Mussolini: ecco i messaggi segreti

(Milano)ore 18:11:00 del 02/09/2016 - Categoria: Cultura, Curiosità

Mussolini: ecco i messaggi segreti

Il fatto che questo testo fosse stato nascosto sottolinea infatti la volontà di lasciare un documento non per i presenti (il monumento è del 1932) ma per le generazioni future.

 

Secondo Dr Reitz-Joosse la scelta del latino, come riferisce la Bbc, è motivata dalla necessità di  “utilizzare un linguaggio del passato per disegnare un collegamento fra impero romano e ascesa del Fascismo” e al contempo per la necessità di rilanciare la lingua latina come lingua del Fascismo.

Benito Mussolini viene descritto come un “nuovo imperatore romano salvatore del popolo” e nella seconda e terza parte della pergamena vengono sottolineate l’organizzazione dei Balilla e la costruzione del Foro italico. Il testo utilizza un “linguaggio biblico”, come appunto “salvatore del popolo italiano”.

 

Come riporta l’Huffington Post, in quella pergamena, spiegano gli studiosi, c’è un inno al Fascismo, alla sua storia, al dittatore stesso e soprattutto c’è l'”eredità del Fascismo per il futuro”.

E’ in uscita in questi giorni il testo Codex Fori Mussolini: un testo in inglese e latino realizzato da Han Lamers e Bettina Reitz-Joosse e pubblicato da Bloomsbury che prova a far luce su una pergamena nascosta nella base dell’obelisco di Mussolini a Roma. Un messaggio ai posteri nascosto sotto l’Obelisco, quello con la scritta Dux che il presidente della Camera Laura Boldrini suggeriva di cancellare.

Il fatto che questo testo fosse stato nascosto sottolinea infatti la volontà di lasciare un documento non per i presenti (il monumento è del 1932) ma per le generazioni future. Scritto in latino su una pergamena è stato nascosto con altri cimeli e tesori. Nel testo vengono esaltate le gesta di Mussolini e del Fascismo. Bettina Reitz-Joosse e Han Lamers hanno per primi tradotto e studiato in dettaglio ogni riga di quella pergamena. Il testo è stato pensato dai Fascisti per lasciare un “conto delle loro azioni per le generazioni future”. Scritto da Aurelio Giuseppe Amatucci e diviso in tre parti, parla di un Mussolini  salvatore della Patria per “rigenerare il paese attraverso la sua intuizione sovrumana e risolutezza”.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Il Napoli di Sarri sta rivoluzionando l'idea di Calcio: portatore di idee e filosofie finalmente nuove
Il Napoli di Sarri sta rivoluzionando l'idea di Calcio: portatore di idee e filosofie finalmente nuove
(Milano)
-

Stop al televoto, non serve più, ha già vinto il quarto goal del Napoli, il quarto segreto racchiuso nell’oceano che inonda i luoghi comuni.
Stop al televoto, non serve più, ha già vinto il quarto goal del Napoli, il...

Soffri di complesso di inferiorita'? Fatti queste domande...
Soffri di complesso di inferiorita'? Fatti queste domande...
(Milano)
-

Tutti facciamo comparazioni. Infatti, la comparazione è una delle attività fondamentali del pensiero. Fin da bambini apprendiamo a conoscere il mondo attraverso la comparazione.
Tutti facciamo comparazioni. Infatti, la comparazione è una delle attività...

Anno 2040: popolazione controllata, schiava e senza diritti
Anno 2040: popolazione controllata, schiava e senza diritti
(Milano)
-

Governava a livello planetario una ristretta cerchia di personaggi, con a capo un comandante supremo che rispondeva al nome di Nigel Wilson Orwell.
CORREVA L'ANNO 2040, LA POPOLAZIONE MONDIALE AVEVA ORMAI SUPERATO I DIECI...

La Mafia e' stata ESERCITO DELLA CIA. ECCO LE PROVE SHOCK
La Mafia e' stata ESERCITO DELLA CIA. ECCO LE PROVE SHOCK
(Milano)
-

Si arriva alle stragi del 92, due magistrati siciliani stavano arrivando alle alte sfere del connubio stato mafia, l’esplosivo utilizzato in ambedue le stragi era di tipo militare e di produzione americana o inglese; un’altra incredibile coincidenza.
Nel 1942 la guerra pendeva dalla parte dei nazifascisti, il presidente degli...

S'innamorano ad Auschwitz, si credono morti e si ritrovano 39 anni dopo
S'innamorano ad Auschwitz, si credono morti e si ritrovano 39 anni dopo
(Milano)
-

S’innamorano ad Auschwitz, si credono morti e si ritrovano 39 anni dopo
S’innamorano ad Auschwitz, si credono morti e si ritrovano 39 anni...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati