Lavoro, cosa sapere

(Milano)ore 21:04:00 del 15/01/2017 - Categoria: , Denunce, Lavoro

Lavoro, cosa sapere

Alla fine di una riunione fiume, infatti, il comitato esecutivo della Cisl ha deciso di commissariare la Fp con 44 voti a favore e 16 contrari.

Come tutti sappiamo, essere iscritti ad un sindacato costa, e per questo ci domandiamo : chi ha pagato l'iscrizione e le relative quote mensili di 70.000 tesseramenti "fantasma"? E' stata versata la quota della ritenuta sindacale dalla CISL FP alla Cisl confederale di Furlan. I problemi di molti sindacalisti, purtroppo, sono simili a quelli di molti politici....potere e soldi. 70mila “tessere fantasma” su 303 mila, “violazione delle norme di tesseramento e contributive”: Commissariata la Cisl funzione pubblica..

Solo sette federazioni territoriali su 70 in regola con il tesseramento. Settantamila “tessere fantasma” su 303 mila dichiarate: cifre che fanno della Cisl funzione pubblica la seconda categoria della confederazione sindacale. E che nella notte hanno portato al commissariamento della divisione dei dipendenti statali. Alla fine di una riunione fiume, infatti, il comitato esecutivo della Cisl ha deciso di commissariare la Fp con 44 voti a favore e 16 contrari. L’esecutivo ha indicato come commissario per la federazione Maurizio Petriccioli, attuale segretario confederale della Cisl: azzerati quindi gli organismi interni della struttura guidata da Giovanni Faverin.

Il commissariamento è stato motivato dalla “violazione delle norme di tesseramento e contributive definite dallo statuto”. La segreteria confederale della Cisl – secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa – ha spiegato che dalle verifiche effettuate, con indagini a tappeto su più di 70 sedi territoriali della Fp, solo 7 sarebbero risultate in regola con le norme sul tesseramento. Ispezioni partite nei mesi scorsi a seguito delle decisioni prese dall’assemblea organizzativa dello scorso anno che avevano un solo obiettivo: “fare pulizia” su tesseramento e bilanci delle diverse categorie.

Le attenzioni dell’esecutivo notturno si sono dunque concentrate sulle circa “70mila tessere fantasma“, su un totale di 303mila dichiarate: numeri che avevano consentito alla Fp di diventare la seconda forza interna alla Cisl per numero di iscritti, dietro solo alla Fisascat, quella del commercio. Addebiti respinti “espressamente e integralmente” da Faverin in una lettera al comitato esecutivo “in quanto totalmente infondati e non rispondenti al vero“. Proveniente dal mondo della sanità, al suo secondo mandato alla Fp Cisl, Farverin, veneto di 57 anni, ha anche avvertito che si riserverà di “tutelare” la federazione e l’immagine personale “in ogni sede competente”. A sostituirlo sarà ora Petriccioli, 53 anni, toscano, dipendente dell’Inps, già segretario generale della Cisl Toscana e dal 2009 nella segreteria confederale.

Analizzando il voto che ha portato al commissariamento, si scopre dunque che le 16 preferenze contrarie – su 60 – sarebbero arrivate, oltre che dalla Fp, dai metalmeccanici della Fim, dalle categorie della scuola, dei trasporti e dalle poste. A livello territoriale con Faverin sarebbero schierati i sindacalisti della Sicilia, del Friuli, del Molise e dell’Abruzzo. Tra i segretari confederali, su 8 si sono opposti al commissariamento in 3. Il segnale lanciato dalla segretaria Anna Maria Furlan per riaffermare la necessità di una trasparenza nei bilanci e nelle risorse ha dunque finito per spaccare il sindacato, alla vigilia del congresso della Cisl che si terrà a Roma a fine giugno.

La decisione di commissariare la Fp Cisl, infatti, era già stata presa a maggioranza dalla segreteria di via Po, ma aveva fatto nascere uno scontro con i tre segretari confederali “alleati” di Faverin. In apertura di riunione, quindi, Maurizio Bernava, Giuseppe Farina e Giovanni Luciano hanno formalizzato la richiesta di un rinvio della decisione sul commissariamento. Richiesta però respinta a maggioranza. Il tutto mentre all’esterno dell’Hotel Parco dei principi a Roma, un folto presidio di dirigenti e iscritti alla Fp manifestava contro “l’illegittimo” commissariamento definito “forzoso e strumentale”. Una protesta che alla fine è stata vana

Autore: Carmine

Notizie di oggi
I soldi del lavoro? Spesi in carri armati e missili, MA NESSUNO NE PARLA!
I soldi del lavoro? Spesi in carri armati e missili, MA NESSUNO NE PARLA!
(Milano)
-

In questi giorni la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha iniziato a occuparsi del decreto della presidenza del consiglio che deve decidere la ripartizione di 46 miliardi di un fondo di investimenti (previsti fino al 2032) che la scorsa legge
In questi giorni la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha iniziato a...

Giovani italiani sedentari come 60enni
Giovani italiani sedentari come 60enni
(Milano)
-

Tra studio, divano, televisione, smartphone, tablet e videogiochi, i bambini e gli adolescenti sono più sedentari di quanto finora immaginato.
Tra studio, divano, televisione, smartphone, tablet e videogiochi, i bambini e...

Ndrangheta e massoneria manovrano l'Italia (e danno ordini ai politici)
Ndrangheta e massoneria manovrano l'Italia (e danno ordini ai politici)
(Milano)
-

Secondo il rapporto della Dna siamo di fronte a un complesso di emergenze significative, ancora di più che in passato, di una ‘ndrangheta presente in tutti i settori nevralgici della politica, dell’amministrazione pubblica e dell’economia.
La ‘ndrangheta, la camorra e la sacra corona unita arrivano alle istituzioni,...

Molti benzinai truffano ripetutamente persone ignare: ECCO I LORO TRUCCHI
Molti benzinai truffano ripetutamente persone ignare: ECCO I LORO TRUCCHI
(Milano)
-

TRUFFE BENZINAI: QUESTE DICHIARAZIONI FARANNO SICURAMENTE ARRABBIARE MOLTI AUTOMOBILISTI. UN BENZINAIO HA DECISO DI RIVELARE TUTTI I “SEGRETI” DEL MESTIERE. QUEI TRUCCHI CHE MOLTI BENZINAI ADOTTANO QUANDO ANDIAMO A FARE RIFORNIMENTO.
TRUFFE BENZINAI: QUESTE DICHIARAZIONI FARANNO SICURAMENTE ARRABBIARE MOLTI...

STRAGE DI ITALIANI: ecco cosa ci sta uccidendo lentamente
STRAGE DI ITALIANI: ecco cosa ci sta uccidendo lentamente
(Milano)
-

LA MORTALITÀ IN ITALIA AUMENTA A LIVELLI ESPONENZIALI CON NUMERI DA CAPOGIRO PARAGONABILI AI TEMPI DI GUERRA! A SPIEGARE IL PERCHÈ DI CIÒ È MARIO GIORDANO.
LA MORTALITÀ IN ITALIA AUMENTA A LIVELLI ESPONENZIALI CON NUMERI DA CAPOGIRO...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati