Lo uccisero e lo gettarono nel Po: emerge terribile verità

MANTOVA ore 11:45:00 del 17/12/2014 - Categoria: Cronaca, Sociale

Lo uccisero e lo gettarono nel Po: emerge terribile verità

La scoperta del suo cadavere lungo le rive del Po lasciò tutti senza fiato: arrestati gli assassini del disoccupato 48enne

Ci siamo occupati di questa vicenda già la scorsa settimana ma il fatto era accaduto da poco e, quindi, non si conoscevano gli altri raccapriccianti dettagli che sono emersi in seguito alle indagini. Il cadavere di un uomo di 48 anni fu ritrovato lungo le rive del Po chiuso in due sacchi neri.

Lo hanno ammazzato a colpi di mazze da baseball. Nella comunità mantovana c'è stato sdegno per un omicidio avvenuto in un modo così brutale e, soprattutto, anche per il modo, il luogo e lo stato in cui è stato abbandonato il cadavere. Omicidi del genere fanno pensare che dietri ci sia la mano di persone abituate ad uccidere e, invece, la verità che è emersa è molto più sconcertante.

Sono stati arrestati per l'omicidio tre ragazzi poco più che maggiorenni, tra cui il nipote della vittima. Zio e nipote vivevano nella stessa casa e il ragazzino invitata spesso nella propria abitazione anche i suoi amici. Pare che questo non piacesse molto allo zio e così, in seguito ad una lite tra i quattro, lo avrebbero picchiato, poi sarebbero usciti di casa prima di ritornarvi subito e di completare l'opera arrivando ad ammazzarlo. In seguito hanno chiuso il cadavere in due sacchi neri e lo hanno trasportato con l'automobile lungo il fiume. I ragazzi sono stati accusati di omicidio volontario e occultamento di cadavere con l'aggravante della premeditazione e della crudeltà.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Energia pulita INSABBIATA in Italia su ordine degli USA
Energia pulita INSABBIATA in Italia su ordine degli USA

-

In questa importantissima conferenza il giornalista RINO DI STEFANO ci introduce alla conoscenza di un argomento di eccezionale interesse e le cui implicazioni potrebbero determinare profondi cambiamenti negli assetti politico-economici, socio-culturali e
LA MACCHINA DI DIO: IL MISTERO DEL RAGGIO DELLA VITA. ETTORE MAJORANA E...

Malta, il NUOVO paradiso fiscale degli italiani
Malta, il NUOVO paradiso fiscale degli italiani

-

Destinazione Svizzera? Macché. Lussemburgo? Nemmeno. È Malta la nuova terra promessa per chi fugge dalle tasse. L'Espresso, con un'inchiesta realizzata insieme al consorzio giornalistico Eic (European Investigative Collaborations), ha potuto consultare lo
Destinazione Svizzera? Macché. Lussemburgo? Nemmeno. È Malta la nuova terra...

Il carcere uccide: la situazione drammatica delle galere italiane
Il carcere uccide: la situazione drammatica delle galere italiane

-

Carmelo Mortari aveva 58 anni. Lo hanno trovato in una pozza di sangue nella sua cella di Rebibbia, reparto G9, lo scorso 25 marzo. Si è tagliato la gola ed è morto lentamente, dissanguato.
Prigionieri e suicidi: così il carcere uccide Carmelo Mortari aveva 58 anni. Lo...

L'ultima intervista a Giovanni Falcone: UN'INQUIETANTE PROFEZIA - VIDEO
L'ultima intervista a Giovanni Falcone: UN'INQUIETANTE PROFEZIA - VIDEO

-

Il 23 maggio 1992 Giovanni Falcone saltò in aria insieme alla moglie e agli uomini della scorta.
Il 23 maggio 1992 Giovanni Falcone saltò in aria insieme alla moglie e agli...

Conto Corrente bloccato il 1 luglio: ECCO CHI RISCHIA
Conto Corrente bloccato il 1 luglio: ECCO CHI RISCHIA

-

Le tasse vanno pagate, rappresentano la forza ed il fulcro di una nazione e di un popolo, ma vanno pagate nella maniera giusta ed equa, immaginate a quanto si potrebbero abbassare se eliminassimo gli sprechi, i privilegi e le cattive gestioni di una class
Le tasse vanno pagate, rappresentano la forza ed il fulcro di una nazione e di...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati