Ndrangheta in Lombardia: 'Se ti chiedono un favore non puoi dire di NO'!

(Milano)ore 21:27:00 del 29/09/2017 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Sociale

Ndrangheta in Lombardia: 'Se ti chiedono un favore non puoi dire di NO'!

Un solo grado di separazione fra ‘ndrangheta e vertici politici in Lombardia. Si chiama Antonino Lugarà, tra i più noti costruttori di Seregno, importante comune brianzolo.

Un solo grado di separazione fra ‘ndrangheta e vertici politici in Lombardia. Si chiama Antonino Lugarà, tra i più noti costruttori di Seregno, importante comune brianzolo. Da un lato Lugarà organizza incontri a cui partecipano Mario Mantovani(Forza Italia, già vicepresidente della Regione Lombardia, legatissimo a Silvio Berlusconi e Roberto Formigoni), Massimo Ponzoni (ex assessore regionale, anche lui di Forza Italia coinvolto in una miriade di casi giudiziari), Edoardo Mazza(sindaco di Seregno, anche lui di Forza Italia, sostenuto anche dalla Lega nord), nonché importanti dirigenti sanitari, come Giorgio Scivoletto (direttore dell’Asl 1 della Lombardia, vicino a Mantovani). Dall’altro si rivolge a esponenti della criminalità organizzata per dirimere controversie d’affari e, in un caso, per cercare di recuperare gioielli sottratti da ladri ignoti in casa della figlia. Tra i personaggi che incontra c’è anche Giuseppe Morabito, nipote del celeberrimo capo della ‘ndrangheta di Africo Giuseppe Morabito, ‘u tiradrittu. E figlio di Domenico, ammazzato nel paesino aspromontano nel 1996, mentre si trovava sull’auto dei carabinieri che gli avevano appena messo le manette.

Ndrangheta Lombardia non esiste. Maroni, il successore di tal Formigoni, dixit. Il ceto politico in Italia vive e convive con le varie organizzazioni malavitose. Ogni giorno le cronache c'è ne danno notizie e conferme. Se circa un terzo degli elettori vota i 5 stelle e spera nella lotta alla corruzione, viene tacciato di populismo. Al populismo che ancora tiene in vita questi corrotti e corruttibili preferisco l'estrema ratio. A chi invoca la forbice per avere consensi e fare loschi affari, riserverei la ghigliottina.

In Svizzera fino a qualche decennio fa' votavano solo gli uomini, che era una discriminazione se pur da sempre un paese ottimamente amministrato. Ora da un po' di anni votano pure le donne, non solo, ma fanno spesso dei referendum per: se fare o no una galleria per il rispetto dell'ambiente, per il numero degli immigrati, per i frontalieri che una parte di persone pensano che ci rubano il lavoro, per smantellare una vecchia centrale atomica, per la scuola, per la sanita', e persino sulla tassazione ecc. Mentre in Italia non si riesce MAI a combinare un bel niente, perche' ? perche' ci sono centinaia di ALFANO e RENZI che dettano il da farsi a loro piacimento, ma vi pare possibile andare avanti con questo andazzo nel terzo millennio ?!

E nel mezzo un popolo nella miseria. Ecco perché distruggerlo definitivamente con una migrazione forzata. Oramai siamo incapaci di riprenderci la sovranità rubata. Game over signori.

Autore: Luca

Notizie di oggi
Non e' vita lavorare ogni domenica, commessa si licenzia dopo 20 anni
Non e' vita lavorare ogni domenica, commessa si licenzia dopo 20 anni
(Milano)
-

La leader del movimento “Domenica no grazie, Tiziana D’Andrea, racconta delle telefonate che riceve dalle ex colleghe che denunciano condizioni di lavoro inaccettabili
“Lavorare tutte le domeniche mi ha stravolto la vita. Dopo 20 anni di lavoro...

Bavaglio al web dall'Ue: vietato diffondere POST dei BLOG
Bavaglio al web dall'Ue: vietato diffondere POST dei BLOG
(Milano)
-

Il 12 settembre il Parlamento Europeo ad ampia maggioranza ha approvato la legge sul copyright.
Il 12 settembre il Parlamento Europeo ad ampia maggioranza ha approvato la legge...


(Milano)
-


"Gli svedesi hanno votato liberamente e democraticamente, e siamo fiduciosi...

5G e aumento tumori: il pericolo esiste ed è fondato
5G e aumento tumori: il pericolo esiste ed è fondato
(Milano)
-

Mondiale, la posta in ballo è straordinariamente alta. Non solo nel business, ma nella tutela della salute pubblica
Mondiale, la posta in ballo è straordinariamente alta. Non solo nel business, ma...

AUTOSTRADE ELETTRICHE: per una volta Italia PRIMA DI TUTTI?
AUTOSTRADE ELETTRICHE: per una volta Italia PRIMA DI TUTTI?
(Milano)
-

In Italia arrivano le autostrade elettrificate, ecco come i camion viaggeranno a zero impatto ambientale
La sperimentazione interesserà un tratto di 6 km della A35 Brebemi e i camion...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati