Masterchef, finalmente un'edizione seria con concorrenti simpatici e divertenti (ECCETTO UNA)

(Roma)ore 13:01:00 del 17/02/2017 - Categoria: , Cucina, Sociale

Masterchef, finalmente un'edizione seria con concorrenti simpatici e divertenti (ECCETTO UNA)

«LI BUTTO GIÙ UNO A UNO, COME I BIRILLI…»: LA SAVONESE GLORIA ENRICO NON SI NASCONDE SOTTO FALSI BUONISMI, IL SUO OBIETTIVO È VINCERE IL SESTO TITOLO DI MASTERCHEF. E BASTA.

Comincia il girl power a Masterchef. Questa volta è Gloria la protagonista, nel bene e nel male. La barista piace ai giudici, vince all’Invention Test, e sui monti dell’Alto Adige tira fuori tutta la grinta cacciando Loredana prima ancora di cominciare. La spedisce direttamente al pressure piuttosto che tenersela in squadra e lei non gliele manda a dire. Si arrabbia non poco. Prima, già con Cristina c’erano state le scintille in postazione. “Gloria è una gran scoperta – dice Giulia – è piccoletta, ma le sa dare”. Per le altre invece è troppo bravina e perfettina. È tornata nei ranghi invece Mariangela. Nell’Invention Test è stata strapazzata da Cracco: ha preparato una pepita di pane insignificante a fronte di una spesa sproporzionata. Poi buona buonina ha lavorato meglio in esterna e la puntata è filata via liscia per lei.

«LI BUTTO GIÙ UNO A UNO, COME I BIRILLI…»: LA SAVONESE GLORIA ENRICO NON SI NASCONDE SOTTO FALSI BUONISMI, IL SUO OBIETTIVO È VINCERE IL SESTO TITOLO DI MASTERCHEF. E BASTA.

La 24enne ex barista, unica concorrente ligure del cooking show più amato dagli italiani, continua a tenersi stretto il grembiule ed è sempre più assetata di vittoria. Tra una strategia e l’altra, Gloria resiste e a avanti attirandosi le antipatie dei “colleghi” e del popolo del Web che non l’apprezza poi così tanto, accusandola di essere troppo cattiva, addirittura «perfida» (secondo Michele Ghedini, «una milf»).

Gloria, la “perfettina” dallo sguardo algido, che invece tanto piace ai giudici, nell’ottava puntata, aperta con l’eliminazione di Roberto, ha messo in saccoccia un nuovo importante traguardo: dopo la vittoria dell’Invention Test nello scorso episodio, l’aspirante chef di Tovo San Giacomo si è aggiudicata la vittoria della Mistery Box con la “Pizza invertita al sapore di mare”, un piatto in cui ha esaltato la tradizione ligure con la preparazione della “panissa”.

[video]

E così, forte del vantaggio ottenuto, ha potuto “pilotare” l’Invention Test che ha visto il ritorno di un classico di MasterChef, ovvero la staffetta, per la preparazione di un’ insidiosa e antica ricetta siciliana, il timballo del Gattopardo. Ad accoppiare i concorrenti è stata proprio Gloria, che da buona stratega ha cercato di formare coppie che potessero “esplodere”. Facendo però male i conti: se lei e Margherita se la sono cavata abbastanza bene, i migliori sono stati Cristina e Michele Pirozzi, che per quanto diversi, come aveva sottolineato lei stessa, sono riusciti a coordinarsi al meglio; mentre il titolo di “peggiori” è andato alla coppia formata da Gabriele e Mariangela. A lasciare la cucina del cooking show è stata proprio l’avvocato pugliese: «Ricordo che il tuo sogno è quello di cucinare ai Caraibi in pareo e infradito. Se dovessi riuscirci, non mettere mai il timballo nel menù...», ha ironizzato Cracco.

Quanto all’architetto torinese, i giudici hanno scelto di mandarlo al Pressure Test, facendogli saltare la prova in esterna, a base di menù crudisti e vegani, tenuta al Parco giardino di Sigurtà, nel Veronese, e vinta dai blu, capitanati da Cristina. Così,tornata in cucina, la brigata rossa (composta da Roberto, Gloria, Valerio e Giulia) ha dovuto affrontare un Pressure che ha visto protagonista Gabriele contro tutti: l’architetto torinese li ha dovuti affrontare uno a uno a rotazione, tra zabaioni e mozzarelle in carrozza, salvandosi solo alla fine con la cottura del filetto, risultata fatale alla povera Giulia, che ha dovuto togliersi il grembiule. Non prima, però, di ballare un ultimo lento con Joe Bastianich, tra lo stupore del pubblico per un’eliminazione inaspettata e, secondo molti, ingiusta.

Autore: Luca

Notizie di oggi
Aumento disuguaglianze territoriali: CITTA' piu' ricche, intorno il DECLINO
Aumento disuguaglianze territoriali: CITTA' piu' ricche, intorno il DECLINO
(Roma)
-

L’aumento delle disuguaglianze è anche territoriale. E mentre le città diventano sempre più ricche, intorno è il declino. Un impoverimento che dilaga a macchia di leopardo, dal nord al Mezzogiorno
La vittoria di Donald Trump negli Stati Uniti, la Brexit benedetta dai cittadini...

Parmigiana di alici, preparazione
Parmigiana di alici, preparazione
(Roma)
-

E come potrebbe essere altrimenti? Ad esaltare il gusto delle alici ci sono Parmigiano e mozzarella di bufala che si stringono in strati di abbracci con il sugo di pomodoro.
La parmigiana di melanzane è considerata tra i piatti simbolo della cucina...

STOP ABORTO, nuova campagna che tappezzera' l'Italia: PROVATE A FERMARLA!
STOP ABORTO, nuova campagna che tappezzera' l'Italia: PROVATE A FERMARLA!
(Roma)
-

E’ partita da Roma, ma presto si diffonderà in tutta Italia, la nuova campagna di CitizenGo #stopaborto, promossa in vista della Marcia per la vita di sabato prossimo 19 maggio a Roma
Enormi manifesti sono stati affissi nelle principali strade di Roma con la...

Il nuovo antirazzista? IL VERO RAZZISTA!
Il nuovo antirazzista? IL VERO RAZZISTA!
(Roma)
-

Vi fu un tempo in cui l'antirazzismo era una passione nobile. Era il rifiuto di stigmatizzare qualcuno per il colore della pelle o il popolo di appartenenza.
Vi fu un tempo in cui l'antirazzismo era una passione nobile. Era il rifiuto di...

Razzismo negli stadi? IMPUNITO, alla Lega Calcio NON INTERESSA
Razzismo negli stadi? IMPUNITO, alla Lega Calcio NON INTERESSA
(Roma)
-

Ora è ufficiale: il Giudice Sportivo ha emesso la sua sentenza sui cori discriminatori di Sampdoria-Napoli. E si tratta di una decisione che non possiamo che definire ridicola: 20mila euro di multa al club blucerchiato.
Ora è ufficiale: il Giudice Sportivo ha emesso la sua sentenza sui cori...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati