Mondo dei giochi: ecco tutte le bufale sulla violenza

VIBO VALENTIA (Vibo Valentia)ore 21:27:00 del 14/02/2015 - Categoria: Sociale, Tecnologia, Videogames

Mondo dei giochi: ecco tutte le bufale sulla violenza

Mondo dei giochi: ecco tutte le bufale sulla violenza. Smontiamo una per una ogni teoria discriminante verso i videogiochi

Essendo una vera e propria forma d’arte non vediamo per quale motivo sui videogames debba esserci così tanta strumentalizzazione. I videogiochi, in realtà, hanno la capacità di sviluppare l'intelligenza generale di un individuo: logica, creatività, capacità di problem solving, tempi di reazione, ecce cc ecc...Maria Rita Parsi, una delle migliori psicologhe e psicoterapeute italiane, alla questione "i videogiochi violenti fanno male?" ha risposto dicendo che essere convinti di questa cosa è da veri sciocchi, perché queste affermazioni sono dette al vento in quanto non esiste studio scientifico che dimostra questa cosa, l'unica cosa di cui preoccuparsi è di rispettare il PEGI, cioè l'età consigliata.

Christopher Ferguson, altro grande psicologo, coinvolto nella questione, ha detto:" Non è stato possibile dimostrare in alcun modo un incremento di comportamento violento nell'esame degli utenti dei succitati videogiochi. "Ha pure aggiunto che ormai i videogiochi godono di una tale diffusione che accusarli di queste cose è surreale come accusare di comportamenti violenti i produttori di scarpe da ginnastica. Ma non è tutto, ha anche detto questo: "Lo psicologo infatti accusa apertamente i giornali e i telegiornali di ritenere i videogiochi violenti colpevoli di comportamenti violenti solo per cercare un capro espiatorio, specialmente quando si accusano persone di un determinato ceto sociale o anche di una precisa razza:il 95% dei giovani gioca ai videogiochi ma se uno viene accusato di comportamenti violenti per questo motivo, se l'ambiente è popolato da più razze, ad esempio bianchi-neri, bianchi-marocchini, marocchini-neri e via dicendo, si accusa più volte la persona appartenente alla razza non tipica dell'ambiente ,come appunto gli stranieri in Italia, i neri negli Stati Uniti o una persona bianca in un ambiente africano o asiatico, basta solo trovare un videogioco in casa sua e magicamente ecco perché si comporta in Maniera violenta!"

A conferma di ciò, in Italia il TG1, Striscia la notizia ed altri vari programmi IGNORANTI hanno accusato i videogiochi violenti di aver spinto Breivik, un uomo appunto bianco, di aver compiuto quella strage in Norvegia solo perché ne era appassionato e non perché era un uomo estremista, razzista e fanatico religioso, oppure Seung-Hui Cho, passato alla storia per il massacro nel Virginia Tech negli Stati Uniti e subito accusato dai media di essere appassionato di videogiochi violenti per scoprire in seguito che non era per niente un appassionato di videogiochi ma era invece un uomo con problemi psicologici.

Infine, perché solo i videogiochi violenti e non anche i film violenti vengono accusati di essere responsabili di comportamenti violenti? Al cinema abbiamo visto film come Scarface e quelli di Martin Scorsese che contengono scene che sono tra le più brutali dell'intero mondo cinematografico, ma invece vengono più lodati che criticati, perché? Cari genitori, DOVETE SMETTERLA con queste convinzioni moraliste, se si diventa criminali solo perché si gioca ai videogiochi violenti, non osiamo immaginare a quali videogiochi hanno giocato Hitler, Mussolini, Bin Laden e i boss delle varie organizzazioni mafiose.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Prima gli Italiani? Una cosa NORMALE, fatta passare per un ABOMINIO...
Prima gli Italiani? Una cosa NORMALE, fatta passare per un ABOMINIO...
(Vibo Valentia)
-

La giusta priorità: prima i connazionali poi gli stranieri, prima i vecchi e i bambini poi gli adulti, prima i capaci e i meritevoli poi gli altri, prima chi tutela l'ordine e la sicurezza poi chi li mette a rischio, prima gli onesti poi i delinquenti, pr
La giusta priorità: prima i connazionali poi gli stranieri, prima i vecchi e i...

Fifa 18, cosa sapere
Fifa 18, cosa sapere
(Vibo Valentia)
-

Fifa 18 (la cui demo è ora disponibile per il download) si conferma nuovamente una grandiosa rappresentazione del calcio videoludico proprio perché riesce a riprodurre perfettamente l'essenza stessa di questo sport, sia dentro che fuori dal terreno di gio
Di una cosa siamo assolutamente certi: i ragazzi di Electronic Arts sono dei...

Siri o il tuo speak intelligente...nel tuo salotto!
Siri o il tuo speak intelligente...nel tuo salotto!
(Vibo Valentia)
-

Alexa, Google Assistant, ma anche Siri e Cortana: gli assistenti vocali diventano una presenza fissa nel tuo salotto
Alexa di Amazon e Assistant di Google, poi Cortana di Microsoft e Siri di Apple....

I segnali per riconoscere l'invidioso che si nasconde
I segnali per riconoscere l'invidioso che si nasconde
(Vibo Valentia)
-

COME RICONOSCERE UN INVIDIOSO - È uno dei vizi capitali. Non il più odioso forse – anche se dipende dai punti di vista – ma di sicuro uno dei più insopportabili, quando ci si trova dalla parte di chi lo subisce.
COME RICONOSCERE UN INVIDIOSO - È uno dei vizi capitali. Non il più odioso forse...

483 milioni di lire spesi dal Vaticano per allontanare EMANUELA ORLANDI
483 milioni di lire spesi dal Vaticano per allontanare EMANUELA ORLANDI
(Vibo Valentia)
-

Un documento choc esce dalla Santa Sede. È il cuore di un libro-inchiesta di Emiliano Fittipaldi, “Gli impostori”. Se è vero, apre squarci clamorosi sulla vicenda della ragazzina scomparsa nel 1983. Se falso, segnala uno scontro di potere senza precedenti
Prima di consegnarmi i documenti, la fonte aveva tergiversato per settimane. Nei...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati