Panasonic: le migliori tv da conoscere

(Bari)ore 17:09:00 del 12/05/2016 - Categoria: Tecnologia - Tv Panasonic

Panasonic: le migliori tv da conoscere

Il prezzo medio sia aggira attorno ai 390 euro, in crescita del 7% proprio grazie alla migrazione verso i grandi, anzi, grandissimi schermi, per un giro d’affari di quasi 1,7 miliardi di euro e più di 4 milioni di pezzi venduti ogni anno.

«La nostra missione sociale si compie solo quando i prodotti raggiungono la maggior parte di persone, soddisfacendo quotidianamente chi li utilizza». Era questo uno dei mantra di Konosuke Matsushita, fondatore di Panasonic, colosso giapponese tra i più grandi al mondo nel campo dell’elettronica a tutto tondo. A quasi un secolo dalla fondazione dell’azienda, oggi quello stesso spirito ritorna a farsi sentire nella nuova linea di televisori che Panasonic ha presentato a Milano in occasione del Salone del Mobile. 

 

Ma in che stato è il mercato delle tv in Italia? A quanto pare non sono solo gli smartphone a diventare sempre più grandi: oggi quasi un televisore su due ha un polliciaggio superiore ai 39 pollici, con i formati più grandi, da 50 pollici in su, in fortissima espansione. Il prezzo medio sia aggira attorno ai 390 euro, in crescita del 7% proprio grazie alla migrazione verso i grandi, anzi, grandissimi schermi, per un giro d’affari di quasi 1,7 miliardi di euro e più di 4 milioni di pezzi venduti ogni anno. 

 

La sfida di Panasonic per questo 2016 è offrire prodotti capaci di unire l’alta Tecnologia, come il 4K e l’HDR, al design raffinato e innovativo: «Per un’azienda a forte matrice ingegneristica come la nostra, la nuova linea Art & Interior rappresenta una rivoluzione - spiega Claudio Lamperti, Managing Director di Panasonic Italia -. Oltre a una qualità dell’immagine ai massimi livelli, questi nuovi prodotti puntano anche su un design fuori dal comune». Senza mai dimenticare l’aspetto pratico: come nel caso del DX800, dotato di un piedistallo rotante pensato per poggiare il televisore a terra anziché su un mobile, o delle basi modulari, che sul resto della serie permettono di trasformare l’aspetto del prodotto e adattarlo all’arredamento. 

Design a parte, la parola d’ordine rimane 4K: «La nostra filosofia è che il consumatore deve avere accesso alle migliori tecnologie in circolazione - continua Lamperti -. La nuova gamma si compone infatti al 90% di televisori a risoluzione 4K, che oggi vale già il 36% del mercato e che, entro fine anno, arriverà al 50%». Il grande assente è l’OLED, su cui stanno scommettendo concorrenti come LG e Samsung: «Quello che conta non è la tecnologia in sé, ma il livello di definizione e la qualità dell’elettronica - ribatte Lamperti -. Presto parleremo di 8K, 3D nativo senza occhialini e immagini olografiche: come azienda non ci precludiamo nulla, ma il nostro obiettivo rimane sempre quello di parlare a un grande pubblico e non a una nicchia, con prodotti di qualità e capaci di durare nel tempo». 

 

Ma con schermi sempre più grandi e definiti, il rischio è quello di comprare un prodotto sprovvisto di contenuti: oggi in Italia un terzo dei televisori venduti è smart, ma solo la metà dei possessori ne fa un utilizzo attivo. E, fatta eccezione per Netflix, i contenuti in 4K di certo non abbondano. «Il grosso problema italiano non sono i servizi di intrattenimento - commenta Lamperti -, ma la capacità della nostra banda larga. Come Panasonic, attraverso l’associazione di settore Anitec, stiamo sollecitando lo sviluppo dell’Agenda Digitale: il rischio è quello di ingannare i consumatori, creando prodotti fruibili al 100% solamente a Milano e Roma, tagliando fuori chiunque viva nelle tantissime zone d’Italia dove la rete ultraveloce è ancora un miraggio». 

Autore: Luca

Notizie di oggi
Come ricaricare correttamente lo smartphone?
Come ricaricare correttamente lo smartphone?
(Bari)
-

Le batterie al litio incorporate nella maggior parte degli smartphone hanno un ciclo di vita di circa due anni ma un utilizzo scorretto può ridurne notevolmente la durata.
Le batterie al litio incorporate nella maggior parte degli smartphone hanno un...

Cos'e' il 5G e cosa cambia
Cos'e' il 5G e cosa cambia
(Bari)
-

Dal primo telefono cellulare alle reti 4G, la comunicazione mobile è cambiata moltissimo in poche decadi.
Dal primo telefono cellulare alle reti 4G, la comunicazione mobile è cambiata...

Come evitare la spunta blu Whatsapp
Come evitare la spunta blu Whatsapp
(Bari)
-

COME EVITARE LA SPUNTA BLU WHATSAPP - Da quando WhatsApp ha aggiunto la funzione della doppia spunta blu nei messaggi è più difficile leggere una conversazione senza farlo sapere al mittente.
COME EVITARE LA SPUNTA BLU WHATSAPP - Da quando WhatsApp ha aggiunto la funzione...

Truffe telefoniche: i numeri da NON richiamare
Truffe telefoniche: i numeri da NON richiamare
(Bari)
-

Non ci si può distrarre un attimo che un’altra truffa è in agguato. Questa ricorda tanto i virus che parecchi anni fa rubavano traffico quando si doveva ancora comporre un numero di telefono per usare Internet.
Non ci si può distrarre un attimo che un’altra truffa è in agguato. Questa...

IPhone X, conviene?
IPhone X, conviene?
(Bari)
-

Lo Steve Jobs Theater, una sala sotterranea a poca distanza dall'enorme Apple Park, il nuovo quartier generale dell'azienda, ha visto il debutto di 3 nuovi iPhone.
ANTEPRIMA IPHONE X - iPhone X è il nome del telefono Apple del decennale, 10...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati