Inquietante Cardinale Napier: la pedofilia non è un reato!

NOVARA ore 20:19:00 del 28/11/2014 - Categoria: Denunce, Editoria, Sociale

Inquietante Cardinale Napier: la pedofilia non è un reato!

Inquietante Cardinale Napier:"La pedofilia non è un misfatto!"| Scopriamo insieme la questione della pedofilia nella Chiesa

Nella repubblica sudafricana, precisamente a Durban, città con più di tre milioni di abitanti, vive un “soggetto” ( perché cosi lo dobbiamo definire ), che fa delle parole e del carisma uno strumento per avvincere le masse. Il “soggetto” in questione non è una persona qualunque, bensì il Cardinale Napier, tanto stimato e riconosciuto dalla Chiesa Cattolica nel mondo. Le sue ultime dichiarazioni hanno qualcosa di letteralmente sconvolgente: “la pedofilia non è un crimine, bensì una forma di disabilità, per cui non è punibile”. Ci chiediamo, caro, egregio, illustrissimo Cardinal Napier: “ma lei, quando apre la bocca, parla per dire qualcosa di sensato, oppure per farle prendere un po’ d’aria?” Pazzesco, assurdo.

La pedofilia nella Chiesa è un problema che sta letteralmente dilagando in questi ultimi periodi. A primo impatto dovremmo rimanere di stucco, ma non è la prima volta che la chiesa ci fa "sorprese" di questo genere. Infatti se andiamo a ritroso nella storia, troviamo molti episodi simili che dimostrano che la chiesa non è stata sempre "santa" come la denominiamo. Nel medioevo ad esempio, prima dell'elezione di Gregorio VII, chiamato anche Magno, che ha messo un pò di ordine nell'ambiente ecclesiastico, i preti tenevano atteggiamenti che andavano contro i loro principi. La simonia ad esempio ( compravendita di cariche ecclesiastiche ).

 Sappiamo quanto a quei tempi, anche per via del feudalesimo, molte persone sceglievano la via dell'ordinamento solo ed esclusivamente per motivi economici. Se infatti al giorno d'oggi il potere temporale e quello spirituale sono (anzi dovrebbero essere) affidati rispettivamente ai sindaci, che rappresentano lo stato laico, ed ai vescovi, che rappresentano lo stato religioso, prima vi era una figura che univa entrambi i poteri: i vescovi-conti, ovvero delle persone che oltre a poter svolgere le mansioni di un qualsiasi prete, avevano sotto mano la gestione di un territorio, meglio noto come feudo, che spesso, per eccessiva fame di potere, faceva entrare in conflitto i vari proprietari terrieri, creando scompiglio, e mettendo da parte l'importanza e lo svolgimento del ruolo religioso. Per questo succedeva che le cariche ecclesiastiche venivano acquistate da chiunque pagasse, come un qualsiasi souvenir al supermercato, con il solo scopo di ottenere dei vantaggi economici e sociali. Poi molti non rispettavano neanche il celibato, prendendosi la libertà di avere relazioni sessuali e di procreare, quando la bibbia, anche in Maniera evidente, chiedeva la completa castità di chiunque si ordinasse. Senza dimenticarci, chiaramente,  di crociate, stermini, roghi e inquisizioni varie.

Tornando ai nostri giorni, la domanda è: è possibile che secoli dopo questi eventi, dopo una miriade di scoperte che hanno determinato progressi in ogni campo della società, leggi che hanno reso il nostro stato più civile, succedano ancora cose del genere per altro molto più gravi dei precedenti sopramensionati? E' ignobile da parte della chiesa maltrattare dei bambini violentandoli a livello sessuale nel pieno dell'età adolescenziale, età nella quale, traumi di questo genere, possono determinare in negativo il proseguo della vita di chi subisce questi maltrattamenti. Gente che deve riprodurre, se non prettamente, quantomeno degnamente, l'atteggiamento di Gesù sulla terra, una persona che , per quanto sappiamo ha dedicato la propria vita all'aiuto del prossimo, talvolta anche a scapito dei propri interessi, non può permettersi di commettere un peccato di questo tipo, che nessun essere umano, per etica, dovrebbe fare.

A maggior ragione per chi peccati non ne dovrebbe commettere in maniera assoluta! ( come i preti ). E' possibile che si sia scoperto, che nella città dove il papa era vescovo, vi erano un numero non definito di preti pedofili? Siamo sicuri che la Chiesa Cattolica abbia fini prettamente religiosi nel mondo? Conoscete l’influenza della Chiesa in tutte le questione politico, economiche e finanziarie internazionali? Se si, bene, avete aperto gli occhi. Ma se la risposta è no, vi consigliamo di andarvi a documentare, non per sfizio, ma per il bene di voi stessi e dei vostri figli.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Mettetevelo in testa: non vi ribellate? ALLORA NON AVETE DIRITTO DI LAMENTARVI!
Mettetevelo in testa: non vi ribellate? ALLORA NON AVETE DIRITTO DI LAMENTARVI!

-

In una democrazia, anche se “presunta”, è il popolo che si costruisce il suo destino semplicemente usando una matita alle urne.
In una democrazia, anche se “presunta”, è il popolo che si costruisce il suo...

Gli OGM ringraziano: Italia a FAVORE GRAZIE ALLA LORENZIN
Gli OGM ringraziano: Italia a FAVORE GRAZIE ALLA LORENZIN

-

Gli Ogm in Europa: gli Stati membri sono stati chiamati a votare l’introduzione in Ue di mais geneticamente modificato. E l’Italia ha votato sì. Carnemolla (Federbio) e Greenpeace reagiscono.
Gli Ogm in Europa: gli Stati membri sono stati chiamati a votare l’introduzione...

Siamo sicuri che Papa Francesco e' cattolico?
Siamo sicuri che Papa Francesco e' cattolico?

-

Si è ormai introdotta una crepa nella chiesa italiana: a poco a poco e in modo sempre crescente appare la diversità, fino a essere una vera e propria opposizione, tra cattolici che vogliono ispirarsial Vangelo e cattolici “del campanile”, per i quali la p
Si è ormai introdotta una crepa nella chiesa italiana: a poco a poco e in modo...

Fango sul M5S disonesto e in MALAFEDE: restano una SPERANZA per l'Italia
Fango sul M5S disonesto e in MALAFEDE: restano una SPERANZA per l'Italia

-

«Non è ancora una soluzione, per l’Italia, però resta una speranza: perché la base grillina è fatta di persone pulite, che non ne possono più di questo sistema».
«Non è ancora una soluzione, per l’Italia, però resta una speranza: perché la...

L'antifascismo dei centri sociali: video INQUIETANTE del pestaggio militante Forza Nuova
L'antifascismo dei centri sociali: video INQUIETANTE del pestaggio militante Forza Nuova

-

Massimo Ursino è il responsabile provinciale di Forza Nuova di Palermo e proprio nella sua città è stato legato mani e piedi e pestato da antifascisti con il volto coperto, nella centrale via Dante.
Massimo Ursino è il responsabile provinciale di Forza Nuova di Palermo e proprio...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati