Obama: democrazia in pericolo

(Palermo)ore 20:48:00 del 05/03/2017 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Editoria, Esteri

Obama: democrazia in pericolo

La conclusione era che “non bisognava abbassarsi al livello dei nostri nemici e mettere la vita dei civili in pericolo se non fosse assolutamente necessario”, così ha riferito il funzionario.

L’America ufficialmente dice di volerlo combattere e gli alleati arabi, ufficialmente, non sostengono più i miliziani del nuovo califfato. Ma qualcosa non torna: sarebbero bastate alcune giornata di bombardamenti intesi sulle milizie Isis – stile quelli condotti sulla Libia – per letteralmente annientare l’Isis. Invece, l’America ha dato sì avvio ai bombardamenti ma con il freno tirato; limitandosi a bombardamenti simbolici. E l’Isis infatti ha continuano ad espandere la sua influenza.

La politica è stata incolpata di aver permesso ai miliziani dello Stato Islamico di guadagnare forza e continuare a scatenare attacchi terroristici in tutta la regione ed oltre, secondo Royce e secondo gli ex comandanti militari che hanno parlato il Mercoledì sulle caranze nella campagna degli Stati Uniti diretta a combattere lo Stato Islamico.


“Sono stati impegnati per un totale di 12 mesi,  mentre che l’ISIS avanzava, senza utilizzare il potere aereo degli USA ed adesso i piloti tornano a parlare con noi e ci raccontano come i tre quarti del carico di bombe non potevano essere sganciate neanche quando avevano un obiettivo chiaro davanti a loro”, ha riferito Royce, non capisco questa strategia prchè questa ha permesso all’ISIS di essere in vantaggio e di poter contrattare.

Quando è stato richiesto un commento alle dichiarazioni di Royce, un funzionario del Pentagono ha difeso la politica di Obama ed ha detto che l’Esercito lavorava intensamente per evitare vittime civili.
La conclusione era che “non bisognava abbassarsi al livello dei nostri nemici e mettere la vita dei civili in pericolo se non fosse assolutamente necessario”, così ha riferito il funzionario.

Questo spiega perchè l’ISIS è divenuto tanto forte come oggi, per causa di Obama: lui non permetteva ai nostri militari di fare il loro lavoro ed adesso abbiamo l’ISIS che uccide la gente in tutto il mondo su base giornaliera.

Autore: Luca

Notizie di oggi
Essere contro il SISTEMA JUVE (non antijuventino) e' una questione morale: ECCO PERCHE'
Essere contro il SISTEMA JUVE (non antijuventino) e' una questione morale: ECCO PERCHE'
(Palermo)
-

Se davvero l’avversione per la Juve è perfino un fatto morale, un’esigenza etica – e per noi di un’altra generazione è stato come combattere tutta la vita il potere della Democrazia Cristiana – l’interrogativo che oggi si impone è se questa passione civil
È un fatto morale Se davvero l’avversione per la Juve è perfino un fatto...


(Palermo)
-


Tante chiacchiere e chiese sempre più vuote, già pronte per essere trasformate...

Cardinale africano con MILIONI in Svizzera: come mai il Papa non fa niente???
Cardinale africano con MILIONI in Svizzera: come mai il Papa non fa niente???
(Palermo)
-

L'Africa ha avuto ed ha la sua dose di tiranni con milioni all'estero, ultimo in data il tunisino Ben Ali che sembra abbia sistemato i fatti suoi e della moglie (famiglia Trivulsi) monopolisti per trentanni di tutte le attività remunerative esistenti in T
L'Africa ha avuto ed ha la sua dose di tiranni con milioni all'estero, ultimo in...

Lazio, messe le galline a smaltire i rifiuti umidi! SENZA VERGOGNA!
Lazio, messe le galline a smaltire i rifiuti umidi! SENZA VERGOGNA!
(Palermo)
-

Quando si dice che la necessità aguzza l’ingegno. Non è possibile conferire l’umido in discarica?
LE GALLINE CI SALVERANNO! - IL LAZIO È SOMMERSO DAI RIFIUTI, E IL SINDACO DI...

Amministrative 2017, la Destra stravince: RENZI DIMETTITI!
Amministrative 2017, la Destra stravince: RENZI DIMETTITI!
(Palermo)
-

Genova sarà ricordata come Bologna (1999, Guazzaloca). Ma le elezioni amministrative del 2017 potrebbero avere la stessa faccia delle Regionali del 2000, dopo le quali Massimo D’Alema rassegnò le dimissioni da presidente del Consiglio
Genova sarà ricordata come Bologna (1999, Guazzaloca). Ma le elezioni...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati