Jobs Act: valanga di licenziamenti!

(Milano)ore 20:46:00 del 04/06/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce, Esteri

Jobs Act: valanga di licenziamenti!

A Parigi una nuova manifestazione ha visto partecipare almeno 20mila persone: sono numeri superiori a quelli della settimana scorsa.

“VIETATO TRASMETTERLO IN ITALIA” I FRANCESI PRENDONO D’ASSALTO LE BANCHE. IL VIDEO È VIRALE IN EUROPA

Sono state arrestate 16 persone per i disordini scoppiati lungo il cammino del corteo che da piazza della Bastiglia è arrivato a Place de la Nation. Le frange più violente hanno lanciato oggetti contundenti contro gli agenti che hanno risposto con cariche e lacrimogeni. Danneggiato anche l’arredo urbano, fiore all’occhiello della capitale. I primi disordini sono scoppiati quando una parte dei dimostranti – un centinaio circa con il volto coperto – ha deviato dal percorso seguito dal corteo, ha scagliato bottiglie contro gli agenti, ha infranto vetrine e danneggiato automobili.

Caos nel governo. Valls e il suo ministro si contraddicono Una situazione di crisi sociale che spinge ora il governo a un’apparente confusione, con prese di posizione in ordine sparso. Da una parte c’è il premier Manuel Valls che a Bmf-Tv dice che se il ritiro della riforma “non è possibile”, ammette però che “possiamo sempre apportare delle modifiche, dei miglioramenti”: esclude modifiche all’articolo 2, il punto più controverso perché prevede di far prevalere gli accordi aziendali su quelli di categoria per ferie e orari di lavoro.

E dall’altra parte c’è il ministro delle Finanze Michel Sapin, intervistato a una radio, che sostiene il contrario: “Forse bisognerà ritoccare l’articolo 2 su alcuni punti”. Una situazione di imbarazzo dalla quale lo stesso Valls, ancora in diretta, è uscito ribadendo che “non toccheremo l’articolo 2″. Il premier francese ha evocato la possibilità di “modifiche” e “miglioramenti”. Ma non ci sarà nessun ritiro della riforma. “Ritirare la riforma significherebbe impossibilità di governare – ha detto il capo del governo socialista – Questo Paese muore dell’impossibilità di riformarsi“.

IL VIDEO DEL CLAMOROSO ASSALTO:

Ottavo giorno di mobilitazione, il blocco delle raffinerie e dei depositi di carburante, da ieri lo sciopero anche in19 centrali nucleari. La riforma del lavoro rischia di paralizzare la Francia per le proteste dei lavoratori e dei sindacati. A Parigi una nuova manifestazione ha visto partecipare almeno 20mila persone: sono numeri superiori a quelli della settimana scorsa.

Manifestanti francesi mettono a ferro e a fuoco gli istituti bancari nella citta’ di Rennes.

La polizia ha reagito facendo ricorso ai gas lacrimogeni. Violenze si sono verificate anche in altre località della Francia. A Bordeaux l’attacco ad un commissariato si è concluso con un ferito, mentre a Nantes la polizia ha fatto uso di lacrimogeni e due banche sono state danneggiate.

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Francia, maestro legge Bibbia in classe? SOSPESO!
Francia, maestro legge Bibbia in classe? SOSPESO!
(Milano)
-

Un insegnante francese di una scuola elementare, Matthieu Faucher, 37 anni, è stato multato e trasferito per aver osato leggere in classe alcuni passi della Bibbia e aver mostrato il capolavoro di Pier Paolo Pasolini Il Vangelo secondo Matteo
Un insegnante francese di una scuola elementare, Matthieu Faucher, 37 anni, è...

Musulmani d'Italia contro il Natale: 'URTA LA SENSIBILITA' ISLAMICA'
Musulmani d'Italia contro il Natale: 'URTA LA SENSIBILITA' ISLAMICA'
(Milano)
-

Se agli islamici non piace il Natale a noi non ce ne potrebbe fregare di meno.
Se agli islamici non piace il Natale a noi non ce ne potrebbe fregare di meno....

Poveri, i nipoti stanno peggio dei nonni: MA LA PRIORITA' DEL GOVERNO E' LA LEGGE ELETTORALE!
Poveri, i nipoti stanno peggio dei nonni: MA LA PRIORITA' DEL GOVERNO E' LA LEGGE ELETTORALE!
(Milano)
-

I figli stanno peggio dei genitori, i nipoti peggio dei nonni. In Italia la povertà tende a crescere al diminuire dell’età.
I figli stanno peggio dei genitori, i nipoti peggio dei nonni. In Italia...

Mentre SPRECHIAMO DENARO per Natale, in Africa UN VIRUS peggio della morte nera
Mentre SPRECHIAMO DENARO per Natale, in Africa UN VIRUS peggio della morte nera
(Milano)
-

Il Malawi si sta organizzando per difendersi dall’epidemia di peste dal Madagascar, come riportato dal Daily Mail, dove si evidenzia che la malattia non cessa di diffondersi su tutto il territorio dell’isola africana
Il Malawi si sta organizzando per difendersi dall’epidemia di peste dal...

L'Euro e' una FOLLIA! LO DICEVA DRAGHI PRIMA DI DIVENTARE MASSONE
L'Euro e' una FOLLIA! LO DICEVA DRAGHI PRIMA DI DIVENTARE MASSONE
(Milano)
-

La notizia è di quelle clamorose: anche Mario Draghi giudicava l’euro una sciocchezza economica.
Erano gli anni Settanta ed il futuro presidente della Bce, allora studente di...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati