Juve, cosa rischia?

(Torino)ore 12:44:00 del 10/04/2017 - Categoria: , Calcio, Denunce

Juve, cosa rischia?

Ha cercato di fare ordine sui contatti tra presunti ‘ndranghetisti e uomini della Juventus, ma anche di limitare le sue responsabilità.

PURTROPPO LA MAFIA TENDE A INFILARSI OVUNQUE CI SIANO I SOLDI E NON SEMPRE RICONOSCERLA È FACILE E IMMEDIATO. MA L'ONOREVOLE ROSY BINDI SI ACCORGE SOLO NELL'APRILE DEL 2017 CHE ANCHE IL BAGARINAGGIO DEI BIGLIETTI DELLE PARTITE DI CALCIO IMPORTANTI PUÒ ESSERE UN'ATTIVITÀ TALE DA FARE GOLA AI MALAVITOSI

Ha cercato di fare ordine sui contatti tra presunti ‘ndranghetisti e uomini della Juventus, ma anche di limitare le sue responsabilità. Il procuratore federale Giuseppe Pecoraro è tornato in commissione Antimafia, si è difeso e ha fornito risposte alle domande incalzanti degli onorevoli sui contatti tra il club e tifosi legati alla malavita che gestivano il bagarinaggio.

Lo ha fatto “anche nella speranza di chiudere le polemiche susseguite dopo quella data (cioè il 7 marzo scorso, ndr) e bloccare un processo mediatico inopportuno che non fa bene né alla giustizia sportiva né a quella ordinaria, entrambi i processi sono in corso”.

"In Italia le mafie arrivano persino alla Juventus e questo è chiaro". Così il presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi, in occasione dell'audizione del procuratore della Figc, Giuseppe Pecoraro, che si è tenuta presso Palazzo San Macuto a Roma. "Voglio che sia chiara una cosa - ha proseguito la Bindi - oggi il procuratore Pecoraro ha ammesso che in quella telefonata (tra Calvo e D'Angelo, ndr) non si sta parlando del presidente della Juventus Agnelli".

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Il lavoro e' un male sociale: godetevi la vita
Il lavoro e' un male sociale: godetevi la vita
(Torino)
-

Contrariamente ad una idea diffusa ad arte dai centri di condizionamento dello spettacolo moderno, il lavoro non è una catastrofe naturale.
Contrariamente ad una idea diffusa ad arte dai centri di condizionamento dello...

L'uomo e' ormai un lavoratore scemo, povero e che non si ribella
L'uomo e' ormai un lavoratore scemo, povero e che non si ribella
(Torino)
-

L’uomo è un animale adattabile: si adatta anche alle cose che dovrebbe ripudiare. Ci adattiamo a mangiare cibo spazzatura, a respirare veleni, a stare in coda un’ora al mattino in tangenziale per andare al lavoro e un’altra ora la sera per tornare a casa.
L’uomo è un animale adattabile: si adatta anche alle cose che dovrebbe...

Yemen, bombe italiane massacrano IN SILENZIO civili e bambini
Yemen, bombe italiane massacrano IN SILENZIO civili e bambini
(Torino)
-

Bombe italiane fabbricate in Sardegna e assemblate negli Emirati Arabi Uniti uccidono civili, tra cui bambini, in Yemen. Questo è quello che avviene in una guerra per procura, un massacro sotto silenzio.
Bombe italiane fabbricate in Sardegna e assemblate negli Emirati Arabi Uniti...

Sarabanda TRUCCATO: la nostalgia PALESEMENTE costruita a tavolino
Sarabanda TRUCCATO: la nostalgia PALESEMENTE costruita a tavolino
(Torino)
-

Operazione nostalgia di una lentezza disarmante e palesemente costruita a tavolino. Il problema è che tutti, Papi per primo, recitano peggio che a una festa dell'oratorio. Tre ore che potrebbero stare tranquillamente in 45 minuti e una noia insostenibile.
Operazione nostalgia di una lentezza disarmante e palesemente costruita a...

20 milioni di soldi pubblici solo per CONTARE gli immigrati
20 milioni di soldi pubblici solo per CONTARE gli immigrati
(Torino)
-

Anche se ieri si è celebrata la giornata mondiale del rifugiato costoro, in Italia, sfiorano semplicemente il 5%.
Anche se ieri si è celebrata la giornata mondiale del rifugiato costoro, in...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati