Lavoro, cosa sapere

(Milano)ore 21:04:00 del 15/01/2017 - Categoria: , Denunce, Lavoro

Lavoro, cosa sapere

Alla fine di una riunione fiume, infatti, il comitato esecutivo della Cisl ha deciso di commissariare la Fp con 44 voti a favore e 16 contrari.

Come tutti sappiamo, essere iscritti ad un sindacato costa, e per questo ci domandiamo : chi ha pagato l'iscrizione e le relative quote mensili di 70.000 tesseramenti "fantasma"? E' stata versata la quota della ritenuta sindacale dalla CISL FP alla Cisl confederale di Furlan. I problemi di molti sindacalisti, purtroppo, sono simili a quelli di molti politici....potere e soldi. 70mila “tessere fantasma” su 303 mila, “violazione delle norme di tesseramento e contributive”: Commissariata la Cisl funzione pubblica..

Solo sette federazioni territoriali su 70 in regola con il tesseramento. Settantamila “tessere fantasma” su 303 mila dichiarate: cifre che fanno della Cisl funzione pubblica la seconda categoria della confederazione sindacale. E che nella notte hanno portato al commissariamento della divisione dei dipendenti statali. Alla fine di una riunione fiume, infatti, il comitato esecutivo della Cisl ha deciso di commissariare la Fp con 44 voti a favore e 16 contrari. L’esecutivo ha indicato come commissario per la federazione Maurizio Petriccioli, attuale segretario confederale della Cisl: azzerati quindi gli organismi interni della struttura guidata da Giovanni Faverin.

Il commissariamento è stato motivato dalla “violazione delle norme di tesseramento e contributive definite dallo statuto”. La segreteria confederale della Cisl – secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa – ha spiegato che dalle verifiche effettuate, con indagini a tappeto su più di 70 sedi territoriali della Fp, solo 7 sarebbero risultate in regola con le norme sul tesseramento. Ispezioni partite nei mesi scorsi a seguito delle decisioni prese dall’assemblea organizzativa dello scorso anno che avevano un solo obiettivo: “fare pulizia” su tesseramento e bilanci delle diverse categorie.

Le attenzioni dell’esecutivo notturno si sono dunque concentrate sulle circa “70mila tessere fantasma“, su un totale di 303mila dichiarate: numeri che avevano consentito alla Fp di diventare la seconda forza interna alla Cisl per numero di iscritti, dietro solo alla Fisascat, quella del commercio. Addebiti respinti “espressamente e integralmente” da Faverin in una lettera al comitato esecutivo “in quanto totalmente infondati e non rispondenti al vero“. Proveniente dal mondo della sanità, al suo secondo mandato alla Fp Cisl, Farverin, veneto di 57 anni, ha anche avvertito che si riserverà di “tutelare” la federazione e l’immagine personale “in ogni sede competente”. A sostituirlo sarà ora Petriccioli, 53 anni, toscano, dipendente dell’Inps, già segretario generale della Cisl Toscana e dal 2009 nella segreteria confederale.

Analizzando il voto che ha portato al commissariamento, si scopre dunque che le 16 preferenze contrarie – su 60 – sarebbero arrivate, oltre che dalla Fp, dai metalmeccanici della Fim, dalle categorie della scuola, dei trasporti e dalle poste. A livello territoriale con Faverin sarebbero schierati i sindacalisti della Sicilia, del Friuli, del Molise e dell’Abruzzo. Tra i segretari confederali, su 8 si sono opposti al commissariamento in 3. Il segnale lanciato dalla segretaria Anna Maria Furlan per riaffermare la necessità di una trasparenza nei bilanci e nelle risorse ha dunque finito per spaccare il sindacato, alla vigilia del congresso della Cisl che si terrà a Roma a fine giugno.

La decisione di commissariare la Fp Cisl, infatti, era già stata presa a maggioranza dalla segreteria di via Po, ma aveva fatto nascere uno scontro con i tre segretari confederali “alleati” di Faverin. In apertura di riunione, quindi, Maurizio Bernava, Giuseppe Farina e Giovanni Luciano hanno formalizzato la richiesta di un rinvio della decisione sul commissariamento. Richiesta però respinta a maggioranza. Il tutto mentre all’esterno dell’Hotel Parco dei principi a Roma, un folto presidio di dirigenti e iscritti alla Fp manifestava contro “l’illegittimo” commissariamento definito “forzoso e strumentale”. Una protesta che alla fine è stata vana

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Insulti alla Boldrini? E chi tutela gli italiani dalla MALAPOLITICA?
Insulti alla Boldrini? E chi tutela gli italiani dalla MALAPOLITICA?
(Milano)
-

Ci si dovrebbe anche domandare del perchè i politici siano odiati al punto di dover girare con una scorta armata per non farsi linciare dalla gente comune. Pertini girava per strada da solo, lui e la sua pipa, senza temere niente e nessuno. Anche questo d
Certo l'offesa non è bella ne da ricevere ne tantomeno da scrivere ma è...

Epatite E: ecco cosa non vi dicono sulla Carne di Maiale
Epatite E: ecco cosa non vi dicono sulla Carne di Maiale
(Milano)
-

Segnalati oltre 21 mila casi di epatite E in 10 anni, derivanti dal consumo di carne di maiale. Come comportarsi
Segnalati oltre 21 mila casi di epatite E in 10 anni, derivanti dal consumo di...

La Cannabis non ha MAI ucciso nessuno, anzi....
La Cannabis non ha MAI ucciso nessuno, anzi....
(Milano)
-

Le cose legali sono vietate (vedi anche la pillola del giorgiorno dopo) quelle illegali le praticano anche i bambini e le casalinghe (per non parlare dell'onesta classe politica dei mafiosi ed eccellenze elencando)
In questo paese terzomondista, proprietà esclusiva del Vaticano, è impossibile...

Una casa non l'avremo mai: MORIREMO IN AFFITTO...
Una casa non l'avremo mai: MORIREMO IN AFFITTO...
(Milano)
-

I lavori di oggi ti permettono di aprire un mutuo per acquistare l'auto dei tuoi sogni a rate, di andare tutti i pomeriggi al bar a bere l'aperitivo o di acquistare un capo firmato al mese, ma non ti permettono più di essere autosufficiente al 100%, di co
I meravigliosi anni 90 sono finiti, nonostante si tenti in tutti i modi di...

Lotta alle fake news? Il Bavaglio al web una cosa ILLEGALE! Ma non ve lo diranno mai
Lotta alle fake news? Il Bavaglio al web una cosa ILLEGALE! Ma non ve lo diranno mai
(Milano)
-

Lotta alle fake news, o meglio alla libertà d’opinione: il decreto legge firmato da Adele Gambaro arriva in Senato (commissioni giustizia e affari costituzionali) e riapre la polemica sulla legge-bavaglio, tra profili di incostituzionalità, correttivi leg
Lotta alle fake news, o meglio alla libertà d’opinione: il decreto legge firmato...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati