Italiani NON VOTANO DA 5 ANNI

(Genova)ore 17:18:00 del 22/12/2016 - Categoria: , Denunce, Economia, Salute

Italiani NON VOTANO DA 5 ANNI

È preoccupante il quadro sulla situazione del sistema sanitario nazionale fornito da Censis e Rbm al Welfare Day.

Svalutation !!!!! - Non c'è più il medico che rispetti il Giuramento d'Ippocrate. A Roma si dice --- non gliene può fregare di meno --- del rispetto deontologico del paziente. Prendiamo l'urologo. O il medico di base. 'Quanti anni hai?' Se più di settanta, loro ti dicono subito 'è normale che hai la prostata ingrossata', e dopo tanto brigare, apprendo di più dalla testimonianza di quella dottoressa della tarda sera di martedì su la sette, che mi avverte di non mangiare la sera, di eliminare i dolci, che devo ristabilire i villi intestinali, per ricomporre l'area in zona prostata ed ottenere una normalità del mio problema. Come in effetti mi succede. Sono sanissimo, ma per la Sanità di Stato, sono da 'ricovero'. Ecco il fiorire di spot martellanti su ogni 'allarme' salute. Che fanno la fortuna degli imbonitori che ti enfatizzano il prostamol senza fornirti un foglietto per l'uso adeguato

Undici milioni di italiani hanno dovuto rinunciare alle cure mediche nel corso del 2015 perchè non potevano permettersele.

È preoccupante il quadro sulla situazione del sistema sanitario nazionale fornito da Censis e Rbm al Welfare Day. Di fatto si cura solo chi può pagare le spese. Secondo l'Istituto di ricerca infatti nell'ultimo anno la spesa per le cure mediche è salita a 569 euro pro capite, 80 euro in più rispetto al 2013, ma nello stesso periodo sono due milioni in più gli italiani che hanno rinunciato a curarsi.

Millennials e Anziani

Sono in particolare i più giovani e i più anziani a non riuscire a finanziarsi le prestazioni sanitarie di cui avrebbero bisogno. Sono 2,2 milioni i millennials, cioè i nati tra gli anni '80 e il 2000, che rinunciano alle cure mediche, quasi due milioni e mezzo gli anziani. L'Istituto parla di un universo, quello della "sanità negata", che tende ad allargarsi.

Incubo liste d'attesa

Sono il problema irrisolto del Sistema sanitario nazionale. Dieci milioni di italiani scelgono di affidarsi ad ambulatori e studi medici privati per evitare le lunghissime liste d'attesa degli ospedali. In sette milioni fanno ricorso all'intramoenia, le prestazioni fornite dai medici al di fuori del normale orario di lavoro utilizzando le strutture pubbliche.

Visite inutili

Cinque milioni di italiani dicono di aver ricevuto prescrizioni di farmaci, visite o accertamenti diagnostici che si sono rivelati inutili. Ciononostante la maggior parte di questi è contrario a sanzionare i medici che fanno le prescrizioni.

Qualità peggiorata

Tutto ciò si ripercuote negativamente sulla percezione che i cittadini hanno sulla qualità del servizio sanitario nella propria regione. Per il 45 percento degli italiani la qualità è peggiorata negli ultimi due anni, per il 41,4 percento è rimasta la stessa, e solo per il 13,5 percento è migliorata.

Sanità italiana inadeguata

Ancora più critico il giudizio generale sulla sanità. Secondo il Censis infatti la maggioranza degli italiani, il 52 percento, considera inadeguato il servizio sanitario nella propria regione. La situazione cambia da regione a regione. Nel mezzogiorno la percentuale si avvicina al 70 percento, mentre al nord-est arriva la 32,8 percento

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Vaccino obbligatorio, la verità
Vaccino obbligatorio, la verità
(Genova)
-

Segue il Belgio, con soli 2 vaccini obbligatori, mentre tutti gli altri paesi del pianeta hanno un solo vaccino obbligatorio, o anche nessuno.
«Addirittura 12 vaccini, somministrati a bambini di tre mesi di vita? E’ da...


(Genova)
-


Come proteggersi dalle zanzare, i rimedi più efficaci per diventare "invisibili"...

Vaccino Obbligatorio anche per Varicella
Vaccino Obbligatorio anche per Varicella
(Genova)
-

I vaccini da fare si contano sulla punta delle dita. Il resto sono marchette e favori alle lobby. Non capiamo come mai i cittadini lasciano che sia messa a repentaglio la salute dei propri figli cosi' che i governanti si riempiano le tasche di quattrini.
I vaccini da fare si contano sulla punta delle dita. Il resto sono marchette e...

Terrorismo: chi ha iniziato la guerra? NOI
Terrorismo: chi ha iniziato la guerra? NOI
(Genova)
-

Siamo fottuti. L’hanno capito. Siamo fottuti perché un terrorismo così, in inglese si chiama Retail Terrorism (terrorismo alla spicciolata), non lo fermi. Più bombardiamo quei mondi, più loro porteranno la guerra da noi. Il terrorismo nasce dalle nostre b
Siamo fottuti. L’hanno capito. Siamo fottuti perché un terrorismo così, in...


(Genova)
-


La più grossa porcata di destra fatta da questo governo di "centrosinistra"...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati