LA CASTA SALVA ANCORA IL PREMIO DI MAGGIORANZA

(Cagliari)ore 13:03:00 del 29/01/2017 - Categoria: , Denunce, Politica

LA CASTA SALVA ANCORA IL PREMIO DI MAGGIORANZA

Andando a votare oggi si avrebbe un proporzionale puro alla Camera con un sistema che favorirebbe le liste di singoli partiti e un semiproporzionale al Senato che favorisce le coalizioni.

CON QUESTO SISTEMA È GARANTITA L'INGOVERNABILITÀ.
PERCHÈ MOLTI VOGLIONO ANDARE AL VOTO ALLORA? BEH VEDIAMO CHI È CHE LO CHIEDE:
LEGA ATTUALMENTE AL PARLAMENTO HA RAPPRESENTANTI PARI AL 4% QUANDO I SONDAGGI OGGI LA STIMANO AL 12%
FRATELLI D'ITALIA RAPPRESENTATI PARI AL 2% OGGI STIMATO TRA 4% E 6%
M5S OGGI RAPPRESENTATI AL 20% OGGI STIMATO ATTORNO AL 30%

Quindi per questi andare subito alle urne ha un doppio vantaggio: aumentare i rappresentanti e non andare al governo e poter continuare a fare opposizione

Renzi: teoricamente questo sistema gli farebbe perdere deputati, ma aumentare i senatori, ma la vera partita è interna al PD, se si va a votare è lui che da le carte all'interno del partito e si troverebbe una rappresentanza al parlamento più omogenea alle sue idee.

Chi non vuole 
minoranza PD: per i motivi opposti a Renzi
FI calerebbe drasticamente i seggi
Peones vari che vogliono il vitalizio

In pratica nessuno, ripeto nessuno, vuole o non vuole le elezioni per gli italiani, ma per mero interesse personale.

Detto questo io a sto punto sarei per il mattarellum, almeno una piccola possibilità di governabilità ci sarebbe. Andando a votare oggi si avrebbe un proporzionale puro alla Camera con un sistema che favorirebbe le liste di singoli partiti e un semiproporzionale al Senato che favorisce le coalizioni.

E alla fine arrivò il verdetto: anche l’Italicum è incostituzionale. O almeno lo è parte: abolito il ballottaggio tra le due liste che prendono più voti, sopravvive, invece, il premio di maggioranza per la forza politica che raggiunge il 40% al primo turno. Bocciate- ma solo a metà – le pluricandidature. È questa la decisione della Corte Costituzionale alla fine di una camera di consiglio durata otto ore. “All’esito della sentenza, la legge elettorale è suscettibile di immediata applicazione“, sottolinea il comunicato della Consulta.

[foto3]

Restano pluricandidature ma col sorteggio – Via il ballottaggio dunque, salva invece la soglia del 40% dei voti per ottere un premio di maggioranza pari a 340 seggi, e cioè il 54%. Colpite dalla decisione degli alti giudici, ma solo in parte, anche le pluricandidature. In questo senso è stata dichiarata illegittima la parte che consentiva al capolista eletto in più collegi di scegliere a sua discrezione per quale optare. In questo modo si sarebbe potuto decidere a tavolino a quale tra i primi dei non eletti dei vari collegi garantire un seggio a Montecitorio: eventualità che la Corte ha bocciato. Salva, invece, a possibilità di candidarsi in più collegi elettorali: in caso di elezione in più di uno, si procederà al sorteggio per stabilire per quale optare. Il dispositivo richiamato esplicitamente dai giudici della Consulta, dopo la camera di consiglio, è esattamente l’articolo 85 del Testo unico delle leggi elettorali, che recitava: “Il deputato eletto in più circoscrizioni deve dichiarare alla presidenza della Camera dei deputati, entro otto giorni dalla data dell’ultima proclamazione, quale circoscrizione prescelga. Mancando l’opzione, si procede al sorteggio”.  Il ricorso al sorteggio, dunque, era già previsto ma soltanto come “criterio residuale” ovvero come seconda possibilità in caso non si procedesse a una scelta. Ora, invece, diventa l’unico criterio per l’assegnazione del collegio parlamentare.

Autore: Sasha

Notizie di oggi
RIP sovranita' alimentare: Juncker autorizza gli Ogm nella UE
RIP sovranita' alimentare: Juncker autorizza gli Ogm nella UE
(Cagliari)
-

Il grosso vantaggio dell’Ue per le lobby finanziarie e industriali è che è molto più facile influenzare un potere centrale che i singoli governi dei 28 paesi membri.
JUNCKER (PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA) AUTORIZZA BEN 19 TIPOLOGIE DI ...

Insegnanti TRUFFATI da Renzi: devono RESTITUIRE gli 80 Euro!
Insegnanti TRUFFATI da Renzi: devono RESTITUIRE gli 80 Euro!
(Cagliari)
-

È il testo ironico, ma amarissimo, di una lettera aperta del professor Fabio Macchi pubblicata sul sito Orizzonte scuola
«A poche settimane dal voto voglio ringraziare pubblicamente Renzi e il Pd per...

Bollette della luce: ecco la cifra che dovremo PAGARE PER GLI UTENTI MOROSI
Bollette della luce: ecco la cifra che dovremo PAGARE PER GLI UTENTI MOROSI
(Cagliari)
-

L’AEGSI HA EMESSO UNA DELIBERA CHE PREVEDE IL RECUPERO DELLE MOROSITÀ DERIVATE DALLE BOLLETTE DELLA LUCE NONO PAGATE, A CARICO DI TUTTA LA COLLETTIVITÀ.
L’AEGSI HA EMESSO UNA DELIBERA CHE PREVEDE IL RECUPERO DELLE MOROSITÀ DERIVATE...

Italia in declino da 25 anni: le PRIVATIZZAZIONI hanno ucciso il Paese
Italia in declino da 25 anni: le PRIVATIZZAZIONI hanno ucciso il Paese
(Cagliari)
-

E’ opinione diffusa tra gli accoliti della sinistra italiana che i mali economici del Belpaese siano stati in larga misura acuiti e creati dai governi presieduti da Silvio Berlusconi.
E’ opinione diffusa tra gli accoliti della sinistra italiana che i mali...

In pensione con soli 5 anni di contributi? TUTTO PERMESSO...MA AGLI IMMIGRATI!
In pensione con soli 5 anni di contributi? TUTTO PERMESSO...MA AGLI IMMIGRATI!
(Cagliari)
-

Se non versano contributi per almeno 20 anni, i lavoratori italiani perdono tutto il tesoretto versato. “Gli immigrati (invece) prendono la pensione anche con cinque anni di contributi”.
Se non versano contributi per almeno 20 anni, i lavoratori italiani perdono...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati