La Russia lascia il vecchio sistema bancario: ADDIO DOLLARO, SIAMO LIBERI

(Firenze)ore 17:29:00 del 06/05/2017 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Esteri

La Russia lascia il vecchio sistema bancario: ADDIO DOLLARO, SIAMO LIBERI

IL PRESIDENTE RUSSO VLADIMIR PUTIN HA ANNUNCIATO I PROPRI PIANI PER PORTARE LA RUSSIA FUORI DALL’INTESA INTERNAZIONALE DEL SETTORE BANCARIO, ABBANDONANDO IL DOLLARO PER UN SISTEMA BASATO SULL’ORO.

IL PRESIDENTE RUSSO VLADIMIR PUTIN HA ANNUNCIATO I PROPRI PIANI PER PORTARE LA RUSSIA FUORI DALL’INTESA INTERNAZIONALE DEL SETTORE BANCARIO, ABBANDONANDO IL DOLLARO PER UN SISTEMA BASATO SULL’ORO.

Associandosi ad altre nazioni BRICS come il Brasile, l’India, la Cina e il Sudafrica – Putin ha detto che sta per liberare il popolo russo dalla mafia bancaria internazionale affinché la Russia possa godere di una reale indipendenza finanziaria.

Anonhq.com riporta:

Il problema, tuttavia, è che le banche internazionali stanno minacciando di impedire l’accesso russo da questo sistema se lasciano il “grande club”.

Molti economisti hanno informato i leader mondiali sulle conseguenze che li affronteranno se elimineranno la Russia dal sistema SWIFT. Ewald Nowotny, economista e responsabile politico della Banca centrale europea, ha evidenziato come se la Russia venisse rimossa dal sistema SWIFT, le imprese internazionali che svolgono attività in Russia saranno i primi a subire.

Tuttavia, secondo Elvira Nabiullina, economista russa e ex consigliere economico del presidente Putin ed attuale capo della Banca centrale della Russia se la Russia viene rimossa dalle telecomunicazioni interbancarie finanziarie mondiali, le banche russe non crolleranno. Ha spiegato come esse abbiano elaborato un nuovo sistema che continuerà le operazioni nel formato SWIFT e funzionerà come un’alternativa per il paese.

Secondo un rapporto pubblicato l’anno scorso, più di trecento banche in Russia hanno adottato l’alternativa allo SWIFT – il sistema per il trasferimento di messaggi finanziari o SPFS come lo chiamano in Russia.

Inoltre, per rafforzare il sistema SPFS, è stata aperta la prima filiale internazionale della Banca centrale di Pechino e i cinesi hanno aperto un istituto finanziario in Russia per rafforzare il rapporto finanziario tra le due nazioni e per dare un inizio alla “de-dollarizzazione”.

Per quanto riguarda la Federal Reserve e altre istituzioni finanziarie internazionali che scambiano valuta e futures non fisiche e tutte le altre pratiche rischiose; Stanno ora acquistando quantità massicce di oro fisico – lasciando dietro le loro vecchie pratiche.

Secondo Mac Slavo che scrive per SHTFplan, le ONG gestite da Soros sono state interrogate e scacciate, insieme agli stabilimenti dei Rothschild.

“Sembra che solo una guerra potrà porre fine a questi giochi di potere per il dominio o la morte del petrodollaro americano, ultimamente controllato dalle stesse poche mani che guidano e controllano le banche centrali di quasi tutte le nazioni del mondo”, ha scritto Mac Slavo.

Da: Jeda

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
(Firenze)
-

Stime macroeconomiche della Commissione europea negative per l'Italia su pil, deficit e debito pubblico. La nostra economia non cresce e non riusciamo a risanare i conti pubblici, che peggiorano in maniera allarmante.
CRESCITA ZERO, ITALIA ULTIMA NELLA UE - Siamo quasi alla fine dell’anno ed è...

Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
(Firenze)
-

Secondo un'indagine di Altroconsumo gli esercenti arriverebbero a pagare delle commissioni abbastanza importanti.
QUANTO CI COSTA IL POS - Ridurre l’uso del contante per contrastare evasione e...

Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
(Firenze)
-

Oltre il 97% delle persone ricerca informazioni sanitarie online. Ma spesso i risultati sono inaffidabili e portatori d’ansia
SEMPRE PIU' PERSONE ANSIOSE PER RICERCHE MALATTIE SU GOOGLE - 2 americani su 5...


(Firenze)
-


"Carenza di un'adeguata impiantistica per il riciclo dei rifiuti, assenza di...

Tim, Vodafone e Wind denunciate per i tagli alle ricariche: VERGOGNA!
Tim, Vodafone e Wind denunciate per i tagli alle ricariche: VERGOGNA!
(Firenze)
-

Il Codacons denuncia all'Agcom e all'Antitrust la ricarica premium, novità messa sul mercato da Tim, Vodafone e Wind.
Il Codacons ha formalizzato il pensiero di milioni di utenti italiani sotto...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati