Napolitano lascia: ritornano gli zombie parassiti

LATINA ore 10:01:00 del 17/01/2015 - Categoria: Politica

Napolitano lascia: ritornano gli zombie parassiti

Napolitano lascia: ritornano gli zombie parassiti | L’analisi di Italiano Sveglia

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha abdicato. Sebbene la notizia era nell’aria, le forze politiche sono già all’erta per scegliere un nome che faccia gli interessi delle proprie fazioni ( e non dell’Italia onesta e bisognosa ).

In attesa di verificare se la loro silouette combacia con quella immaginata da Renzi e Berlusconi, i quattro candidati si danno da fare, ognuno a suo modo. Pier Ferdinando Casini, ad esempio, l'unico in quanto ex presidente della Camera ad avere un curriculum istituzionale di rilievo, è pure l'unico a sfidare la scaramanzia e farsi vedere in giro. È stato tra i primi infatti a precipitarsi a Palazzo Giustiniani per dare il benvenuto alla matricola Giorgio Napolitano, con tanto di photo-opportunity e di sorriso senatoriale a favore di telecamera.

Casini spera, incoraggiato dal via libera arrivato da una persona molto vicina a Silvio Berlusconi, e cioè Francesca Pascale. Per lui sta lavorando il segretario dell'Udc Lorenzo Cesa, impegnato in una delicata mediazione tra i tanti cespugli centristi, con l'idea uscire dall'irrilevanza mettendo insieme una «massa critica» di voti. «I dissidi tra destra e sinistra non fanno bene al Paese - spiega Cesa -, ne minano le fondamenta. Servono senso di responsabilità e convergenza verso una personalità significativa». E c'è di più. Martedì sera, alla vigilia delle dimissioni del capo dello Stato, una cinquantina di parlamentari di area cattolica si sono riuniti da Scusare il ritardo , un ristorante dietro il Pantheon. Tra una mozzarella e un carciofo alla giudia, sotto la regia di Beppe Fioroni e con il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini come ospite d'onore, i catto-dem avrebbero masticato e digerito un loro candidato per la presidenza della Repubblica.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Chi finanzia il M5S?
Chi finanzia il M5S?

-

Trasparenza, questa sconosciuta. Il MoVimento 5 Stelle, la forza politica che ha conquistato il consenso di più di un quarto dell’elettorato italiano promettendo di trasformare le istituzioni in una casa di vetro, predica bene e razzola male
TRASPARENZA, QUESTA SCONOSCIUTA. IL MOVIMENTO 5 STELLE, LA FORZA POLITICA CHE HA...

Le ragioni per cui NON VOTARE e' una scelta sacrosanta, OGGI COME OGGI
Le ragioni per cui NON VOTARE e' una scelta sacrosanta, OGGI COME OGGI

-

Il voto, come non il voto, sono sempre significativi. In astratto vale l'argomento che chi non vota lascia decidere agli altri, ma non vuol dire che il suo non-voto non abbia significato, perché ogni presa di posizione è significativa per il politico
Il voto, come non il voto, sono sempre significativi. In astratto vale...

La tua banca e' in crisi? Ti Bloccano il Conto Corrente!
La tua banca e' in crisi? Ti Bloccano il Conto Corrente!

-

Sarà senz’altro per il caldo, ma la notizia è sfuggita praticamente a tutti, sebbene la fonte fosse molto autorevole: la Reuters.
Sarà senz’altro per il caldo, ma la notizia è sfuggita praticamente a tutti,...

La Pressione Fiscale Reale? IL 50% LO DAI ALLO STATO LADRO!!! DIFFONDI!
La Pressione Fiscale Reale? IL 50% LO DAI ALLO STATO LADRO!!! DIFFONDI!

-

Secondo al Cgia il dato reale della pressione fiscale si attesta intorno al 48,8 per cento. Una vera e propria mazzata sulle famiglie
Secondo al Cgia il dato reale della pressione fiscale si attesta intorno al 48,8...

Abolizione Stipendi d'oro alla Camera? Col *****!!! ENNESIMA TRUFFA
Abolizione Stipendi d'oro alla Camera? Col *****!!! ENNESIMA TRUFFA

-

Tutti i problemi finanziari dell'Italia sono causati da due categorie che in questi anni hanno saccheggiato a man bassa il bilancio dello Stato: i dipendenti pubblici (compresi i politici) e i pensionati retributivi.
I dipendenti di Camera e Senato torneranno presto a incassare i loro stipendi...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati