Jobs Act: valanga di licenziamenti!

(Milano)ore 18:36:00 del 25/05/2016 - Categoria: Denunce, Economia, Lavoro, Politica

Jobs Act: valanga di licenziamenti!

“Nel periodo gennaio-marzo 2016 – spiegano dell’Osservatorio sul precariato, organo dell’istituto – il numero complessivo delle assunzioni (attivate da datori di lavoro privati) sono risultate 1.188.000, con una riduzione di 176.000 unità rispetto al corr

Incompetenza, da parte del governo, ai limiti dell’incredibile. Persino Fantozzi avrebbe saputo intervenire con correttivi più appropriati.Sfumano gli incentivi, che da quest’anno si riducono sensibilmente, e di conseguenza crollano le nuove assunzioni a tempo indeterminato. Se la logica che aveva previsto questo andamento non bastava, ora arriva – su dati dell’Inps – anche la conferma empirica.

Un rallentamento, prosegue la nota, che ha coinvolto “essenzialmente i contratti a tempo indeterminato, –162.000, pari a -33,4% sul primo trimestre 2015″. Poco da dire sulla causa di questo crollo verticale: “Il calo è da ricondurre al forte incremento delle assunzioni a tempo indeterminato registrato nel 2015 in corrispondenza dell’introduzione degli incentivi legati all’esonero contributivo triennale. Analoghe considerazioni possono essere sviluppate in relazione alla contrazione del flusso di trasformazioni a tempo indeterminato (-31,4%)”.

Ad un anno dal varo del Jobs Act, la riforma che prometteva di rivoluzionare il sistema del lavoro, il bilancio di medio termine non può che essere negativo. D’altronde, come sottolineato da più parti e innumerevoli volte anche su queste colonne, pensare di affrontare una crisi di domanda – le aziende non assumono perché non vi sono prospettive sul futuro – con una riforma dell’offerta – e cioé ritenere che le aziende non assumano perché non sono libere di licenziare – non significa curare i sintomi senza la causa, ma non affrontare nemmeno i primi.

Se, almeno per gennaio e febbraio, le nuove assunzioni potevano effettivamente essere frenate dall’aver ricorso alla stabilizzazione nell’ultima finestra dell’anno scorso, già da marzo giustificare il calo con questa comoda scusante diventa oltremodo difficile. In specie in virtù del fatto che, nello stesso periodo dell’anno, sono aumentati a dismisura gli acquisti di voucher, sintomo di un probabile ricorso a forme di precariato quasi estremo (se non ai limiti della legalità). A preoccupare, poi, è la tendenza, che mostra numeri in progressivo peggioramento dalla prospettiva delle assunzioni, segno che il dato portato dal governo come successo di politica economica si sta pian piano sgonfiando per tornare al suo “equilibrio” ante-sgravi.

“Nel periodo gennaio-marzo 2016 – spiegano dell’Osservatorio sul precariato, organo dell’istituto – il numero complessivo delle assunzioni (attivate da datori di lavoro privati) sono risultate 1.188.000, con una riduzione di 176.000 unità rispetto al corrispondente periodo del 2015 (-12,9%)”.

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
RIP sovranita' alimentare: Juncker autorizza gli Ogm nella UE
RIP sovranita' alimentare: Juncker autorizza gli Ogm nella UE
(Milano)
-

Il grosso vantaggio dell’Ue per le lobby finanziarie e industriali è che è molto più facile influenzare un potere centrale che i singoli governi dei 28 paesi membri.
JUNCKER (PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA) AUTORIZZA BEN 19 TIPOLOGIE DI ...

Insegnanti TRUFFATI da Renzi: devono RESTITUIRE gli 80 Euro!
Insegnanti TRUFFATI da Renzi: devono RESTITUIRE gli 80 Euro!
(Milano)
-

È il testo ironico, ma amarissimo, di una lettera aperta del professor Fabio Macchi pubblicata sul sito Orizzonte scuola
«A poche settimane dal voto voglio ringraziare pubblicamente Renzi e il Pd per...

Bollette della luce: ecco la cifra che dovremo PAGARE PER GLI UTENTI MOROSI
Bollette della luce: ecco la cifra che dovremo PAGARE PER GLI UTENTI MOROSI
(Milano)
-

L’AEGSI HA EMESSO UNA DELIBERA CHE PREVEDE IL RECUPERO DELLE MOROSITÀ DERIVATE DALLE BOLLETTE DELLA LUCE NONO PAGATE, A CARICO DI TUTTA LA COLLETTIVITÀ.
L’AEGSI HA EMESSO UNA DELIBERA CHE PREVEDE IL RECUPERO DELLE MOROSITÀ DERIVATE...

Italia in declino da 25 anni: le PRIVATIZZAZIONI hanno ucciso il Paese
Italia in declino da 25 anni: le PRIVATIZZAZIONI hanno ucciso il Paese
(Milano)
-

E’ opinione diffusa tra gli accoliti della sinistra italiana che i mali economici del Belpaese siano stati in larga misura acuiti e creati dai governi presieduti da Silvio Berlusconi.
E’ opinione diffusa tra gli accoliti della sinistra italiana che i mali...

In pensione con soli 5 anni di contributi? TUTTO PERMESSO...MA AGLI IMMIGRATI!
In pensione con soli 5 anni di contributi? TUTTO PERMESSO...MA AGLI IMMIGRATI!
(Milano)
-

Se non versano contributi per almeno 20 anni, i lavoratori italiani perdono tutto il tesoretto versato. “Gli immigrati (invece) prendono la pensione anche con cinque anni di contributi”.
Se non versano contributi per almeno 20 anni, i lavoratori italiani perdono...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati