L'accoglienza non ha NULLA a che fare con la bonta': SOLO BUSINESS

(Napoli)ore 07:37:00 del 14/07/2017 - Categoria: , Denunce, Economia

L'accoglienza non ha NULLA a che fare con la bonta': SOLO BUSINESS

Beh i pappagalli devono essere addestrati a ripetere le frasi che vengono loro insegnate..cosa che la sinistra è riuscita a fare attraverso una propaganda ideologica martellante..proveniente da tutte le casematte ideologico culturali della società civile,

Beh i pappagalli devono essere addestrati a ripetere le frasi che vengono loro insegnate..cosa che la sinistra è riuscita a fare attraverso una propaganda ideologica martellante..proveniente da tutte le casematte ideologico culturali della società civile, okkupate grazie all'implementazione sistematica della ben nota strategia Gramsciana!

I pappagalli non sanno quello che dicono. Ripetono sempre le stesse frasi, forse perché così si riconoscono, si definiscono, trovano identità in parole di cui non leggono il senso.

Per i pappagalli non è una malattia, per la politica sì.

L'ultimo esempio è la reazione alla svolta culturale di Renzi e Minniti sull'immigrazione. I due hanno rotto un tabù della sinistra: non si può accogliere tutti.

Non significa alzare muri o chiudere il Mediterraneo, ma trovare una soluzione alternativa al commercio di anime degli scafisti. La risposta è un concerto di pappagalli: «Aiutarli a casa loro non è di sinistra». Ma, esattamente, che vuole dire? Perché non è di sinistra? E c'è una solidarietà di sinistra (buona) e una di destra (cattiva)?

La verità è che questa frase è stupida. È buttata lì come un ritornello perché serve appunto a riconoscersi. Nessuno, neppure a sinistra, può pensare che sia una bestemmia una sorta di piano Marshall per l'Africa. Il problema, semmai, è farlo sul serio. Crederci. Non replicare anni e anni di fallimenti, con i soldi che vanno a Sud e poi tornano nelle tasche di mediatori occidentali o arricchiscono le oligarchie locali. Non è facile, ma di certo non sarebbe una scelta egoistica. Sarebbe un miracolo. Non si parte da casa per il gusto dell'avventura. Si parte perché si sta male. Nessuno ha voglia di mettere tutto quello che ha su un barcone.

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Acqua contaminata nel tuo supermercato! Ritirati 8 lotti
Acqua contaminata nel tuo supermercato! Ritirati 8 lotti
(Napoli)
-

Il ministero della Salute ha diffuso una circolare in cui chiede il ritiro dai supermercati di alcuni lotti di acqua minerale in bottiglia perchè contaminata da Pseudomonas aeruginosa.
Il ministero della Salute ha diffuso una circolare in cui chiede il ritiro dai...

'Mi pagano 3 EURO all'ORA...e devo dire anche GRAZIE PADRONE'
'Mi pagano 3 EURO all'ORA...e devo dire anche GRAZIE PADRONE'
(Napoli)
-

L'analisi del segretario della Nidil Cgil, Antonio Capezzuto: il sindacato non può far nulla, i lavoratori non denunciano i soprusi: troppa paura di perdere anche quel poco che hanno.
Lavoro nero? Peggio: lavoro sotto ricatto. Un esempio? Eccolo, è quello di una...

Prima gli Italiani? Una cosa NORMALE, fatta passare per un ABOMINIO...
Prima gli Italiani? Una cosa NORMALE, fatta passare per un ABOMINIO...
(Napoli)
-

La giusta priorità: prima i connazionali poi gli stranieri, prima i vecchi e i bambini poi gli adulti, prima i capaci e i meritevoli poi gli altri, prima chi tutela l'ordine e la sicurezza poi chi li mette a rischio, prima gli onesti poi i delinquenti, pr
La giusta priorità: prima i connazionali poi gli stranieri, prima i vecchi e i...

ITALICUM, ROSATELLUM, CONSULTELLUM: ma quante PAGLIACCIATE?
ITALICUM, ROSATELLUM, CONSULTELLUM: ma quante PAGLIACCIATE?
(Napoli)
-

La designazione dei parlamentari da parte dei leader attraverso il meccanismo delle liste bloccate equivale ad una vera e propria privatizzazione della politica nazionale.
Ci iscriviamo convintamente al partito degli scettici: il Rosatellum bis, la...


(Napoli)
-


"La società modellata sui canoni del capitalismo, ormai globale a forza di...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati