Movimento Cinque Stelle: addirittura 35 addii, un record incredibile

MODENA ore 10:50:00 del 29/01/2015 - Categoria: Politica

Movimento Cinque Stelle: addirittura 35 addii, un record incredibile

Movimento Cinque Stelle: addirittura 35 addii, un record incredibile | L’analisi di Italiano Sveglia

Un movimento politico che è nato sulle onde dell’entusiasmo di giovani e meno giovani sta piano piano scomparendo dalla scena Politica italiana. Chi ha votato Cinque Stelle una volta, difficile che lo farà una seconda. Ecco gli addii dal loro insediamento in Parlamento.

Trentacinque addii da inizio legislatura nelle file dei 5 Stelle. Da marzo ad oggi, sono andati via 18 deputati e 17 senatori. I primi a lasciare Alessandro Furnari e Vincenza Labriola. Poi via via tutti gli altri, tra espulsioni e allontanamenti volontari. Numeri alla mano, il Movimento di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio ha perso il 21,47% degli eletti: in media quasi due al mese. Nello specifico, i 5 Stelle hanno perso il 31,48% dei senatori e il 16,51% dei deputati.

Oggi il giorno più nero, con 9 addii in un colpo solo. Lasciano 9 deputati, ma presto a Mara Mucci, Walter Rizzetto, Tancredi Turco, Aris Prodani, Samuele Segoni, Eleonora Bechis, Marco Baldassarre, Sebastiano Barbanti, Gessica Rostellato, seguirà l’addio al Senato di Francesco Molinari, già oggi dato in uscita. Il senatore calabrese, che già ieri è uscito da tutte le chat dei 5 Stelle facendo suonare il campanello d’allarme tra i colleghi, vorrebbe attendere l’elezione del Presidente della Repubblica per voltare pagina e lasciare il gruppo.  "Noi vogliamo cambiare l'Italia e farlo con coerenza e responsabilita'. Noi per questo lavoriamo". Cosi' la deputata Mara Mucci ha Annunciato in conferenza stampa alla Camera l'addio al Movimento 5 stelle di 10 parlamentari. "Il Movimento e' nato per cambiare le cose - ha spiegato - e per questo oggi abbiamo rassegnato le dimissioni dal gruppo. Tra non capire e rimanere in silenzio abbiamo scelto di ribellarci ancora una volta".

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Chi finanzia il M5S?
Chi finanzia il M5S?

-

Trasparenza, questa sconosciuta. Il MoVimento 5 Stelle, la forza politica che ha conquistato il consenso di più di un quarto dell’elettorato italiano promettendo di trasformare le istituzioni in una casa di vetro, predica bene e razzola male
TRASPARENZA, QUESTA SCONOSCIUTA. IL MOVIMENTO 5 STELLE, LA FORZA POLITICA CHE HA...

Le ragioni per cui NON VOTARE e' una scelta sacrosanta, OGGI COME OGGI
Le ragioni per cui NON VOTARE e' una scelta sacrosanta, OGGI COME OGGI

-

Il voto, come non il voto, sono sempre significativi. In astratto vale l'argomento che chi non vota lascia decidere agli altri, ma non vuol dire che il suo non-voto non abbia significato, perché ogni presa di posizione è significativa per il politico
Il voto, come non il voto, sono sempre significativi. In astratto vale...

La tua banca e' in crisi? Ti Bloccano il Conto Corrente!
La tua banca e' in crisi? Ti Bloccano il Conto Corrente!

-

Sarà senz’altro per il caldo, ma la notizia è sfuggita praticamente a tutti, sebbene la fonte fosse molto autorevole: la Reuters.
Sarà senz’altro per il caldo, ma la notizia è sfuggita praticamente a tutti,...

La Pressione Fiscale Reale? IL 50% LO DAI ALLO STATO LADRO!!! DIFFONDI!
La Pressione Fiscale Reale? IL 50% LO DAI ALLO STATO LADRO!!! DIFFONDI!

-

Secondo al Cgia il dato reale della pressione fiscale si attesta intorno al 48,8 per cento. Una vera e propria mazzata sulle famiglie
Secondo al Cgia il dato reale della pressione fiscale si attesta intorno al 48,8...

Abolizione Stipendi d'oro alla Camera? Col *****!!! ENNESIMA TRUFFA
Abolizione Stipendi d'oro alla Camera? Col *****!!! ENNESIMA TRUFFA

-

Tutti i problemi finanziari dell'Italia sono causati da due categorie che in questi anni hanno saccheggiato a man bassa il bilancio dello Stato: i dipendenti pubblici (compresi i politici) e i pensionati retributivi.
I dipendenti di Camera e Senato torneranno presto a incassare i loro stipendi...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati