Pecorino fritto con crema di fave, preparazione

(Firenze)ore 16:21:00 del 27/04/2017 - Categoria: , Cucina

Pecorino fritto con crema di fave, preparazione

Si consiglia di consumare il Pecorino fritto al momento. La crema di fave si può conservare per 1-2 giorni in frigorifero.

Fave e pecorino sono due degli ingredienti più amati per un pic-nic all'aria aperta... ma quando fuori piove e bisogna rinunciare ad una giornata al parco consolatevi con il nostro Pecorino fritto con crema di fave! Utilizzando un Pecorino poco stagionato e gustandolo ancora fumante potrete apprezzare tutto il suo aspetto filante, ma se preferite ottenere delle chips croccanti utilizzatene uno più stagionato e lasciatelo intiepidire prima di accompagnarlo con la crema di fave! In entrambi i casi sarà un perfetto comfort food da gustare per un comodo pic-nic sul divano!

Ingredienti per le chips di pecorino

Pecorino romano 200 g Uova bio 1 Farina di riso q.b. Olio di semi q.b.

PER LA CREMA DI FAVE

Fave sgranate 400 g Aglio senz'anima ½ spicchio Olio extravergine d'oliva 20 g Succo di limone q.b. Sale fino q.b. Pepe nero q.b. Acqua q.b.

Come preparare il Pecorino fritto con crema di fave

Pecorino fritto con crema di fave

Per preparare il Pecorino fritto con crema di fave iniziate da quest'ultima. Come prima cosa sbollentate le fave in acqua bollente e salata (1) per circa 5 minuti. Poi scolatele e raffreddatele sotto l'acqua corrente (2). Private ciascun fagiolo della pellicina (3) e man mano riponeteli nel bicchiere di un mixer.

Pecorino fritto con crema di fave

Aggiungete l'olio (4), una spruzzatina di limone (5), un pizzico di sale e il pepe nero (6).

Pecorino fritto con crema di fave

Unite anche lo spicchio d'aglio privato dell'anima e tagliato in piccoli pezzi (7). Frullate il tutto fino ad ottenere una crema (9). Se dovesse essere troppo solida aggiungete un pò d'acqua.

Pecorino fritto con crema di fave

Riponete in un vasetto (10) e tenete da parte. Passate al Pecorino, tagliatelo a fette spesse circa 2 mm (11). Poi versate la farina di riso in una ciotolina e sbattete l'uovo in un'altra (12).

Pecorino fritto con crema di fave

A questo punto ponete sul fuoco un tegame con l'olio e scaldatelo fino a raggiungere la temperatura di 170°. Nel frattempo passate le fettine di Pecorino prima nell'uovo (13) e poi nella farina di riso (14-15), in modo da ottenere una panatura molto leggera.

Pecorino fritto con crema di fave

Immergete pochi pezzi per volta (16) e friggeteli per 2-3 minuti fino a quando risulteranno ben dorati, poi scolateli e trasferiteli su un vassoio foderato con carta da cucina (17). Ultimate di friggere le chips di Pecorino e servitele insieme alla crema di fave (18)!

Conservazione

Si consiglia di consumare il Pecorino fritto al momento.

La crema di fave si può conservare per 1-2 giorni in frigorifero.

Consiglio

Rimuovere la pellicina ad ogni fagiolo permette di ottenere una crema di un colore brillante e più vellutata; ma se preferite potete omettere questo passaggio e aggiungere un pò di succo di limone in più; altrimenti utilizzatele per un brodo vegetale!

Se preferite potete omettere l'aglio; in alternativa alle fave potete utilizzare i piselli.

Al posto della farina di riso potete utilizzare della semola.

GialloZafferano

Autore: Carla

Notizie di oggi
Preparazione Parmigiana di zucchine
Preparazione Parmigiana di zucchine
(Firenze)
-

E se siete abituati alla versione più classica, con le melanzane, fritte in olio profondo, non vedrete l'ora di provare la parmigiana di zucchine, probabilmente la variante più famosa di questa fantastica ricetta mediterranea.
La parmigiana di zucchine è una variante della più famosa parmigiana di...

Preparazione Polpette di pollo
Preparazione Polpette di pollo
(Firenze)
-

Il petto di pollo non sarà più asciutto e poco appetitoso ma si trasformerà in qualcosa di veramente speciale
  Le polpette di pollo sono un secondo leggero e nutriente, ideale da servire...

Crostata al farro e ciliegie
Crostata al farro e ciliegie
(Firenze)
-

La crostata al farro e ciliegie è una torta molto ricca e profumata, che in un guscio di friabile pasta frolla al limone accoglie una deliziosa farcitura di composta di ciliegie, mandorle e farina di farro.
La crostata al farro e ciliegie è una torta molto ricca e profumata, che in un...

Torta alle ciliegie meringata
Torta alle ciliegie meringata
(Firenze)
-

Qual è il frutto di stagione a cui non sapete proprio rinunciare? Vi concedo qualche indizio: una tira l’altra, rossa e golosa
Qual è il frutto di stagione a cui non sapete proprio rinunciare? Vi concedo...

Panzanella dolce
Panzanella dolce
(Firenze)
-

E’ uno dei piatti toscani più antichi e amati, una leggenda vuole che sia nato sui pescherecci dove i marinai condivano il pane raffermo con cipolle e lo rendevano morbido con l’acqua di mare: stiamo parlando della panzanella!
E’ uno dei piatti toscani più antichi e amati, una leggenda vuole che sia nato...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati