Luoghi da visitare Gubbio

(Roma)ore 07:42:00 del 16/12/2018 - Categoria: , Luoghi da visitare

Luoghi da visitare Gubbio

L’attuale cattedrale di Gubbio sorge sui resti di un’antica chiesa romanica.

 

COSA VEDERE GUBBIO - Ecco una mini-guida per partire alla scoperta di Gubbio, la città dei “matti”, senza farti trovare impreparato. Cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare a Gubbio, una delle città più belle e caratteristiche dell'Umbria.

Cominciamo il nostro tour eugubino dal Duomo, chiesa maggiore di Gubbio e tesoro d’arte. Entrate al suo interno per ammirare le opere dei maggiori artisti eugubini del Cinquecento e i due organi della stessa epoca ivi custoditi.

COSA VEDERE GUBBIO - La scenografica e panoramica piazza Grande ospita anche Palazzo dei Consoli, simbolo della città, realizzato in stile gotico a testimoniare l’importanza di Gubbio in epoca medievale. Al suo interno ospita il museo comunale, il “campanone” e le sette “Tavole Eugubine”, il più importante documento per la storia dei popoli italici, datate fra il III e il II secolo a.C.

COSA VEDERE GUBBIO - Di fronte al Duomo sorge il Palazzo Ducale, eretto nel secondo Quattrocento per volontà del Duca Federico di Montefeltro, di cui si può ammirare lo studiolo (copia fedele dell’originale esposto al Metropolitan Museum di New York) oltre a uno splendido cortile interno composto da una serie di archi a tutto sesto sorretti da colonne e capitelli decorati.

Degna di nota la Casa di S. Ubaldo, antica casa torre dove abitava il Santo patrono di Gubbio che risale a un periodo compreso fra il Due e Trecento, come testimoniano alcune tracce di decorazioni murali originali contenute all'interno.

1, IL DUOMO DI GUBBIO: LA CHIESA CATTEDRALE DEI SANTI MARIANO E GIACOMO E IL MUSEO DIOCESANO

L’attuale cattedrale di Gubbio sorge sui resti di un’antica chiesa romanica. Lo stile della facciata è gotico. La cattedrale è stata costruita a partire dal XII secolo per volontà del Duca di Bentivoglio ed è stata terminata solo nel XIV secolo.

All’interno, la chiesa presenta un’unica navata e un soffitto a capriate con dieci archi a sesto acuto che vanno a sorreggere il peso del tetto. La cattedrale custodisce le reliquie dei santi di cui porta il nome e un nutrito numero di dipinti rinascimentali.

L’entrata al Duomo di Gubbio è gratuita, mentre non lo è il vicino Museo Diocesano, collocato all’interno del Palazzo dei canonici, uno stupendo palazzo di XII secolo. Se sei un appassionato di archeologia ti consiglio di non perdere questo museo. Il percorso museale cerca di ricostruire la storia millenaria di Gubbio in più tappe.

Al piano terra potrai ammirare la Botte dei Canonici, un enorme contenitore quattrocentesco, perfetto per gli appassionati di enologia e di tradizioni culinarie. Al primo piano potrai ammirare la sezione archeologica della città di Gubbio, con reperti che vanno dal VII secolo a.C. fino alle sculture dell’eugubino Mello, di pieno Trecento.

L’ultimo piano ospita la pittura quattrocentesca delle botteghe locali e fiamminghe e numerosi paramenti sacri di elevata fattura. Il Museo è aperto dal martedì alla domenica dalle 10:30 alle 18:00 nel periodo giugno-settembre. E dal giovedì alla domenica per i restanti sei mesi dell’anno dalle 10:30 alle 17:00. Il biglietto del Museo Diocesano di Gubbio costa 5€ a prezzo pieno e 3€ a prezzo ridotto. Per altre informazioni utili puoi consultare il sito del museo.

2, MUSEO D’ARTE DI PALAZZO DUCALE

Dopo aver visitato il Duomo e il Museo Diocesano ti consiglio di visitare un altro bellissimo luogo di Gubbio: Palazzo Ducale. Non ti potrai sbagliare, perché sorge esattamente di fronte al Duomo. È un palazzo voluto dal famosissimo Duca di Urbino Federico da Montefeltro, costruito nel 1470 in stile rinascimentale.

Il palazzo è una fonte di Rinascimento immersa in un’atmosfera medievale. Venne costruito su progetto dell’architetto senese Francesco di Giorgio Martini. Il palazzo è composto da due diversi corpi di fabbrica, uno orientato verso la vallata e l’altro verso la montagna, separati da un cortile bellissimo da cui potrai godere delle pregiate rifiniture dei mattoni e della pietra serena di cui è costruito il palazzo, e delle raffinate decorazioni dei capitelli del colonnato.

L’interno del palazzo è un susseguirsi di bellissimi saloni, stanze dei duchi e bagni. Ovunque svettano grandi e pregiati camini. Di importanza fondamentale doveva essere lo studiolo in legno di Guidobaldo da Montefeltro che, ahimé, potrai ammirare solo dopo aver preso un volo per New York, visto che l’arredo originale è stato venduto al Metropolitan Museum nel 1939.

Attualmente, all’interno del palazzo-museo è stata allestita una copia fedelissima dello studiolo effettuata da abilissimi artigiani. Ti posso garantire che visitare questo palazzo ti lascerà a bocca aperta.

La biglietteria chiude mezz’ora prima della chiusura.

Il prezzo del biglietto è modico: 5€ intero, 2.50€ ridotto (dai 18 ai 25 anni) ed è gratuito fino ai 18 anni.

3, PALAZZO DEI CONSOLI E MUSEO CIVICO

Il Palazzo dei Consoli è stato costruito tra il 1332 e il 1349. È a pianta rettangolare e la facciata, che puoi ammirare da questa fotografia, è realizzata in conci di pietra. Il portale è in stile gotico e ha un affresco del XVI secolo nella lunetta; la scalinata è bellissima, a ventaglio.

Se osservi bene potrai vedere anche una gabbia di ferro, usata nel passato per esporre al pubblico scherno ladri e malfattori. Dal portale entrerai direttamente nell’Arengo, la sala che in età comunale ospitava le riunioni del popolo. L’Arengo è una sala maestosa, con una grande volta a botte. Attualmente è l’ingresso del Museo Civico, dove troverai la biglietteria.

Il Museo è suddiviso in cinque piani e vanta diverse sezioni e collezioni: la pinacoteca, la sezione ceramiche, la collezione archeologica, orientale e risorgimento. Uno dei reperti d’eccezione del Museo sono le Tavole Eugubine, sette tavole bronzee rinvenute nel XV secolo a Gubbio e che fanno parte, da quell’epoca, del patrimonio culturale della città.

Sono tavole cultuali del I millennio a.C. scritte in lingua umbra. Sono l’unica fonte materiale per lo studio del popolo umbro, della sua lingua e delle pratiche religiose, visto che sono delle prescrizioni per un antico collegio sacerdotale umbro, i Fratres Atiedii.

Il Museo Civico a Palazzo dei Consoli ti lascerà stupefatto. Il Palazzo dei Consoli è un edificio bellissimo: poterlo visitare è un privilegio unico. Non te lo perdere! Il Palazzo dei Consoli è aperto tutti i giorni dell’anno salvo i festivi, con il seguente orario mensile. Aprile/Maggio e Settembre/Ottobre 10.00-13.00 e 15.00-18.00 Giugno/Agosto 10.00-13.30 e 14.30-18.00 Novembre/Marzo 10.00-13.30 e 14.30-17.30 Il biglietto d’entrata costa 5€ a prezzo pieno e 2.50€ ridotto.

 

Autore: Luca

Notizie di oggi
Idee viaggi low cost estate 2019
Idee viaggi low cost estate 2019
(Roma)
-

IDEE VIAGGI LOW COST ESTATE 2019 - Le vacanze dell’estate 2019, per più della metà degli italiani, saranno all’estero.
IDEE VIAGGI LOW COST ESTATE 2019 - Le vacanze dell’estate 2019, per più della...

Crociere sul Nilo 2019: cosa vedere e offerte
Crociere sul Nilo 2019: cosa vedere e offerte
(Roma)
-

CROCIERE SUL NILO 2019 - È uno dei viaggi più belli che si possano fare nella vita. Parola di chi di viaggi se ne intende.
CROCIERE SUL NILO 2019 - È uno dei viaggi più belli che si possano fare nella...

7 meraviglie da visitare assolutamente in Toscana
7 meraviglie da visitare assolutamente in Toscana
(Roma)
-

È uno spunto di riflessione che si afferma in un unicum quale le Sette Meraviglie della Toscana, che è poi il titolo di una mostra nell’area della Polveriera, alla Fortezza da Basso dal 24 aprile al 1 maggio, in occasione del MIDA 2019.
La vera ricchezza della Toscana, oltre alle architetture di un glorioso passato...

Picnic 1 maggio 2019: dove andare?
Picnic 1 maggio 2019: dove andare?
(Roma)
-

Per la Festa del Lavoro del Primo maggio non c’è niente di meglio che una bella gita all’aperto con picnic. È un classico dei giorni di festa di primavera e il tempo si spera sia finalmente buono, con temperature piacevoli da stare all’aria aperta, seduti
Per la Festa del Lavoro del Primo maggio non c’è niente di meglio che una...

Roma: guida young per visitare la citta' eterna
Roma: guida young per visitare la citta' eterna
(Roma)
-

Forse quattro giorni sono pochi per scoprire qualcosa su questa magnifica città, ma anche una vita intera è poca per scoprire ogni angolo di storia che ha da regalarci Roma.
Forse quattro giorni sono pochi per scoprire qualcosa su questa magnifica città,...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati