La Caritas si dice preoccupata del rimpatrio dei clandestini: PAPPANO DI MENO!

ROMA ore 19:06:00 del 09/04/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce, Sociale - Caritas

La Caritas si dice preoccupata del rimpatrio dei clandestini: PAPPANO DI MENO!

L’Europa ha dato il via oggi ai primi rimpatri di migranti sbarcati sulle coste greche, in virtà dell’accordo con la Turchia: tra i 200 e i 250 migranti, in maggioranza pakistani, bengalesi, dello Sri Lanka e marocchini

L’Europa ha dato il via oggi ai primi rimpatri di migranti sbarcati sulle coste greche, in virtà dell’accordo con la Turchia: tra i 200 e i 250 migranti, in maggioranza pakistani, bengalesi, dello Sri Lanka e marocchini. Sono stati rimpatriati su due navi partite dalle isole Lesbos e Chios e sbarcati presso in porto turco di Dikili.

“Sta avvenendo nei fatti quello che non volevamo – afferma oggi al Sir Oliviero Forti, responsabile dell’area immigrazione di Carita$ italiana -. Abbiamo criticato l’accordo, adesso si stanno vedendo i primi effetti di una Europa che vuole solo allontanare i profughi dai propri confini”.

“Il fatto che i rimpatri non riguardino i siriani – precisa – non diminuisce la gravità di far tornare i migranti in un Paese che non dà nessun tipo di garanzia di rispetto dei diritti uMani, a parte le dichiarazioni”. Forti, appena rientrato da una visita all’hotspot di Pozzallo, in Sicilia, avverte: “I rimpatri e la chiusura delle frontiere balcaniche provocheranno di nuovo lo spostamento dei flussi sulla rotta libica, del Mediterraneo centrale. Da gennaio ad oggi è già stato registrato un aumento del 40% degli arrivi via mare rispetto allo scorso anno”.

“Il problema dell’Europa non sono mai stati i soldi. La questione di fondo è politica: non aver avuto il coraggio di dare una risposta coordinata ad un fenomeno che dovrebbe riguardare tutta l’Unione europea. Le paure di alcuni hanno prevalso sulla buona volontà di altri. Alcuni Paesi, tra cui l’Italia, hanno tentato di rimettere al centro la questione dell’immigrazione intesa come rispetto dei diritti e delle procedure, ma dopo gli attentati ha prevalso la paura e l’emotività, che hanno una immediata efficacia sul piano politico”.

A Carita$ piace il governo italiano. Stessa stoffa per gli affari. Guidi, Boschi e Carita$.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Cicciolina? 2331 Euro di vitalizio dal 2011!
Cicciolina? 2331 Euro di vitalizio dal 2011!

-

Ilona Staller, in arte Cicciolina, ex pornostar ma per chi ancora non lo sapesse pure ex parlamentare radicale dal 1987 al 1992 e leader del cosiddetto “Partito dell’Amore” (con Moana Pozzi presero l’1%), dall’ottobre 2011 riscuote ogni mese il vitalizio
Ilona Staller, in arte Cicciolina, ex pornostar ma per chi ancora non lo sapesse...

Fidget Spinner? Uno strumento per manipolare le menti dei Giovani
Fidget Spinner? Uno strumento per manipolare le menti dei Giovani

-

«Gli spinner zombificano i nostri giovani e ne rendono manipolabili le menti», ha sostenuto qualche giorno fa un conduttore di Rossyia 24, canale tv filo-governativo, durante una lunga trasmissione dedicata all’infernale aggeggio made in Usa.
«Gli spinner zombificano i nostri giovani e ne rendono manipolabili le menti»,...

Vaccini, UCCISA LA DEMOCRAZIA: Mandanti ed esecutori ,come al solito, la faranno franca.
Vaccini, UCCISA LA DEMOCRAZIA: Mandanti ed esecutori ,come al solito, la faranno franca.

-

Vaccini, Senato approva decreto: sanzioni abbassate, monodose, niente farmacie, obbligatori da 12 a 10.
Vaccini, Senato approva decreto: sanzioni abbassate, monodose, niente farmacie,...

Debiti, rifiuti, tasse, infrastrutture: 1 anno di Raggi a Roma. Cosa e' cambiato? NIENTE!
Debiti, rifiuti, tasse, infrastrutture: 1 anno di Raggi a Roma. Cosa e' cambiato? NIENTE!

-

“La sporca metafora di Roma”, titolava il 10 maggio il New York Times – che già nel 2015 criticò il “marziano” Ignazio Marino, sancendone il declino – nel commentare la triste fotografia della Città Eterna invasa (di nuovo) dai rifiuti. Siamo quasi arriva
Debito, tasse, patrimonio, partecipate, infrastrutture, rifiuti, lavoro. A quasi...

La priorita' della Boldrini? Ius Soli entro settembre!
La priorita' della Boldrini? Ius Soli entro settembre!

-

LA BOLDRINOVA S’E’ SVEGLIATA E PURE LEI CI TIENE A FAR SAPERE COSA PENSA SULLO “IUS SOLI” – “DEVE ESSERE APPROVATO ENTRO LA FINE DELLA LEGISLATURA OPPURE SI ALIMENTA LA RABBIA” – DI CHI, DI CHI HA VOTATO IL PRESIDENTE DELLA CAMERA?
LA BOLDRINOVA S’E’ SVEGLIATA E PURE LEI CI TIENE A FAR SAPERE COSA PENSA SULLO...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati