Napolitano e intercettazioni: cosa sapere

(Roma)ore 08:33:00 del 27/05/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce, Politica

Napolitano e intercettazioni: cosa sapere

Sarebbe opportuno fare delle indagini statistiche per sapere se noi ITALIANI condividiamo questa politica di accoglimento.

“Come in Austria o in Francia ci sono partiti di destra nati su tematiche tradizionali di destra e ora caratterizzati dall’antieuropeismo – ha tuonato il presidente emerito della Repubblica – in Italia abbiamo la Lega, la principale espressione di posizioni xenofobe, nazionalistiche e ora anti europeiste”. I capigruppo del Carroccio Gian Marco Centinaio e Massimiliano Fedriga sono subito insorti preannunciando una denuncia per l’ex capo dello Stato.

A QUASI 90 ANNI È ORA CHE NON ROMPA PIÙ E SI RITIRI SU UN'ISOLA DESERTA ,SENZA PIÙ FAR DANNI, CHE NE HA GIÀ FATTI ABBASTANZA, COME COMUNISTA E COME PEGGIOR PDR.

“È una infamia!”. I leghisti non hanno certo preso bene l’attacco di Napolitano. Perché, come spiegano anche Centinaio e Fedriga, il termine xenofobia significa “paura del diverso”. “Noi – ci tengono a sottolineare i capigruppo del Carroccio – non abbiamo paura proprio di nessuno, vogliamo solo difendere la nostra gente, per questo rigettiamo questa infamia”. Per questo hanno dato mandato ai legali di valutare come procedere contro l’ex capo dello Stato.

Napolitano attacca la Lega: “È la principale espressione in Italia di xenofobia e anti-Ue”. Il Carroccio: “È un’infamia, lo denunciamo”

“Questo sconvolgimento – ha sottolineato il presidente emerito – si è verificato anche per la nascita di nuovi partiti anti europeisti, ma questo non è stato vero ovunque. Ci sono stati vecchi partiti della destra che hanno assunto nuovi connotati anti europeisti”. E tra questi il Front National in Francia, i Freheilichen in Austria e la Lega in Italia. Ma per Napolitano la “profonda crisi della forze tradizionali” non è causato dall’affermazione dei partiti anti-europeisti, piuttosto il secondo fenomeno è conseguente a primo. Per questi partiti tradizionali, legati al socialismo e al Ppe, si registra “un fenomeno di perdita di radici, di rapporti con l’elettorato, fenomeni di immeschinimento della politica di questi partiti mammut”.

“I soldi che ricaveremo li daremo in beneficenza a associazioni che si occupano di anziani bisognosi”. Il Pd ha, invece, fatto immediatamente quadrato intorno a Napolitano alzando i toni dello scontro. “Voi siete xenofobi – commenta Gero Grassi, vicepresidente del gruppo Pd – è quello che diciamo tutti, quello che dicono milioni di italiani. Denunciateci tutti”.

NAPOLITANO DENUNCIATO! ECCO COSA SI E’ PERMESSO DI DIRE IL PARASSITA AL SERVIZIO DELLA MASSONERIA MONDIALE

Parla a nome della sua badante sto vecchio POLITICANTE? Alla sua età dovrebbe farsi da parte e non interloquire,perchè il suo mondo è ancora legato al passato. Invece di parlare in nome dei partiti dovrebbe chiedersi cosa gli ITALIANI pensano al riguardo dell'immigrazione e dei privilegi che ancora gode abbondantemente senza aver mai lavorato. Sarebbe opportuno fare delle indagini statistiche per sapere se noi ITALIANI condividiamo questa politica di accoglimento.

“Napolitano dovrebbe essere ricoverato, non sa più quello che dice – sbotta Matteo Salvini – straparla e mi spiace che prenda uno stipendio dello Stato Italiano”. Le parole di Napolitano hanno fatto infuriare tutti i leghisti aprendo un nuovo scontro politico. Secondo l’ex capo dello Stato, infatti, l’integrazione dei Paesi Ue può arrivare soltanto“dall’europeizzazione della politica e dei partiti”. “Uno dei problemi di fondo – ha sottolineato – è che abbiamo integrato molto ma abbiamo lasciato la politica confinata nei confini nazionali, spesso asfittici, con rigurgiti neo-nazionalistici”. “Siamo in una situazione – ha proseguito – di indebolimento, usura e sconvolgimento dei partiti a lungo dominanti, ed è stata sconvolta la dialettica politica”.

Autore: Carmine

Notizie di oggi
FMI avverte: Italia deve aumentare TASSE su case e consumi
FMI avverte: Italia deve aumentare TASSE su case e consumi
(Roma)
-

Per il Fondo Monetario Internazionale, l’Italia dovrebbe prioritariamente porre in essere azioni per risanare i conti pubblici
Per il Fondo Monetario Internazionale, la priorità per l'Italia deve essere il...

Italia: una Repubblica fondata sulla STRAGE sul lavoro (grazie al JOBS ACT)
Italia: una Repubblica fondata sulla STRAGE sul lavoro (grazie al JOBS ACT)
(Roma)
-

Uno stillicidio di omicidi bianchi difficile da raccontare. Giuseppe Greco, un 51enne di Isola Capo Rizzuto, e Kiriac Dragos Petru, un romeno di 35 anni, residente a Rocca di Neto, sono rimasti uccisi dal crollo di un vecchio muro di contenimento in un ca
Uno stillicidio di omicidi bianchi difficile da raccontare. Giuseppe Greco, un...

Il VERO motivo per cui tutti vogliono la testa di Assad
Il VERO motivo per cui tutti vogliono la testa di Assad
(Roma)
-

Assad è un pericolosissimo dittatore, come lo erano Saddam Hussein e Gheddafi, e su questo non c’è alcun dubbio. Ma la sua destituzione nasconde interessi che vanno molto oltre a ciò che vuole farci credere l’informazione occidentale.
Assad è un pericolosissimo dittatore, come lo erano Saddam Hussein e Gheddafi, e...

Cosenza: 'la mia casa pignorata? Finita in mano ai PM!'
Cosenza: 'la mia casa pignorata? Finita in mano ai PM!'
(Roma)
-

La sua casa finisce all’asta e ad acquistarla è un magistrato onorario che opera nello stesso circondario, quello di Cosenza.
La sua casa finisce all’asta e ad acquistarla è un magistrato onorario che opera...

Rapporto OPAC sulla Siria: Armi Chimiche INESISTENTI in quegli edifici
Rapporto OPAC sulla Siria: Armi Chimiche INESISTENTI in quegli edifici
(Roma)
-

Alcuni giorni fa USA, Francia e l’Inghilterra hanno lanciato un attacco missilistico contro alcuni obiettivi in Siria sganciando ben 105 missili tra cui missili Tomahawk lanciati dal mare e bombe Jassm lanciate dai caccia bombardieri.
L’ OPAC (Organizzazione per la proibizione delle Armi Chimiche) aveva...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati