Pensioni: dite addio ai vostri soldi!

(Cagliari)ore 09:41:00 del 15/02/2017 - Categoria: , Denunce, Economia

Pensioni: dite addio ai vostri soldi!

Come spiegato nel noto quotidiano giuridico, i pensionati dovrebbero attivarsi per capire se sono vittime degli errori INPS sopra citati, e quindi verificare se nel loro bonifico pensionistico manchi qualcosa o meno.

L’INPS PAGHEREBBE MENO DEL DOVUTO IL 25%DEI PENSIONATI ITALIANI. UN PENSIONATO SU QUATTRO RICEVEREBBE UN ASSEGNO RIDOTTO RISPETTO A QUELLO CHE DOVREBBE RICEVERE. CAUSA? ERRORI DI CALCOLO DA PARTE DELL’ INPS.

Una pensione su quattro conterrebbe errori sul calcolo dell’assegno. Ad essere colpiti sono soprattutto coloro che hanno una pensione inferiore ai 1.200 euro mensili.
A sostenerlo, secondo Studio Cataldi, sono diversi patronati e sindacati, che parlano di somme che variano tra i 20 e i 30 euro mensili in meno rispetto a quanto dovuto, nelle tasche dei pensionati con una pensione inferiore ai 1200 euro mensili.

Come spiegato nel noto quotidiano giuridico, i pensionati dovrebbero attivarsi per capire se sono vittime degli errori INPS sopra citati, e quindi verificare se nel loro bonifico pensionistico manchi qualcosa o meno.

Per verificare se vi siano maggiorazioni sociali che vi spettano ma che non vi vengono erogate, o trattenute inspiegabili sulla pensione, ed ottenerne il rimborso, esiste un documento che si chiama Obis M. Esso contiene l’elenco degli importi di tutte le trattenute effettuate dall’ INPS con tanto di motivazione, ed un’area da compilare al fine di ottenere i rimborsi dovuti.

Questo modulo, fino a qualche anno fa veniva inviato in forma cartacea dall’ Istituto Nazionale di Previdenza Sociale a tutti i pensionati, ora invece bisogna scaricarlo dal loro sito seguendo una semplice procedura.

Supponendo che il pensionato sia già in possesso del pin personale per accedere alla propria area riservata, bisogna collegarsi al sito www.inps.it, dove prima di tutto vanno inseriti codice fiscale e pin personale, poi bisogna cliccare su “servizi online” e in seguito su “servizi per il cittadino“. A questo punto si deve andare nella sezione “fascicolo previdenziale del cittadino” sulla destra, e da lì accedere a modelli per scaricare il “certificato di pensione Obis M” per l’anno in questione.

Questa semplice procedura potrebbe risultare comunque complessa per i pensionati con un basso approccio con le nuove tecnologie. Per questo a tale scopo sono disponibili i patronati, i quali offrono una adeguata assistenza a riguardo

Da: Jeda

Autore: Luca

Notizie di oggi
NO agli sbarchi di Salvini come gli 80 euro di Renzi?
NO agli sbarchi di Salvini come gli 80 euro di Renzi?
(Cagliari)
-

Portare a casa un risultato subito, quale che sia: che differenza c’è tra il blocco delle navi delle Ong imposto da Salvini e la mancia degli 80 euro concessi da Renzi?
Portare a casa un risultato subito, quale che sia: che differenza c’è tra il...

Reddito Base Incondizionato: guadagneremo in un futuro senza LAVORO
Reddito Base Incondizionato: guadagneremo in un futuro senza LAVORO
(Cagliari)
-

Voglio iniziare con una domanda inquietante: secondo voi stiamo andando verso un futuro con più o meno posti di lavoro?
di Beppe Grillo – Voglio iniziare con una domanda inquietante: secondo voi...

La Tasse ci DIVORERANNO: ECCO 3 MOTIVI
La Tasse ci DIVORERANNO: ECCO 3 MOTIVI
(Cagliari)
-

Vi citiamo tre casi apparentemente diversi tra loro: l’accordo per gli esuberi Tim, l’impatto delle politiche Bce su debito pubblico italiano e infine le aliquote dell’Imu da pagare lunedì prossimo.
Vi citiamo tre casi apparentemente diversi tra loro: l’accordo per gli esuberi...

Siamo lo 0,01% della vita sulla Terra, e la stiamo uccidendo
Siamo lo 0,01% della vita sulla Terra, e la stiamo uccidendo
(Cagliari)
-

E’ ufficiale: siamo la peste della Terra. Lo si sapeva già, ma ad aggravare il quadro provvede una sconvolgente ricerca statistica: i 7,6 miliardi di umani rappresentano solo lo 0,01% di tutti gli esseri viventi.
E’ ufficiale: siamo la peste della Terra. Lo si sapeva già, ma ad aggravare il...

Come utilizzano i dati dei nostri social
Come utilizzano i dati dei nostri social
(Cagliari)
-

Quando nacque il web, era davvero un luogo diverso, statico. Fatto di pagine create o da chi aveva uno staff o da individui esperti di informatica, per quei tempi.
Quando nacque il web, era davvero un luogo diverso, statico. Fatto di...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati