Juve Ndrangheta, LA VERGOGNA CONTINUA! MA NESSUNO NE PARLA (COME SEMPRE)

(Roma)ore 20:19:00 del 12/03/2017 - Categoria: , Calcio, Denunce

Juve Ndrangheta, LA VERGOGNA CONTINUA! MA NESSUNO NE PARLA (COME SEMPRE)

DELLA JUVENTUS SCRIVE SOLO IL FATTO QUOTIDIANO Ne scrive, fondamentalmente, solo il Fatto quotidiano. Ma ormai, in piena epoca web, che ne scriva uno o più quotidiani, cambia davvero poco

DELLA JUVENTUS SCRIVE SOLO IL FATTO QUOTIDIANO

Ne scrive, fondamentalmente, solo il Fatto quotidiano. Ma ormai, in piena epoca web, che ne scriva uno o più quotidiani, cambia davvero poco. La notizia viene riportata dai giornali on line, a partire da Dagospia molto cliccato da chi vuole sapere cosa accade nelle stanze del potere o prossimi ad esso. E ovviamente da quelli calcistici. Come il Napolista che ne scrive da quest’estate. Il Fatto quotidiano (mentre la Juve comunicato di aver affidato ai legali “la tutela della propria onorabilità”) riporta fedelmente stralci del documento di chiusura indagini della Procura della Federcalcio. La vicenda è nota. Il canale privilegiato concesso agli ultrà della Juventus nella gestione dei biglietti.

In questa vicenda, poi, c’è dell’altro. Ci sono i presunti legami tra gli ultrà della Juve ed esponenti della ‘ndrangheta che pure avrebbero incontrato Andrea Agnelli. E c’è un suicidio sospetto, quello di Raffaele Bucci, capo ultrà dei Drughi, che quest’estate si è lanciato dal viadotto di Fossano (Cuneo). Lo stesso da cui si gettò il 15 novembre del 2000 Edoardo Agnelli. Bucci era stato appena ascoltato dalla Procura in merito all’inchiesta biglietti-ultras-‘ndrangheta Juventus (perché ci sono due filoni: uno penale, con nessun dirigente juventino indagato, uno sportivo con l’istruttoria della Procura della Figc) in qualità di consulente esterno della Juventus. Era stato assunto come “Supporter Liaison Officer” ovvero anello di congiunzione tra società e tifosi.

Se è vero quanto scritto, la giustizia penale non solo non ha condannato, ma nemmeno indagato un dipendente della Juventus. La conseguenza è che, con ogni probabilità, la giustizia sportiva - un baraccone privo di senso che sarebbe l'ora di riformare - condannerà per la solita violazione inventata.

Autore: Sasha

Notizie di oggi
Il lavoro e' un male sociale: godetevi la vita
Il lavoro e' un male sociale: godetevi la vita
(Roma)
-

Contrariamente ad una idea diffusa ad arte dai centri di condizionamento dello spettacolo moderno, il lavoro non è una catastrofe naturale.
Contrariamente ad una idea diffusa ad arte dai centri di condizionamento dello...

L'uomo e' ormai un lavoratore scemo, povero e che non si ribella
L'uomo e' ormai un lavoratore scemo, povero e che non si ribella
(Roma)
-

L’uomo è un animale adattabile: si adatta anche alle cose che dovrebbe ripudiare. Ci adattiamo a mangiare cibo spazzatura, a respirare veleni, a stare in coda un’ora al mattino in tangenziale per andare al lavoro e un’altra ora la sera per tornare a casa.
L’uomo è un animale adattabile: si adatta anche alle cose che dovrebbe...

Yemen, bombe italiane massacrano IN SILENZIO civili e bambini
Yemen, bombe italiane massacrano IN SILENZIO civili e bambini
(Roma)
-

Bombe italiane fabbricate in Sardegna e assemblate negli Emirati Arabi Uniti uccidono civili, tra cui bambini, in Yemen. Questo è quello che avviene in una guerra per procura, un massacro sotto silenzio.
Bombe italiane fabbricate in Sardegna e assemblate negli Emirati Arabi Uniti...

Sarabanda TRUCCATO: la nostalgia PALESEMENTE costruita a tavolino
Sarabanda TRUCCATO: la nostalgia PALESEMENTE costruita a tavolino
(Roma)
-

Operazione nostalgia di una lentezza disarmante e palesemente costruita a tavolino. Il problema è che tutti, Papi per primo, recitano peggio che a una festa dell'oratorio. Tre ore che potrebbero stare tranquillamente in 45 minuti e una noia insostenibile.
Operazione nostalgia di una lentezza disarmante e palesemente costruita a...

20 milioni di soldi pubblici solo per CONTARE gli immigrati
20 milioni di soldi pubblici solo per CONTARE gli immigrati
(Roma)
-

Anche se ieri si è celebrata la giornata mondiale del rifugiato costoro, in Italia, sfiorano semplicemente il 5%.
Anche se ieri si è celebrata la giornata mondiale del rifugiato costoro, in...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati