Milan battuto in casa: Inzaghi non era meglio di Seedorf?

PORDENONE ore 16:46:00 del 20/01/2015 - Categoria: Calcio

Milan battuto in casa: Inzaghi non era meglio di Seedorf?

Milan battuto in casa: Inzaghi non era meglio di Seedorf? | L’analisi di Italiano Sveglia

In estate la società del Milan ha fatto una scelta davvero bizzarra e discutevole: via Seedorf dopo soli 3 mesi, allenatore emergente, dentro un altro allenatore emergente, Filippo Inzaghi. Ora, se proprio Berlusconi voleva cambiare allenatore, cosa rappresenta questa scelta? Non era meglio optare per un allenatore con esperienza? E’ possibile che Clarence Seedorf pretendeva investimenti? Ecco i frutti raccolti da Inzaghi.

Il Milan è ufficialmente in crisi. Dopo la sconfitta contro il Sassuolo ed il pareggio di Torino la squadra di Filippo Inzaghi va nuovamente k.o di fronte al proprio pubblico e lo fa contro una buona Atalanta, abile a sfruttare le debolezze ormai note dei rossoneri. La vittoria in Coppa Italia, tutt’altro che agevole, forse aveva illuso qualcuno ed ora si è ritornati con i piedi per terra.Come al solito non si è visto traccia di trame di gioco apprezzabili, i reparti sono sembrati scollegati tra loro ed i giocatori in campo sembravano a volte spaesati e non hanno messo la dovuta grinta nell’affrontare questo importante impegno. Salviamo giusto Diego Lopez e Giacomo Bonaventura, per gli altri una bocciatura completa.

 Per Pippo è arrivata persino l’espulsione, un segnale della poca serenità che vive in questo momento nonostante dichiari il contrario pubblicamente. Soprattutto in questo 2015 il suo operato è stato messo in discussione visti i risultati negativi. Alcune scelte e il mancato gioco visto in campo sono nell’occhio della critica ed è normale che sia così. Non ci si può neanche scordare che comunque parliamo di un allenatore esordiente e che non ci si possa aspettare grossi miracoli da lui. Non può trasformare i giocatori attuali del Milan in campioni. Lo abbiamo detto più volte e lo ribadiamo.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
ALLENATORE EROICO Porta i giocatori IN FABBRICA a far vedere COME SI SUDANO I SOLDI!
ALLENATORE EROICO Porta i giocatori IN FABBRICA a far vedere COME SI SUDANO I SOLDI!

-

INIZIATIVA DA ESTENDERE SUBITO A TUTTI I POLITICI ITALIANI, NESSUNO ESCLUSO. PERÒ, OLTRE CHE GUARDARE, SAREBBE OPPORTUNO FARLI LAVORARE UNA SETTIMANA IN FABBRICA E SOPRATTUTTO FARLI CAMPARE PER UN PAIO DI MESI CON LO STIPENDIO DI UN OPERAIO. COSÌ IMPARERE
INIZIATIVA DA ESTENDERE SUBITO A TUTTI I POLITICI ITALIANI, NESSUNO ESCLUSO....

Milan ai Cinesi? UNA BARZELLETTA TUTTA ITALIANA
Milan ai Cinesi? UNA BARZELLETTA TUTTA ITALIANA

-

Se il prezzo della compravendita è di 520 mln (più accollo del debito pregresso) e 200 mln sono già stati versati, pari a 38,46% del prezzo, dovrebbe contestualmente esistere un passaggio di proprietà per una quota equivalente.
Se il prezzo della compravendita è di 520 mln (più accollo del debito pregresso)...

Juve, cosa rischia?
Juve, cosa rischia?

-

E' inutile che voi lettori tifosi juventini vi scagliate contro Varriale, è talmente evidente la sudditanza degli arbitri nei confronti della Juve che pure i bambini se ne accorgono.
Il calcio italiano è quanto di peggio ci sia in Europa. E Varriale ha ragione da...

Arbitri: IL CONFINE TRA SUDDITANZA PSICOLOGICA E CALCIOPOLI
Arbitri: IL CONFINE TRA SUDDITANZA PSICOLOGICA E CALCIOPOLI

-

Calciopoli è stato il più grande scandalo del calcio italiano di sempre. Ha portato alla retrocessione e alla penalizzazione della Juventus, alla revoca di due scudetti, alla penalizzazione (tra gli altri) di Milan, Lazio e Fiorentina.
Che cos’è stata Calciopoli? Cos’è la sudditanza psicologica? Cosa accade oggi...

Paul Baccaglini, chi è il nuovo presidente del Palermo?
Paul Baccaglini, chi è il nuovo presidente del Palermo?

-

Confezionata col personaggio TV che possa sempre, in caso le cose si mettessero male, essere giocato come evidente attore di un innocente scherzo.
E' evidente che si tratta di una operazione di 'sgancio' di Zamparini dalle...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati