghissimo
Non passa giorno senza che la cronaca elenchi casi di camici bianchi corrotti,...

Addio Mose – Sta affondando sotto la marea burocratica
Addio Mose – Sta affondando sotto la marea burocratica
(Torino)
-

La marea burocratica affonda il Mose. Così 8 miliardi si inabissano in laguna
Ordinanze prefettizie, interventi dell’Autorità nazionale anticorruzione e ora...

La Storia conferma: il mito DEMOCRATICO e' FALLITO
La Storia conferma: il mito DEMOCRATICO e' FALLITO
(Torino)
-

Abbiamo un grosso problema. Si chiama “mito democratico”. Cosa sia questa democrazia, in realtà, è una delle domande più difficili da porre alla modernità.
Abbiamo un grosso problema. Si chiama “mito democratico”. Cosa sia questa...

GENDERLESS: Con la scusa delle liberta' la natura e' stata MESSA DA PARTE!
GENDERLESS: Con la scusa delle liberta' la natura e' stata MESSA DA PARTE!
(Torino)
-

Con la scusa delle libertà l’uomo sta sempre più violentando la parte intima della natura.
Con la scusa delle libertà l’uomo sta sempre più violentando la parte intima...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati