Mondo poligamia: la situazione in Italia

PISA ore 20:30:00 del 23/02/2015 - Categoria: Sesso, Sociale

Mondo poligamia: la situazione in Italia

Mondo poligamia: la situazione in Italia. Ecco l’analisi giuridico-sessuale di Donna cerca uomo

Poligamia, ecco la vera situazione in Italia. L'equilibrio fra legalità e cultura nella poligamia potrebbe esserlo solo quando la legge italiana accetterà questa nuova forma di nucleo famigliare. Ci spieghiamo meglio; non siamo contrari alla poligamia se tutte le parti sono coscienti di quanto fanno. Siamo, invece, contrari al fatto che non si rispetti la legge. E la chiarezza della legge a tale merito è inopinabile. Quindi l'equilibrio fra legalità e cultura in questo caso ci sarà solamente quando la legge italiana la riconoscerà. Fino ad allora, secondo noi, la poligamia andrebbe vissuta in Italia come una forma di convivenza.

Intendiamo dire che solo una di queste mogli verrà riconosciuta, le altre no perché la legge non lo permette. Quindi potranno stare assieme al marito ma senza un riconoscimento legale... Lo sappiamo bene, magari è brutto dirlo, ma ora come ora le mogli non riconosciute legalmente vanno equiparate ad una relazione extraconiugale del marito perché la legge non prevede altre forme. Quando lo permetterà allora sarà opportuno stilare una serie di norme e regole che garantiscano diritti a queste mogli e attribuiscano dei precisi doveri al marito nei loro confronti e nei confronti degli eventuali figli che nasceranno.

L'equilibrio sta tutto nell'intelligenza umana. In Italia è vietata la poligamia, nel senso che non ci si può sposare, ma un immigrato sposato all'estero e residente in Italia dovrà per forza di cose vivere insieme alle mogli. La legge italiana si dice Laica sotto certi aspetti, ma nella realtà dei fatti è profondamente legata al consenso Vaticano, quindi uno stato Laico dovrebbe avere fondamentalmente libertà di Culto, se poi avere o no piu' mogli rientra nella sfera Politica questo è argomento che dovrà essere discusso in adeguata sede.

Lo stato italiano riconosce un coniuge solo per volta, che ha diritti e doveri. Visto che poi in Italia vige uno stato assistenzialista e per uno che lavora, tutti gli altri, 4 mogli e una vagonata di figli , finirebbero sul conto della collettività. Case popolari, asili, assegni, servizi sociali, scuola etc. Più passa il tempo più siamo contrari al ricongiungimento familiare.

FONTE: DONNA CERCA UOMO

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Le Iene: cosa c'e' dietro i VACCINI OBBLIGATORI. VIDEO
Le Iene: cosa c'e' dietro i VACCINI OBBLIGATORI. VIDEO

-

Walter Ricciardi è il Presidente dell’Istituto superiore di Sanità che si occupa di ricerca, sperimentazione, controllo della salute pubblica in Italia.
Walter Ricciardi è il Presidente dell’Istituto superiore di Sanità che si occupa...

MIUR: meno compiti per le vacanze per stare di piu' in famiglia
MIUR: meno compiti per le vacanze per stare di piu' in famiglia

-

Meno compiti per le vacanze e più tempo con le famiglie.
Meno compiti per le vacanze e più tempo con le famiglie. A dirlo è il ministro...

Il sesso con l'ex fa bene alla salute: ecco lo studio!
Il sesso con l'ex fa bene alla salute: ecco lo studio!

-

Il sesso con l'ex fa bene alla salute. Lo rivela una ricerca scientifica secondo cui fare l'amore con l'ex partner favorisce la salute del corpo e della mente
Il sesso con l’ex fa bene alla salute. Sembra incredibile, ma ad affermarlo è...

Sondaggi: 6 italiani su 10 NON vogliono l'immigrazione
Sondaggi: 6 italiani su 10 NON vogliono l'immigrazione

-

Censis: sei italiani su dieci non vogliono l’immigrazione
Sei italiani su dieci non vogliono immigrati extracomunitari, il 45% non ne...

Sesso allarme dopo 5 anni di relazione: 1 coppia su 3 non lo fa!
Sesso allarme dopo 5 anni di relazione: 1 coppia su 3 non lo fa!

-

Coppie senza intimità: tra quelle che stanno insieme da almeno 5 anni, il 34% non ha più vita sessuale oppure ha una vita sessuale molto sporadica
Nelle coppie che stanno insieme da almeno 5 anni, il 34% non ha più vita...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati