LI-RAM: ecco la memoria che usera' la luce

(Milano)ore 12:14:00 del 29/04/2017 - Categoria: , Tecnologia

LI-RAM: ecco la memoria che usera' la luce

NATIA FRANK, chimica della University of Victoria (British Columbia, Canada), ha creato un materiale rivoluzionario che potrebbe rendere computer e smartphone non solo più veloci, ma anche meno affamati di energia e in grado di durare a lungo.

NATIA FRANK, chimica della University of Victoria (British Columbia, Canada), ha creato un materiale rivoluzionario che potrebbe rendere computer e smartphone non solo più veloci, ma anche meno affamati di energia e in grado di durare a lungo. Il nuovo materiale consente di creare chip di memoria "a livello molecolare". La memoria è detta light induced magnetoresistive random-access memory (LI-RAM). "L'invenzione è parte di un impegno internazionale volto a ridurre i consumi e il calore prodotto dai moderni chip", si legge in un comunicato stampa.
La LI-RAM promette di usare il 10% di energia in meno rispetto alle MRAM (memorie magnetoresistive) attuali, senza creare quasi del tutto calore. Al tempo stesso è in grado di processare più velocemente le informazioni e funzionare più a lungo. In questo modo si cerca di affrontare il cosiddetto "power wall", ossia una rapida perdita di efficienza legata al surriscaldamento che si crea con l'aumento delle prestazioni di un chip.
Usare la luce anziché l'elettricità come conduttore di informazioni è ciò che rende unica la LI-RAM. "Il materiale nella LI-RAM ha l'inusuale qualità di cambiare rapidamente proprietà magnetiche quando viene colpito da luce verde", ha spiegato Natia Frank. Questo significa che l'informazione può essere processata e archiviata a livello della singola molecola, permettendo lo sviluppo di una memoria universale - una tecnologia finora solo ipotetica

Natia Frank sta lavorando con produttori di elettronica di tutto il mondo per ottimizzare e commercializzare la tecnologia, che potrebbe arrivare sul mercato entro i prossimi 10 anni. Potenzialmente il materiale potrebbe trovare spazio non solo in ambito elettronico, ma anche in celle solari, strumentazione medica e nanotecnologie. "Questo è solo l'inizio", ha concluso Natia Frank.

Da: QUI

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
OnePlus 5, potente e low cost!
OnePlus 5, potente e low cost!
(Milano)
-

Quella di aziende come Huawei, partite offrendo smartphone dalle ottime prestazioni e a costi molto accessibili e finite ad imitare Samsung e Apple alzando i prezzi di anno in anno.
SIAMO ai limiti. Oltre comincia una storia già nota e, di fatto, poco...

Ecco le ambulanze del futuro!
Ecco le ambulanze del futuro!
(Milano)
-

ROBOT E SOFISTICATI STRUMENTI TECNOLOGI SONO GIÀ DA TEMPO NELLE SALE OPERATORIE E NEI LABORATORI DEGLI OSPEDALI: AUTOMAZIONE E SISTEMI DI CONTROLLO REMOTO SARANNO PRESTO DISPONIBILI PER MIGLIORARE ANCHE LE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA SANITARIA D’EMERGENZA.
ROBOT E SOFISTICATI STRUMENTI TECNOLOGI SONO GIÀ DA TEMPO NELLE SALE OPERATORIE...

Tecnologia E-ink: come funziona
Tecnologia E-ink: come funziona
(Milano)
-

L’inchiostro elettronico è una speciale tecnologia inventata nel 1996 da Joe Jacobson e che imita l’aspetto dell’inchiostro “vero” su un foglio di carta.
L’inchiostro elettronico è una speciale tecnologia inventata nel 1996 da Joe...

Internet pericoloso: ecco la serie tv!
Internet pericoloso: ecco la serie tv!
(Milano)
-

C'è chi ha visto distruggere la propria reputazione con un video, chi si è ritrovato imprigionato in un ricatto sessuale, e chi ha subìto un bullismo pervasivo su Facebook e WhatsApp.
C'è chi ha visto distruggere la propria reputazione con un video, chi si è...

Quale Smarwatch cinese acquistare
Quale Smarwatch cinese acquistare
(Milano)
-

Nella maggior parte dei casi, un costo basso corrisponde anche ad una qualità inferiore.
Quando si tratta di risparmiare, sappiamo tutti dove andare a cercare: in Cina....



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati