Olocausto ebrei: ecco chi lo nega ancora oggi

BIELLA ore 13:49:00 del 16/02/2015 - Categoria: Cultura, Curiosità, Sociale

Olocausto ebrei: ecco chi lo nega ancora oggi

Olocausto ebrei: ecco chi lo nega ancora oggi. Ecco chi sono coloro che negano la Shoah

Negazionismo: questa parola sta prendendo sempre più significati ma la sua radice risulta essere oggi marcia perché dietro a questa parola si nascondono mille ideologie. Principalmente si parla di negazionismo quando viene negato lo sterminio degli ebrei durante la Seconda guerra mondiale. Purtroppo esistono anche persone che nonostante testimonianze dirette, fotografie, filmati, scritti, dichiarazioni e soprattutto cimiteri e fosse comuni con oltre 6 milioni di ebrei morti in quel disgraziato periodo, negano che quegli eventi si siano mai verificati. Molte volte si definiscono negazionisti proprio i neofascisti e i neonazisti, il che ci fa pensare…

Lo sterminio degli ebrei e di tutti gli altri che la gente si dimentica (zingari e omosessuali, perlopiù) c'è stato. Questo è innegabile, ci sono i corpi, ci sono prove concrete, ci sono modus operandi descritti e soprattutto c'è un'ideologia documentata che prevedeva l'inferiorità delle razze non ariane, che prevedeva una GerMania solo tedesca. La cosa più terrificante del genocidio però è il fatto che storicamente non è stato nulla di eccezionale. Ci sono stati numerosi genocidi simili sia prima che dopo l'Olocausto, sia per numeri che per atrocità compiute.

Il rischio insito nella celebrazione della memoria dell'Olocausto è che questa si trasformi nella dimenticanza degli altri genocidi. Per questo i negazionisti non amano molto il ritrarre il nazismo come male assoluto e l'Olocausto come la più grande tragedia della storia: troviamo molto più interessante considerare Hitler come un uomo, il nazismo come un'idea nata da uomini, che ogni giorno potrebbe riaffacciarsi sulla storia. Questo ai nostri occhi lo rende mille volte più terribili.

Sinceramente all’umanità non serve sapere se tutti quei bambini innocenti dietro le reti dei campi di concentramento sono stati uccisi con il gas, con la fame, con le malattie e il freddo, o con la brutalità di una pallottola: sono stati uccisi e basta! Non ci serve sapere che qualcuno ci dica ho ucciso tanti innocenti perchè mi era stato ordinato: ha ucciso! A noi non serve avere sei milioni di vittime per credere all'esistenza di un genocidio: sono sei milioni di morti e sei milioni di morti sono un genocidio!

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Il 70 per cento degli italiani e' analfabeta (LEGGONO, MA NON CAPISCONO)
Il 70 per cento degli italiani e' analfabeta (LEGGONO, MA NON CAPISCONO)

-

Non è affatto un titolo sparato, per impressionare; anzi, è un titolo riduttivo rispetto alla realtà, che avvicina la cifra autentica all'80 per cento
Non è affatto un titolo sparato, per impressionare; anzi, è un titolo riduttivo...

MIC: ecco la carta che ti da' accesso ai MUSEI DI ROMA gratis per 1 anno
MIC: ecco la carta che ti da' accesso ai MUSEI DI ROMA gratis per 1 anno

-

“Una rivoluzione nell’approccio libero alla cultura”, dicono dal Campidoglio e un chiaro segno di un’apertura nei confronti di residenti e studenti.
Costa 5 euro e a partire da oggi darà accesso gratuito per 12 mesi alle gallerie...

Ecco con quali trucchi i boss aggirano il 41BIS
Ecco con quali trucchi i boss aggirano il 41BIS

-

Il carcere duro previsto per isolare i capi dagli affiliati a piede libero viene sempre più spesso dribblato grazie a una serie di accorgimenti. E così si tradisce l'insegnamento di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino
Non appena il mafioso Alessandro Piscopo arriva alle porte della sua Vittoria,...

Quanto PIL viene prodotto in Italia dagli immigrati?
Quanto PIL viene prodotto in Italia dagli immigrati?

-

Per il ministero dell’Economia nel 2018 la gestione dei migranti ci costerà 4,6 miliardi, l’Europa ne mette 80 milioni, ma ci “permette” di non contabilizzare le cifre nel deficit.
Per il ministero dell’Economia nel 2018 la gestione dei migranti ci costerà 4,6...

CHRISTIANIA: l'ultima citta' europea LIBERA e AUTOGESTITA
CHRISTIANIA: l'ultima citta' europea LIBERA e AUTOGESTITA

-

La città se la città di Christiania ha spento oltre 40 candeline dalla sua fondazione, questo significa che quel tipo di modello sociale funziona, è applicabile e replicabile.
Un folto gruppo di anarchici, di artisti, squatters, hippie e libertari convinti...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati