Miner Meltdown, guida

(Bari)ore 13:30:00 del 12/08/2017 - Categoria: , Videogames

Miner Meltdown, guida

Sistemiamo la faccenda sottoterra Durante la creazione della nostra stanza potremo scegliere tra 3 diverse modalità di gioco:  Diamond Rush, in cui dovremo raccogliere e depositare più diamanti rispetto agli avversari; Deathmatch, classica modalità in cu

Per riuscire a farsi notare nel vastissimo mercato indie, una buona tattica può essere quella di prendere un aspetto che può sembrare noioso nella vita reale, apportare le dovute modifiche sopra e realizzarci un videogioco sopra. In Miner Meltdown avviene esattamente questo: scontri tra squadre di minatori a suon di picconate, armi da fuoco e granate.
Andiamo a lavorar...
Il titolo realizzato dai Mighty Pebble Games Inc è un titolo multiplayer a squadre, dove appunto interpreteremo dei folli minatori alla ricerca di oro e con la voglia di essere il miglior gruppo che si sia mai avventurato sotto terra. Tutto è permesso: i livelli sono generati casualmente ad ogni partita e sono quasi interamente distruggibili, permettendoci di creare le strade migliori per arrivare ai nostri obiettivi più facilmente; proprio per questo avremo a disposizione, oltre al nostro fidato piccone ed una spada, anche di una corda per poterci tirare fuori da eventuali pasticci. L'oro non ci servirà per guadagnare punti, ma potremo spenderlo per ottenere diverse armi vantaggiose, come lanciafiamme, fucili a pompa e granate ma, naturalmente, più un’arma sarà potente e più sarà costoso averne abbastanza munizioni; sarà dunque di fondamentale importanza gestire attentamente le proprie risorse e non sprecare il proprio arsenale. Non sarà una passeggiata riuscire a vincere perchè oltre ai nostri avversari vi sono anche diverse trappole sparse in giro ed alcuni nemici, come i minatori mutanti. E' doveroso sottolineare come non vi è alcuna traccia di trama né una possibile campagna in single player: Miner Meltdown è solamente un titolo in pvp immediato, semplice ma che per chi cerca un gioco particolarmente profondo ha ben poco da offrire


Sistemiamo la faccenda sottoterra
Durante la creazione della nostra stanza potremo scegliere tra 3 diverse modalità di gioco:  Diamond Rush, in cui dovremo raccogliere e depositare più diamanti rispetto agli avversari; Deathmatch, classica modalità in cui vince il team che uccide più avversari; infine Crazy King, una variante del classico “King of the Hill” dove per guadagnare punti bisognerà stare più a lungo possibile in una zona illuminata che si andrà spostando per tutto il resto dell’incontro. Al momento vi sono purtroppo pochi giocatori e riuscire ad organizzare partite contro altri umani è difficile, ma gli sviluppatori ci vengono incontro grazie all'aggiunta di poter riempire gli spazi mancanti (anche tutti) con bot di tre diverse difficoltà (facile, normale e difficile, anche se noi vi consigliamo di usare solamente quest'ultima per avere un livello di sfida accettabile, visto che le precedenti due non sono assolutamente all'altezza); per riuscire a potersi divertire abbastanza bisognerà trovare quindi un gruppo di amici disposto a giocare con voi. Fortunatamente il prezzo è comunque abbastanza economico ed il gioco invoglia una continua rigiocabilità per potere avanzare di livello e sbloccare nuovi accessori per il proprio arsenale di guerra ed ulteriori skin per il proprio minatore, ma nonostante il divertimento provato durante le battaglie è però innegabile la poca presenza di contenuti giocabili, cosa che 
potrebbe causare abbastanza presto noia e ripetitività per gli amanti del single player; la colonna sonora, di poca attrattiva e che stanca presto, unita alle poche modalità complessive di gioco, non aiutano certamente la situazione del titolo, che allo stato attuale è consigliabile prendere in piccole dosi e con la giusta compagnia per trarre il massimo da questo videogioco.
MINIMI:
Sistema operativo: Windows XP
Processore: 1.5 Ghz
Memoria: 2 GB di RAM
Scheda video: 64MB Integrated
Rete: Connessione Internet a banda larga
Memoria: 256 MB di spazio disponibile
CONSIGLIATI:
Sistema operativo: Windows 7
Processore: Intel Core i5 2.1GHz
Memoria: 4 GB di RAM
Scheda video: 512MB Dedicated
Rete: Connessione Internet a banda larga
Memoria: 512 MB di spazio disponibile

Spaziogames

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Recensione anteprima Alaloth Champions Of the Four Kingodms
Recensione anteprima Alaloth Champions Of the Four Kingodms
(Bari)
-

Il suo avanzamento sarà pari al nostro e qualora egli dovesse trovare uno dei pezzi dell’artefatto prima di noi, sarà nostro compito sconfiggerlo.
  Fra un Diablo e un Pillars ci sarebbero tanti possibili punti in comune,...

Anteprima Aggressors Ancient Roma
Anteprima Aggressors Ancient Roma
(Bari)
-

Riscrivere da cima a fondo secoli su secoli è un vero piacere e ci scappa pure qualche sorriso per le bizzarrie che spuntano fuori in ogni partita, ma queste situazioni fuori da ogni logica, per un amante della Storia, quella con la S maiuscola, sono semp
  La serie di Civilization ci ha insegnato una storia tutta sua, dove Gandhi è...

FIFA 19 Demo, recensione
FIFA 19 Demo, recensione
(Bari)
-

Ebbene, l’impressione che abbiamo avuto nelle ore dedicate alla demo è che la base di partenza sia proprio quella post-patch di FIFA 18, sicuramente con una maggiore reattività ma senza introduzioni in termini di animazioni né un incremento dell’"intellig
La liturgia annuale procede spedita e vede nel lancio della demo uno dei suoi...

Recensione Forza Horizon 4
Recensione Forza Horizon 4
(Bari)
-

Le uniche novità a riguardo sono quelle della descrizione trovata sulla pagina del gioco sul Microsoft Store, che riportiamo di seguito.
  Forza Horizon 4 corre velocissimo verso la data del rilascio definitivo,...

Anteprima NBA 2K19
Anteprima NBA 2K19
(Bari)
-

Su quella di NBA Live 19 troviamo Joel Embiid, il guascone che si prende il lusso di corteggiare Rihanna su Twitter e che però, in campo, si è rivelato un portento.
  Mai come quest’anno il mercato dei videogiochi di basket pare essere a un...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati