Juve e ndrangheta

(Roma)ore 22:49:00 del 23/07/2016 - Categoria: Calcio, Denunce

Juve e ndrangheta

All’interno un ampio servizio in cui si ricostruiscono i rapporti tra Alessandro D’Angelo, security manager dei bianconeri (non indagato) citato nelle carte dell’inchiesta, braccio destro di Andrea Agnelli, e Rocco Dominello “indagato per associazione maf

CLICCA MI PIACE PER SEGUIRCI SU FACEBOOK!

Secondo il gip, D’Angelo “si lasciava scappare chiaramente come il bagarinaggio ufficioso tollerato da alcuni dirigenti della società venisse permesso in cambio della tranquillità tra tifosi e società”. Soltanto un anno fa, dopo l’arresto di Andrea Puntorno, capo dei Bravi Ragazzi, narco-trafficante e organizzatore di un grosso giro di biglietti e abbonamenti, il security manager affermava: “Non c’è il rischio che persone appartenenti ad aree criminali come Puntorno possano rivolgersi a Juventus per esercitare pressioni finalizzate a ottenere titoli d’accesso”. Per alcuni no, per il rampollo del clan ‘ndrangheta, invece sì.

«A introdurre Dominello nel giro, secondo i pm, è stato Fabio Germani (ora accusato di concorso esterno) un ex ultrà in ottimi rapporti con diversi calciatori e con l’ex mister Antonio Conte. Tramite Germani Rocco arriva “ad acquisire stabili ed importanti rapporti con esponenti di livello della società Juventus, in primis Alessandro D’Angelo”».

L’inchiesta della Procura di Torino torna sui giornali con un approfondimento del Fatto quotidiano che in prima pagina pubblica la notizia subito sotto l’apertura: «“L’uomo di Andrea Agnelli teneva i rapporti tra la Juve e l’ultrà accusato di mafia”. All’interno un ampio servizio in cui si ricostruiscono i rapporti tra Alessandro D’Angelo, security manager dei bianconeri (non indagato) citato nelle carte dell’inchiesta, braccio destro di Andrea Agnelli, e Rocco Dominello “indagato per associazione mafiosa ed erede di una famiglia di ’ndrangheta legata al clan Bellocco di Rosarno. Ecco alcuni stralci dell’articolo.

Tra la Juventus e la’ndrangheta – scrive il Fatto – “c’è un solo grado di separazione: Alessandro D’Angelo. «Per il quarantenne figlio di Umberto Agnelli – scrive il quotidiano diretto da Marco Travaglio – il manager è una sorta di angelo custode che lo segue come un’ombra. Allo stesso tempo, però, rivelano le carte dell’inchiesta, è in continuo contatto con il rampollo del clan calabrese, con cui discute fra l’altro la distribuzione di biglietti delle partite destinati al tifo organizzato. Sui quali, secondo l’accusa, i Dominello lucravano con il bagarinaggio».

«Il gip Stefano Vitelli lo dipinge “quasi in un rapporto servente” con Rocco Dominello. Si preoccupa di rifornirlo di biglietti: “Li mettiamo sotto un codice diverso, mi devi dire solo chi andrà poi a ritirarli”, lo rassicura in una telefonata intercettata il 22 gennaio 2014. “Trova un espediente per aggirare i divieti ufficiali a beneficio diretto di Dominello Rocco”, scrive il gip.»

Autore: Alberto

Notizie di oggi
L'OZIO salvera' il mondo. Come godere del DOLCE FAR NIENTE
L'OZIO salvera' il mondo. Come godere del DOLCE FAR NIENTE
(Roma)
-

“L’idea che il povero possa oziare ha sempre urtato i ricchi”
Oziare non solo è bello, ma colora la vita dell’individuo, la riempie di poesia,...

GOVERNO DA QUERELARE REGALA I DATI SANITARI DEGLI ITALIANI ALLE MULTINAZIONALI STRANIERE
GOVERNO DA QUERELARE REGALA I DATI SANITARI DEGLI ITALIANI ALLE MULTINAZIONALI STRANIERE
(Roma)
-

Due articoli inseriti di soppiatto nella legge europea 2017 regalano i nostri dati sanitari alle multinazionali. Tutti i dettagli della nuova normativa
I nostri dati sanitari sono probabilmente quanto di più personale, privato...


(Roma)
-


Come sono lontani i tempi in cui tutto il mondo si emozionò dinanzi alla foto...

Gerusalemme capitale: Italia contro gli USA? MA FATECI IL PIACERE!!!!!
Gerusalemme capitale: Italia contro gli USA? MA FATECI IL PIACERE!!!!!
(Roma)
-

I rudimentali razzi di Hamas hanno prodotto poche decine di vittime dal 2000 ad oggi. I bombardamenti israeliani ne hanno provocate diverse centinaia, senza contare feriti e profughi
L'odio islamico per gli ebrei è nato proprio per l'imposizione, da parte...

I PESTICIDI FANNO PARTE DI TE! ECCO QUANTI NE INGERISCI OGNI GIORNO
I PESTICIDI FANNO PARTE DI TE! ECCO QUANTI NE INGERISCI OGNI GIORNO
(Roma)
-

Quanti pesticidi ci sono nel cibo che mangiamo? La famiglia D. ha deciso di scoprirlo.
Inizia così il video della seconda puntata de I pesticidi dentro di noi, una...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati