Pace fiscale: oggi 31 luglio ultima chiamata per rottamazione e stralcio cartelle

(Firenze)ore 21:07:00 del 02/08/2019 - Categoria: , Economia, Lavoro

Pace fiscale: oggi 31 luglio ultima chiamata per rottamazione e stralcio cartelle

Come ricorda il sito dell’Agenzia delle Entrate Riscossione, domani, mercoledì 31 luglio, c’è una doppia scadenza importante

PACE FISCALE 31 LUGLIO 2019 - Stanno per scadere i termini per aderire alla pace fiscale.Oggi mercoledì 31 luglio è l’ultimo giorno utile per presentare la domanda di rottamazione delle cartelle o di saldo e stralcio, i due provvedimenti che consentono di pagare l’importo delle somme dovute in forma agevolata. La riapertura dei termini fino alla fine di questo mese, prevista dal Decreto Crescita, – fa sapere l’Agenzia delle Entrate – riguarda tutti i debiti che non sono già stati ricompresi nelle istanze trasmesse entro la precedente scadenza del 30 aprile 2019. Le richieste stimate sono circa 2 milioni, mentre quelle della precedente scadenza sono state 1,7 milioni.

PACE FISCALE 31 LUGLIO 2019 - Per agevolare la procedura, sul portale http://www.agenziaentrateriscossione.gov.it si può presentare direttamente online la domanda di adesione senza necessità di andare allo sportello, una strada scelta da circa il 60% dei contribuenti interessati.

PACE FISCALE 31 LUGLIO 2019 - Secondo quanto prevede la Legge di Bilancio 201, il “saldo e stralcio” è riservato alle persone fisiche in situazione di grave e comprovata difficoltà economica (con Isee non superiore a 20 mila euro o con in corso una procedura di liquidazione prevista dalla cosiddetta legge sul sovraindebitamento) e consente di pagare in forma ridotta i debiti affidati alla riscossione dal 2000 al 2017, derivanti esclusivamente dall’omesso versamento delle imposte dovute in autoliquidazione in base alle dichiarazioni annuali e dei contributi previdenziali spettanti alle casse professionali o alle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi Inps.

PROROGA SCADENZA ROTTAMAZIONE-TER E “SALDO E STRALCIO”? NO, SOLO TOLLERANZA DI 5 GIORNI…

Le stesse indicazioni valgono anche per il “saldo e stralcio” delle cartelle. Sia per sapere quali sono i debiti che rientrano nell’ambito applicativo del “saldo e stralcio” che nella “Definizione agevolata 2018”, si può richiedere il Prospetto informativo, che contiene anche l’importo dovuto, direttamente nella propria area riservata del sito agenziaentrateriscossione.gov.it fino alle ore 23.59 del 31 luglio 2019. Dopo tale termine il servizio non sarà più disponibile. Come ricorda Il Sole 24 Ore, “per i pagamenti, è prevista una tolleranza di cinque giorni, rispetto alle scadenze ordinarie. Nei casi di tardivo versamento non superiore a cinque giorni, non scatta la decadenza dai benefici e non sono dovuti interessi”. Trascorsi questi cinque giorni, se non si sarà provveduto al pagamento, si perderà la definizione agevolata delle cartelle che consente uno sconto su sanzioni e interessi. 

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
Palermo: se paghi la tassa sui rifiuti viaggi gratis
Palermo: se paghi la tassa sui rifiuti viaggi gratis
(Firenze)
-

Paghi la tassa sulla spazzatura? Hai diritto a viaggiare gratis sui mezzi cittadini
VIAGGI GRATIS SE PAGHI L'IMMONDIZIA - "Uno dei problemi più gravi che assillano...

Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
(Firenze)
-

Stime macroeconomiche della Commissione europea negative per l'Italia su pil, deficit e debito pubblico. La nostra economia non cresce e non riusciamo a risanare i conti pubblici, che peggiorano in maniera allarmante.
CRESCITA ZERO, ITALIA ULTIMA NELLA UE - Siamo quasi alla fine dell’anno ed è...

Tassa sulla plastica: regioni e prodotti piu' colpiti
Tassa sulla plastica: regioni e prodotti piu' colpiti
(Firenze)
-

La plastic tax sarà un vero e e proprio colpo per molte industrie del settore e a rimetterci saranno in particolare alcune regioni italiane.
TASSA SULLA PLASTICA, REGIONI E PRODOTTI PIU' COLPITI - Quali sono i prodotti...

Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
(Firenze)
-

Secondo un'indagine di Altroconsumo gli esercenti arriverebbero a pagare delle commissioni abbastanza importanti.
QUANTO CI COSTA IL POS - Ridurre l’uso del contante per contrastare evasione e...

Stop alle aperture domenicali: e' giusto per tutelare i piccoli esercizi?
Stop alle aperture domenicali: e' giusto per tutelare i piccoli esercizi?
(Firenze)
-

STOP ALLE APERTURE DOMENICALI, A CHE PUNTO SIAMO - Dopo un anno, Luigi Di Maio rilancia la vecchia battaglia pentastellata contro l'apertura domenicale degli esercizi commerciali, consentita dalle liberalizzazioni del governo Monti.
STOP ALLE APERTURE DOMENICALI, A CHE PUNTO SIAMO - Dopo un anno, Luigi Di Maio...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati