Le buste nei supermercati? NON VANNO PAGATE! NON FATEVI FREGARE

(Genova)ore 15:43:00 del 24/02/2017 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Editoria

Le buste nei supermercati? NON VANNO PAGATE! NON FATEVI FREGARE

PERCHÉ IL CONSUMATORE OGNI VOLTA CHE SI RECA IN UN SUPERMERCATO È OBBLIGATO A PAGARE 3, 4 O ADDIRITTURA 5 CENTESIMI PER UN SACCHETTO DI PLASTICA DELLA SPESA SPONSORIZZATO?

PERCHÉ IL CONSUMATORE OGNI VOLTA CHE SI RECA IN UN SUPERMERCATO È OBBLIGATO A PAGARE 3, 4 O ADDIRITTURA 5 CENTESIMI PER UN SACCHETTO DI PLASTICA DELLA SPESA SPONSORIZZATO?
Se il sacchetto in questione fosse bianco, senza scritte, sarebbe anche giusto pagarlo, poiché è comunque un prodotto; è inaccettabile pagare una borsa di plastica con stampata sopra la pubblicità dello stesso supermercato, il quale in tale ipotesi, per assurdo, dovrebbe essere il  consumatore ad essere pagato come testimonial visto che porta in giro il marchio del negozio facendogli indirettamente pubblicità. Può rifiutarsi di farlo?

In effetti il vantaggio rappresentato dalla pubblicità capillare che la circolazione della busta della spesa rappresenta, dovrebbe già indurre il venditore a ritenersi “pagato” per i costi sostenuti, costi – fanno sapere gli esperti dell’ADICO – che per quanto sopra detto sono già comunque sicuramente pagati dal ricarico sul prezzo finale del bene acquistato. 

Come detto, vista la quantità di buste della spesa che vengono fatte circolare, il supermercato si ritrova una quantità di pubblicità davvero notevole e dovrebbe ritenersi soddisfatto dell’investimento, e non richiedere addirittura un pagamento supplementare, come analizzato da alcuni esperti della società ADICO. Inoltre i supermercati sono già ampiamente ripagati del costo del sacchetto dal ricarico che effettuano sui vari prodotti, che nonostante le varie offerte è sempre notevole per i supermercati della grande distribuzione organizzata.
Secondo gli esperti che hanno analizzato il fenomeno, i supermercati arrivano ad un arricchimento indebito che potrebbe portare anche ad un infrangimento dell’articolo 2041 del Codice Civile che impone a chi si arricchisce in maniera indebita ai danni di un’altra persona è obbligato a indennizzare il danneggiato della “correlativa diminuzione patrimoniale”.

Sarebbe quindi possibile per il consumatore rivolgersi al Tribunale per la questione delle borse della spesa e far fare un accertamento sull’indebito arricchimento dello stesso, e si potrebbe tranquillamente ottenere una condanna del supermercato che porterebbe alla dovuta restituzione di quanto non dovuto, con in più il pagamento totale delle spese legali.
Tuttavia il problema in Italia è sempre lo stesso: a causa della lentezza dei processi, soprattutto civili, è possibile che il rapporto tra i costi sostenuti e i benefici non sia fruttuoso. Spieghiamo meglio: il consumatore dovrebbe sostenere delle pesanti spese legali per recuperare pochi centesimi di euro, spese che in caso di vittoria della causa potrebbero essere restituite, ma che vista la situazione italiana potrebbero rientrare solo dopo diversi anni, vista anche l’atteggiamento costante degli avvocati difensori di questi grandi marchi che tendono sempre a allungare i tempi processuali per cercare di scoraggiare gli utenti che fanno causa.

Il presidente della società ADICO, Carlo Garofolini, invita quindi a valutare bene prima di intentare una causa contro i grossi supermercati e di cercare di aggirare il problema delle borse della spesa a pagamento portando delle borse da casa, di quelle riutilizzabili ed anche più resistenti.

Autore: Sasha

Notizie di oggi
Essere contro il SISTEMA JUVE (non antijuventino) e' una questione morale: ECCO PERCHE'
Essere contro il SISTEMA JUVE (non antijuventino) e' una questione morale: ECCO PERCHE'
(Genova)
-

Se davvero l’avversione per la Juve è perfino un fatto morale, un’esigenza etica – e per noi di un’altra generazione è stato come combattere tutta la vita il potere della Democrazia Cristiana – l’interrogativo che oggi si impone è se questa passione civil
È un fatto morale Se davvero l’avversione per la Juve è perfino un fatto...


(Genova)
-


Tante chiacchiere e chiese sempre più vuote, già pronte per essere trasformate...

Cardinale africano con MILIONI in Svizzera: come mai il Papa non fa niente???
Cardinale africano con MILIONI in Svizzera: come mai il Papa non fa niente???
(Genova)
-

L'Africa ha avuto ed ha la sua dose di tiranni con milioni all'estero, ultimo in data il tunisino Ben Ali che sembra abbia sistemato i fatti suoi e della moglie (famiglia Trivulsi) monopolisti per trentanni di tutte le attività remunerative esistenti in T
L'Africa ha avuto ed ha la sua dose di tiranni con milioni all'estero, ultimo in...

Lazio, messe le galline a smaltire i rifiuti umidi! SENZA VERGOGNA!
Lazio, messe le galline a smaltire i rifiuti umidi! SENZA VERGOGNA!
(Genova)
-

Quando si dice che la necessità aguzza l’ingegno. Non è possibile conferire l’umido in discarica?
LE GALLINE CI SALVERANNO! - IL LAZIO È SOMMERSO DAI RIFIUTI, E IL SINDACO DI...

Amministrative 2017, la Destra stravince: RENZI DIMETTITI!
Amministrative 2017, la Destra stravince: RENZI DIMETTITI!
(Genova)
-

Genova sarà ricordata come Bologna (1999, Guazzaloca). Ma le elezioni amministrative del 2017 potrebbero avere la stessa faccia delle Regionali del 2000, dopo le quali Massimo D’Alema rassegnò le dimissioni da presidente del Consiglio
Genova sarà ricordata come Bologna (1999, Guazzaloca). Ma le elezioni...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati