Luoghi da vedere Kiev

(Firenze)ore 23:28:00 del 08/08/2017 - Categoria: , Luoghi da visitare

Luoghi da vedere Kiev

Qui trovate l’antico Ufficio Postale, oggi sede di un piccolo museo d’arte, e la Chiesa Rizdvo; ma, fatti pochi passi, verso il fiume, raggiungerete soprattutto il Vecchio Porto, dove non vi sarà difficile individuare un battello per uno dei must di Kiev:

COSA VEDERE KIEV - Con 2.906.600 di abitanti, Kiev oltre ad esserne la capitale, è la città più popolosa e grande dell'Ucraina. Si crede sia stata fondata prima del quinto secolo DC e per molto tempo ha rappresentato uno degli snodi commerciali più rilevanti tra Costantinopoli e i paesi del nord-est europeo. Si tratta dunque di una città pregna di storia e i luoghi d'interesse in essa di certo non mancano. Vi suggerisco, qui di seguito, le 5 cose da non perdere assolutamente.

COSA VEDERE KIEV - Cuore della città è Poshtova Ploscha, la piazza più antica di Kiev. Siamo nel Kreščatyk, il quartiere centrale. Qui trovate l’antico Ufficio Postale, oggi sede di un piccolo museo d’arte, e la Chiesa Rizdvo; ma, fatti pochi passi, verso il fiume, raggiungerete soprattutto il Vecchio Porto, dove non vi sarà difficile individuare un battello per uno dei must di Kiev: un giro sul fiume. Un’oretta e mezza che non costa molto e vi permette di toccare i punti più suggestivi del panorama e dei dintorni della capitale ucraina, con anse fitte di verde, grotte che si aprono improvvise sui fianchi delle colline e isole fluviali trasformate in parchi. Passando, vedrete un complesso architettonico impossibile da non notare: il Monastero delle Caverne. È la vostra prossima meta.

COSA VEDERE KIEV - In questo ex paese URSS indipendente dal 1991, gli edifici più belli sono sicuramente le cattedrali e le chiese. Santa Sofia (1017-1037) con le sue 13 cupole, 260 mq di mosaici e 3000 mq di affreschi è davvero un portento; dalla piazza di fronte è gia visibile la Cattedrale di San Michele (1881-1888) con le sue cupole d’oro, molto bella e imponente nel suo particolare colore celeste.

Proseguendo si incrocia poi le strade Volodymyrska e Andriyivskiy: la prima ospita la Chiesa di Sant’Andrea(1767) con 5 cupole di cui quella centrale alta 62 mt, mentre la seconda è la strada più antica della città, della quale, scendendo fino al fiume, è stata conservata l’originale pavimentazione in pietra. Inoltre qui hanno vissuto diversi artisti e scultori famosi. Durante il giorno ospita le bancarelle di souvenir e prodotti tipici (certamente qui c’è una scelta maggiore ma i prezzi sono più alti, si può quindi risparmiare qualcosa avvalendosi dei negozi nei sotterranei e delle bancarelle di piazza Maidan), mentre nei fine settimana si trasforma in un mercatino di oggetti usati.

Sempre in zona c’è il Museo Storico con diversi piani di esposizioni; peccato però che, in questo come negli altri musei, le descrizioni delle opere esposte siano solo in Ucraino.

Scendendo verso il fiume si trova invece il Museo di Chernobyl: è composto da tre stanze con documenti e foto del disastro nucleare; la visita sarà breve ma decisamente interessante.

Altro posto da non perdere è l’Assunzione della Madre di Dio: questa zona verde e collinare offre un panorama bellissimo con le caratteristiche cupole dorate che spuntano tra gli alberi. Da vedere anche il Teatro Nazionale, i Portoni dell’Oro, il Mercato Bessarabskyi, il Centro Arena Cityil Parco che costeggia il fiume.

Kyiv è quindi, tutto sommato, storica e moderna, con palazzi antichi e grattacieli moderni , tra i quali spiccano edifici religiosi di una bellezza impressionante. Le sera  d’estate i giovani si riuniscono per le strade e nei parchi a bere bevande fresche e al mattino dopo non si contano le bottiglie e lattine abbandonate, ma la pulizia è efficiente già dall’alba.

Le uniche difficoltà che incontrerete saranno, in primis, linguistiche (ma comunque si sopravvive): non è infatti facile girare per la città se prima non si sono prese informazioni su cosa vedere e dove, poichè tutte le indicazioni sono in cirillico; anche nel prendere la metro diventerà un colpo di fortuna scendere alla fermata giusta.

Altra piccola difficoltà sarà quella di trovare un indirizzo, perché oltre al nome della via hanno solo un numero dell’appartamento (che magari è all’interno di un cortile) e ogni palazzo ha una lettera per identificarsi, ma il fatto è che alcune lettere non sono come le nostre. Queste sono però solo “problematiche” risolvibili: basta organizzarsi ed avere interesse a visitare l’Ucraina, una bella realtà est europea, ricca di storia, cultura, architettura e folklore.

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
Milos, cosa visitare
Milos, cosa visitare
(Firenze)
-

Una formula scelta ogni estate da tante famiglie, pronte fin da giugno a quel rito quotidiano: pellegrinare tra una spiaggia e l’altra, e nel pomeriggio perlustrare le pieghe dell’entroterra, dove l’antico cataclisma assicura giardini e orti generosi.
COSA VEDERE MILOS - E’ il vulcano sommerso ad aver regalato le più belle...

Cosa visitare Leopoli
Cosa visitare Leopoli
(Firenze)
-

Ploshcha Rynok – Il centro del centro è la piazza del mercato, ploshcha Rynok.
COSA VEDERE LEOPOLI - Alle volte è giusto ammettere la propria ignoranza: che...

Luoghi da vedere Odessa
Luoghi da vedere Odessa
(Firenze)
-

Uno di questi era particolarmente vicino alla figura della sovrana, il suo nome era l’eroe Grygory Potemkin, che divenne uno degli artefici della nascita della città di Odessa.
COSA VEDERE ODESSA - Ucraina meridionale e Odessa. Storicamente parlando...

Luoghi da vedere Vinnitsa
Luoghi da vedere Vinnitsa
(Firenze)
-

La città stessa ha dignità amministrativa di raion ed è collocata nella regione storica della Podolia.
VINNITSA COSA VEDERE - Vinnycja (in ucraino:...

Luoghi da vedere Kharkiv
Luoghi da vedere Kharkiv
(Firenze)
-

La città è nota per la sua Piazza della Libertà che, con un'estensione di oltre 11 ettari, è attualmente una delle 10 piazze più grandi del mondo.
KHARKIV, COSA VEDERE - Charkiv è la seconda città dell'Ucraina per popolazione,...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati