PAZZESCO! Il video dello studente catanese che umilia la Boschi!

(Catania)ore 23:34:00 del 22/05/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce, Politica - Boschi umiliata

PAZZESCO! Il video dello studente catanese che umilia la Boschi!

“Questo paese ha bisogno di piccoli atti di coraggio a partire dal quotidiano.” grazie ad Alessio Grancagnolo per non aver modificato il suo intervento sulla Riforma Costituzionale rivolto al Ministro Maria Elena Boschi durante un incontro presso l’Univer

PAZZESCO! Il video dello studente catanese che umilia la Boschi. Sul web è diventato virale!

PAZZESCO! Il video dello studente catanese che umilia la Boschi. Sul web è diventato virale!

ACCADE A CATANIA

“Questo paese ha bisogno di piccoli atti di coraggio a partire dal quotidiano.” grazie ad Alessio Grancagnolo per non aver modificato il suo intervento sulla Riforma Costituzionale rivolto al Ministro Maria Elena Boschi durante un incontro presso l’Università di Catania, intervento guarda caso interrotto dal Rettore quando il ragazzo parla di “tour propagandistici negli atenei”.

Vale la pena ascoltarlo fino in fondo e condividerlo!

Nel video che vi proponiamo, senz’altro potrete costatare l’efficacia e la differenza di possedere una cultura scolastica, sociale e culturale, nell’affrontare i temi che davvero fanno da remo nella vita.

Questo studente, in pochi minuti smonta pezzo per pezzo, la ” riforma costituzionale ” che vede come padri costituenti proprio lei, la ministra Boschi. Per non parlare di uno dei suoi sostenitori come Verdini. Non vogliamo aggiungere altro, vi invitiamo solo a prestare a orecchio a questa verità assoluta! Questo ragazzo ha colto nel segno ogni suo aspetto, buon ascolto!

Ecco il video, ascoltate questo studente, è strardinario e coinvolgente. Le sue parole sono belle ed importanti e “smerdano” letteralmente (perdonate il termine) la Boschi e tutto l’operato del Governo. Secondo Alessio infatti, il Governo non ha alcun autorizazzione da parte del Popolo per poter attuare riforme costituzionali!

Guardate:

Autore: Luca

Notizie di oggi
Come la NATO uccise GHEDDAFI per fermare la creazione della VALUTA africana con riserva AURIFERA
Come la NATO uccise GHEDDAFI per fermare la creazione della VALUTA africana con riserva AURIFERA
(Catania)
-

Le e-mail scoperte di Hillary Clinton continuano a regalarci le prove dei crimini compiuti dell’Occidente. 
Le e-mail scoperte di Hillary Clinton continuano a regalarci le prove dei...

Italia a PEZZI come se avesse perso una GUERRA: cosa e' successo VERAMENTE?
Italia a PEZZI come se avesse perso una GUERRA: cosa e' successo VERAMENTE?
(Catania)
-

Ci prospettarono un gioioso approdo ai lidi dell’Europa unita: nuova terra promessa dove scorre latte e miele.
Ci prospettarono un gioioso approdo ai lidi dell’Europa unita: nuova terra...

Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
(Catania)
-

Stop ai corsi di italiano e alla formazione professionale. Non solo: via gli psicologi, ridotta al minimo la presenza di assistenti sociali, operatori culturali, medici e infermieri
Ogni ospite vedrà il medico per massimo 4 ore l’anno. L’infermiere, invece, non...

15 anni dall'attentato Nassiriya: la strage che si DOVEVA evitare
15 anni dall'attentato Nassiriya: la strage che si DOVEVA evitare
(Catania)
-

Sono passati 15 anni da quella tragica mattina del 12 novembre: alle 10:40, le 08:40 in Italia, due terroristi a bordo di un’autocisterna carica di esplosivo attaccarono la base Maestrale a Nassiriya, in Iraq.
Sono passati 15 anni da quella tragica mattina del 12 novembre: alle 10:40, le...

Gli effetti della CRISI GRECA? HIV, DISTURBI MENTALI E SUICIDI
Gli effetti della CRISI GRECA? HIV, DISTURBI MENTALI E SUICIDI
(Catania)
-

La crisi greca esplode nel 2009: all’epoca come primo ministro si è appena insediato George Papandreou del Pasok, figlio di Andreas che risulta capo dell’esecutivo tra gli anni  Ottanta e Novanta e protagonista della vita politica successiva alla caduta d
La crisi greca esplode nel 2009: all’epoca come primo ministro si è appena...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati