Milioni di italiani costretti a chiedere aiuto per mangiare

(Potenza)ore 10:12:00 del 20/06/2018 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Sociale

Milioni di italiani costretti a chiedere aiuto per mangiare

I dati esaminati, relativi al 2017, presentati nel rapporto “La povertà alimentare e lo spreco in Italia”, fanno rabbrividire

Coldiretti: 2,7 milioni di italiani alla mensa dei poveri – di E.M.

I dati esaminati, relativi al 2017, presentati nel rapporto “La povertà alimentare e lo spreco in Italia”, fanno rabbrividire

Dati da brivido. Sono quelli riportati da Coldiretti nel rapporto “La povertà alimentare e lo spreco in Italia” presentato alla giornata conclusiva del Villaggio della Coldiretti ai Giardini Reali di Torino.

Si parla di 2,7 milioni di persone che in Italia nel 2017 sono state costrette a chiedere aiuto per mangiare, chiedendo accesso alle mense dei poveri e usufruendo di pacchi alimentari.

Questo secondo caso riguarderebbe maggiormente i pensionati e le famiglie con bambini, che provano vergogna a recarsi nelle strutture di carità.

Un rapporto che fa il punto anche sugli sprechi alimentari e sui consigli degli agrichef per valorizzare gli avanzi dei pasti, al fine di utilizzarli per nuove ricette ed evitare di gettare nella spazzatura cibo ancora buono.

Secondo Coldiretti avrebbero problemi per mangiare oltre la metà degli italiani, che secondo l’Istat vivrebbero in condizioni di povertà assoluta.

A quanto spiega Coldiretti, sono 114mila coloro che si sono serviti delle mense dei poveri, pochi rispetto ai 2,55 milioni che invece hanno accettato l’aiuto dei pacchi di cibo.

I dati in merito sono quelli sugli aiuti alimentari distribuiti con i fondi Fead attraverso dall’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (Agea). Tra i poveri, sono 455mila i bambini di età inferiore ai 15 anni, quasi 200mila sono anziani sopra i 65 anni e circa 100mila senza fissa dimora.

Persone che devono affidarsi a chi fa solidarietà, la Caritas Italiana, il Banco Alimentare, la Croce Rossa Italiana, la Comunità di Sant’Egidio. Sono 10.607 le strutture periferiche, mense e centri di distribuzione, promosse da 197 enti caritativi impegnate nel coordinamento degli enti territoriali ufficialmente riconosciute dall’Agea che si occupa della distribuzione degli aiuti.

Riferisce l’agenzia Dire: “Di fronte a questa situazione di difficoltà sono molti gli italiani attivi nella solidarietà, a partire da Coldiretti e Campagna Amica che dal Villaggio #stocoicontadini di Torino hanno lanciato per la prima volta l’iniziativa della ‘spesa sospesa’ a favore della Caritas.

Si tratta della possibilità di fare una donazione libera presso i 150 banchi del mercato per fare la spesa a favore dei più bisognosi. In pratica, si mutua l’usanza campana del ‘caffè sospeso’, quando al bar si lascia pagato un caffè per il cliente che verrà dopo.

In questo caso – spiega la Coldiretti – frutta, verdura, formaggi, salumi e ogni tipo di genere alimentare raccolto vengono consegnati alla Caritas che si occupa della distribuzione alle famiglie in difficoltà”.

Dice il presidente di Coldiretti, Roberto Monclavo: “In un’occasione di incontro tra campagne e città come è il Villaggio Coldiretti non potevamo non pensare a chi in questo momento vive grandi sofferenze a causa della crisi economica che ha colpito duramente soprattutto le fasce più deboli della popolazione, è però necessario intervenire anche a livello strutturale per rompere questa spirale negativa aumentando il reddito disponibile di chi oggi vive sotto la soglia di povertà”.

Da: QUI

Autore: Samuele

Notizie di oggi
Come la NATO uccise GHEDDAFI per fermare la creazione della VALUTA africana con riserva AURIFERA
Come la NATO uccise GHEDDAFI per fermare la creazione della VALUTA africana con riserva AURIFERA
(Potenza)
-

Le e-mail scoperte di Hillary Clinton continuano a regalarci le prove dei crimini compiuti dell’Occidente. 
Le e-mail scoperte di Hillary Clinton continuano a regalarci le prove dei...

Italia a PEZZI come se avesse perso una GUERRA: cosa e' successo VERAMENTE?
Italia a PEZZI come se avesse perso una GUERRA: cosa e' successo VERAMENTE?
(Potenza)
-

Ci prospettarono un gioioso approdo ai lidi dell’Europa unita: nuova terra promessa dove scorre latte e miele.
Ci prospettarono un gioioso approdo ai lidi dell’Europa unita: nuova terra...

Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
(Potenza)
-

Stop ai corsi di italiano e alla formazione professionale. Non solo: via gli psicologi, ridotta al minimo la presenza di assistenti sociali, operatori culturali, medici e infermieri
Ogni ospite vedrà il medico per massimo 4 ore l’anno. L’infermiere, invece, non...

15 anni dall'attentato Nassiriya: la strage che si DOVEVA evitare
15 anni dall'attentato Nassiriya: la strage che si DOVEVA evitare
(Potenza)
-

Sono passati 15 anni da quella tragica mattina del 12 novembre: alle 10:40, le 08:40 in Italia, due terroristi a bordo di un’autocisterna carica di esplosivo attaccarono la base Maestrale a Nassiriya, in Iraq.
Sono passati 15 anni da quella tragica mattina del 12 novembre: alle 10:40, le...

Gli effetti della CRISI GRECA? HIV, DISTURBI MENTALI E SUICIDI
Gli effetti della CRISI GRECA? HIV, DISTURBI MENTALI E SUICIDI
(Potenza)
-

La crisi greca esplode nel 2009: all’epoca come primo ministro si è appena insediato George Papandreou del Pasok, figlio di Andreas che risulta capo dell’esecutivo tra gli anni  Ottanta e Novanta e protagonista della vita politica successiva alla caduta d
La crisi greca esplode nel 2009: all’epoca come primo ministro si è appena...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati