Non guarirai la Tua Depressione con gli Psicofarmaci...

(Milano)ore 08:11:00 del 09/08/2017 - Categoria: , Salute, Scienze

Non guarirai la Tua Depressione con gli Psicofarmaci...

L’UTILIZZO DI MASSA DI PSICOFARMACI NON IMPEDISCE ALLA DEPRESSIONE DI DIFFONDERSI SEMPRE PIÙ, MA CONTINUANO A PRESCRIVERLI. PER QUESTO, OCCORRE CAMBIARE STRADA

L’UTILIZZO DI MASSA DI PSICOFARMACI NON IMPEDISCE ALLA DEPRESSIONE DI DIFFONDERSI SEMPRE PIÙ, MA CONTINUANO A PRESCRIVERLI. PER QUESTO, OCCORRE CAMBIARE STRADA

Negli ultimi anni la depressione si sta diffondendo nei paesi occidentali in modo preoccupante.

Secondo alcune ricerche dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità, l’incremento consisterebbe addirittura nel 20, se non nel 30% delle persone.

Come si può facilmente dedurre, dal momento in cui c’è stato l’incremento delle persone affette da depressione, c’è stato anche un conseguente incremento dell’utilizzo di psicofarmaci e della somministrazione di essi da parte dei medici.

La ricerca negli ultimi 50 anni ha prodotto quattro diverse classi di psicofarmaci,che sono i triciclici, gli IMAO, gli SSRI tipo il Prozac, e gli  SNRI.

Nonostante la tipologia di questi antidepressivi dovrebbero curare la depressione,  la stessa si va diffondendo a macchia d’olio. Perché?

Perché in realtà, gli psicofarmaci, non curano il disturbo, ma solo i suoi sintomi .

Per questo motivo, gli psicofamaci possono essere addirittura pericolosi per il paziente, che si vedrà caduto in un altro circolo vizioso .

 In sostanza, la depressione è una situazione psicofisica e gli psicofarmaci si limitano ad a nasconderla.

La depressione

[video]

Sulla depressione, ci sarebbe molto da parlare , possiamo dire sinteticamente che rappresenta un segnale dolorosissimo, che qualcosa nella vita e nel rapporto con gli altri esseri, con noi stessi e con tutto ciò che ci circonda, non sta andando bene.

Per questo si tende a uno spegnimento psicofisico.

Cosa fare

Come accennato, gli psicofarmaci aiutano ad eliminare il segnale di depressione, ma non le cause stesse.

Il problema è che, in questo modo impediscono a chi soffre di percorrere quel percorso, anche se più doloroso, di reale guarigione.

Questo percorso è attivabile ad esempio attraverso la psicoterapia.

Dovremmo inoltre considerare che in realtà la depressione non esiste, ma esistono le persone depresse.

gli psicofarmaci non sono qualcosa di strettamente personalizzabile perché forniscono una risposta unica a situazioni molto diverse, ci possono essere svariate forme di persone depresse.

Un farmaco per ogni disturbo

In realtà il problema dell’assunzione facile di farmaci non riguarda soltanto gli psicofarmaci.

Questa tendenza è figlia della nostra epoca in cui per ogni disturbo, piccolo grande che sia, si ricorre alla medicina contemporanea per far corrispondere subito una soluzione veloce, con  il risultato di indebolire le difese naturali del sistema immunitario.

Scendendo nello specifico degli psicofarmaci, questi ultimi hanno effetti collaterali anche gravi come alterazioni del ciclo, dell’equilibrio sonno-veglia, del desiderio sessuale dell’appetito che vengono spesso sottovalutati.

Quando gli psicofarmaci possono aiutare?

Purtroppo in alcuni casi gli psicofarmaci risultano indispensabili perché aiutano durante le depressioni maggiori,  le crisi acute e gli stati di malessere molto profondi, che molto spesso possono sfociare in comportamenti disperati e autolesivi.

Queste forme di depressione però non superano il 1% della popolazione è malata, ma di psicofarmaci ne fanno uso tutti i malati di depressione.

Ovviamente è necessaria sempre la prescrizione medica di quei psicofarmaci necessari ed è altrettanto o forse è più raccomandabile, un reale percorso di psicoterapia, per non limitare l’intervento soltanto al occultazione dei sintomi.

Le vitamine

La medicina generale ha verificato più volte il ruolo importante delle vitamine per il trattamento di stress, depressione e ansia.

Da: QUI

Autore: Luca

Notizie di oggi
Dimagrire senza dieta ne' palestra e' possibile
Dimagrire senza dieta ne' palestra e' possibile
(Milano)
-

Per dimagrire bisogna mangiare bene e fare attività fisica. Facile a dirsi, un po' meno a farsi. Specie se si è molto pigri di indole e non si ha voglia di rinunciare alla buona tavola o di stravolgere le proprie abitudini.
Per dimagrire bisogna mangiare bene e fare attività fisica. Facile a dirsi, un...

ZAPATA PRINT: UN'IMPRONTA UMANA DI 290 MILIONI DI ANNI! QUALCOSA NON QUADRA
ZAPATA PRINT: UN'IMPRONTA UMANA DI 290 MILIONI DI ANNI! QUALCOSA NON QUADRA
(Milano)
-

Un’impronta umana ,lasciata quasi 299 milioni di anni fa,è stata rinvenuta su una roccia, che appartiene al Periodo Permiano da 299 a 251 milioni di anni fa,ed è stata scoperta nel Nuovo Messico. Ma, in quel periodo, non c’erano esseri umani sulla Terra,f
Un’impronta umana ,lasciata quasi 299 milioni di anni fa,è stata rinvenuta su...

Prevenire il Diabete con la dieta
Prevenire il Diabete con la dieta
(Milano)
-

Sempre più indizi sul fatto che un'alimentazione sana può aiutare a prevenire e anche, addirittura, a curare il diabete: un lavoro condotto dall'italiana Francesca Romana Mancini mostra che una dieta in cui abbondano cibi ricchi di antiossidanti (dalla ve
Sempre più indizi sul fatto che un'alimentazione sana può aiutare a prevenire e...

Come rimanere magri senza dieta
Come rimanere magri senza dieta
(Milano)
-

Avete mai invidiato qualcuno che mangia tutto quel che vuole e non prende un etto?
Avete mai invidiato qualcuno che mangia tutto quel che vuole e non prende un...

La sostanza cancerogena che diamo ANCHE AI BAMBINI
La sostanza cancerogena che diamo ANCHE AI BAMBINI
(Milano)
-

L’Efsa (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) ha stilato un rapporto in cui valuta i livelli di acrilammide e di altre sostanze nocive nel cibo (2015-2016).
L’Efsa (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) ha stilato un rapporto in...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati