Mantova, cosa visitare

(Mantova)ore 23:26:00 del 24/03/2017 - Categoria: , Luoghi da visitare

Mantova, cosa visitare

Il rosso del tramonto e il riflesso nelle acque del Palazzo Ducale, della cupola di Sant’Andrea e dei campanili daranno alla città quel tocco di eleganza.

COSA VEDERE MANTOVA - Mantova è dal 2008 città d’arte della Lombardia d’impronta rinascimentale, inserita nella lista del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, ed eletta Capitale della cultura italiana 2016.

COSA VEDERE MANTOVA - La città è collocata sulla sponda del fiume Mincio nel punto in cui le acque formano una profonda ansa che abbraccia Mantova su tre lati. La vista migliore ed emozionante della città l’avrete dal Ponte San Giorgio, dove potrete ammirare uno degli skyline più belli al mondo. Il rosso del tramonto e il riflesso nelle acque del Palazzo Ducale, della cupola di Sant’Andrea e dei campanili daranno alla città quel tocco di eleganza. Mantova deve il suo splendore alla famiglia Gonzaga, di origini contadine, che dal 1328 al 1707 divennero prima signori, poi marchesi e, infine, duchi della città. Amanti dell’arte, della letteratura e della musica, i Gonzaga hanno reso Mantova un gioiello del Rinascimento italiano visibile da generazione in generazione nei suoi palazzi, monumenti, chiese, cultura e tradizioni.

COSA VEDERE MANTOVA - Per raggiungere Mantova, l'aeroporto più vicino è quello di Verona, dove c'è un servizio navetta che vi porterà in 45 minuti circa direttamente a Mantova.

Il Castello di San Giorgio è stato costruito alla fine del 1300, è riconoscibili per le sue 4 torri, di cui quella Nord-est ospita la famosa Camera degli Sposi affrescata da Andrea Mantegna. Altro luogo è il Palazzo Ducale, residenza dei Gonzaga nel XIV secolo in cui sono custoditi molti tesori, quadre e statue. Sarebbe più giusto parlare di città. Palazzo in quanto è costituito da numerosi edifici tutti collegati tra di loro da corridoi e gallerie e d arricchito da cortili interni e ampi giardini.
Poi potreste visitare il Palazzo Sordello, considerato il vero cuore della Mantova Rinascimentale. Lo si trova costeggiando il lato destro di Castel San Giorgio e alla sua destra si erige il Duomo di Mantova.

Un luogo assolutamente da visitare è il Duomo che fu dedicato a San Pietro (è chiamato, infatti, anche Cattedrale di San Pietro). Presenta uno stile è gotico e romantico insieme. Costruito a partire dal 1395, fu in seguito ristrutturato da Giulio Romano, che ne modificò le forme della facciata ispirandosi alle basiliche paleocristiane. Da vedere, inoltre, il Teatro di Bibiena, capolavoro di Antonio Bibiena per opera di Maria Teresa D'Austria, fu inaugurato nel 1769 con un concerto di un giovanissimo Mozart. Il "Teatro Scientifico dell' Accademia" presenta un'austera facciata neoclassica, opera del Piermari.
La Basilica di Sant'Andrea, progettata da Leon Battista Alberti, fu edificata a partire del 1472. Nella cripta è custodita all'interni dei Vasi Sacri la reliquia "del Preziosissimo Sangue di Cristo" portata a Mantova da Longino, un centurione romano. In una delle cappelle è conservato il monumento funebre di Andrea Mantegna.

Un magnifico tempio è presente a Mantova, il Tempio di Sab Sebastiano, realizzato su un progetto di Leon Battista Alberti, fu adibito a svariati usi fino al 1925, quando è stato adibito a famedio dei caduti mantovani in tutte le guerre.
Il Palazzo di San Sebastiano fu costruito per volere di Francesco II che vi abitò sino alla sua morte.  Nel salone principale vi erano le nove tele del Mantegna raffiguranti i " Trionfi di Cesare", in seguito vendute all'Inghilterra.  Dal 2005 è stato trasformato nel Museo della città.  Nelle sale che conservano ancora affreschi del passato (come la Camera delle Frecce e del Sole) sono esposti molti dipinti, statue, busti ed altre opere.

Un altro favoloso palazzo è il Palazzo Te, opera di Giulio Romano su commissione di Francesco II Gonzaga. Il marchese lo utilizzò per i suoi "svaghi", facendovi alloggiare la proprio amante. Chiamato "Palazzo dai Lucidi Inganni", sorgeva in una zona ricca di boschi e circondata da un lago (ora prosciugato). Presenta un fascino misterioso, pieno di simboli e miti. Le sale sono affrescate stupendamente, dallo stesso Giulio Romano: basta ricordare la famosissima Sala dei Giganti, la Sala Di Amore e Psiche e quella dei cavalli, che celebra le rinomate scuderie ai tempi dei Gonzaga .
Da vedere, infine, la Rotonda di San Lorenzo, la chiesa più antica della città, costruita nel XI secolo, durante la dominazione dei Canossa. Notevole esempio di arte romantica, presenta una pianta centrale ed è caratterizzata da un matroneo con pezzi di affreschi che rappresentano un raro esempio di pittura romanico-lombarda. Nel corso dei secoli subì delle trasformazioni radicale per un periodo fu addirittura sconsacrata e adibita a magazzino.

Autore: Alberto

Notizie di oggi
Luoghi da visitare Bogota'
Luoghi da visitare Bogota'
(Mantova)
-

Le montagne, dette los cerros, osservano immutate questi cambiamenti e orientano il visitatore di primo pelo come anche los bogotanos.
  COSA VEDERE BOGOTA' - Bogotà, come buona parte delle Capitali latine, è una...

Cosa visitare Santiago del Cile
Cosa visitare Santiago del Cile
(Mantova)
-

In questa città trovate tantissimi monumenti storici, costruzioni dall’architettura significativa e allo stesso tempo grattacieli proiettati verso l’alto.
  COSA VEDERE SANTIAGO DEL CILE - Santiago del Cile, capitale del Cile, è tra...

Cosa visitare Punta del Este
Cosa visitare Punta del Este
(Mantova)
-

Si tratta di è una delle più importanti ed esclusive località balneari dell’America del Sud.
  PUNTA DEL ESTE COSA VEDERE - Punta del Este è uno dei principali centri...

Cosa visitare Montevideo
Cosa visitare Montevideo
(Mantova)
-

Qui troverete alcuni esempi d’art déco ed edifici neoclassici che rendono questa città una vera gioia per gli occhi.
  COSA VEDERE MONTEVIDEO - L’Uruguay è un paese incantevole, situato tra il...

Cosa vedere La Plata
Cosa vedere La Plata
(Mantova)
-

Osservando una cartina della città, rimarrete attoniti di fronte alla conformazione della rete stradale urbana.
  Scopriamo la curiosa città di La Plata, il capoluogo della provincia di...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati