Imparate a dire GRAZIE: e' il segreto della FELICITA'

(Milano)ore 23:11:00 del 08/10/2018 - Categoria: , Curiosità, Sociale

Imparate a dire GRAZIE: e' il segreto della FELICITA'

Dire grazie, regala emozioni. La gratitudine è uno dei segreti della felicità. Lo dicono pure gli scienziati: bisogna ringraziare, sempre.

Dire grazie, regala emozioni. La gratitudine è uno dei segreti della felicità. Lo dicono pure gli scienziati: bisogna ringraziare, sempre.

A volte basta poco. Chi è riconoscente acquista un valore speciale e anche i dettagli semplici di una giornata risultano più positivi.

Ecco perché ci fa bene dire grazie

Ce lo ricordano due psicologi statunitensi, Amit Kumar (University of Texas) e Nicholas Epley (University of Chicago), con uno studio sulla gratitudine, dal quale è emerso che le persone in genere sottovalutano quanto piacere può fare un biglietto di ringraziamento.

I due autori, in una serie di esperimenti, hanno chiesto a un gruppo di persone di inviare un biglietto di ringraziamento a qualcuno che aveva fatto la differenza nella loro vita e di valutare quanto secondo loro il ricevente sarebbe stato felice, sorpreso o addirittura a disagio. Quindi hanno verificato la reazione dei destinatari.

Risultato? Chi ha ricevuto il messaggio si è dichiarato molto contento, piacevolmente sorpreso e per nulla imbarazzato.

Nella maggior parte dei casi, le persone hanno pensato che le loro parole non avrebbero fatto tanto piacere ai destinatari che li avrebbero messi in imbarazzo. Inoltre, si aspettavano che i destinatari avrebbero giudicato severamente le loro lettere.

Perciò se vi trattenete dall’inviare un biglietto di ringraziamento a qualcuno perché temete di metterlo in imbarazzo, o che trovi sgradevole la vostra prosa, state permettendo al vostro egocentrismo di sabotare un’iniziativa che avrebbe reso entrambi più felici.

Gratitudine: imparare a dire grazie

Questo studio apre la strada a future ricerche sulla gratitudine, in particolare sulla relazione tra valore atteso e modalità di espressione. Ad esempio, le aspettative sull’imbarazzo del destinatario potrebbero influenzare un utente che esprime gratitudine sui social media invece che di persona.

Le scoperte dello studio hanno implicazioni per la ricerca su altri comportamenti prosociali, come quello messo in atto in particolari tipi di relazione con le altre persone, come ad esempio aiutare, donare e consolare.

Oggi si fa sempre più fatica ad essere riconoscenti, a ringraziare, come se tutto ci fosse dovuto. Ma imparare a dire grazie non è difficile.

Da: QUI

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Non dobbiamo mai comprare questi 10 cibi al supermercato!
Non dobbiamo mai comprare questi 10 cibi al supermercato!
(Milano)
-

Molti degli alimenti che consumiamo non arrivano dalla nostra terra, ma sono importati da altri paesi e sono anche i cibi più pericolosi e da evitare.
Ecco la lista dei 10 cibi più inquinati al mondo – Molti degli alimenti che...

Terremoto Emilia, colpa delle trivelle?
Terremoto Emilia, colpa delle trivelle?
(Milano)
-

Terremoto in Emilia: 27 morti, nel maggio 2012, per colpa di operazioni imprudenti, a caccia di “shale oil” nel sottosuolo?
Terremoto in Emilia: 27 morti, nel maggio 2012, per colpa di operazioni...

Come riverniciarsi casa...da soli?
Come riverniciarsi casa...da soli?
(Milano)
-

Facendolo da soli si possono risparmiare centinaia di euro, ecco tutti i trucchi per ottenere un buon risultato.
Verniciare un’auto non è come ridipingere la facciata di casa o quella della...

RIP Lingua italiana: all'universita' errori da terza elementare!
RIP Lingua italiana: all'universita' errori da terza elementare!
(Milano)
-

Il Gruppo di Firenze per la scuola del merito e della responsabilità ha inviato una lettera appello per rimettere la lingua italiana al centro della didattica alla quale hanno già aderito oltre 230 docenti universitari.
Il Gruppo di Firenze per la scuola del merito e della responsabilità ha inviato...

5 grandi business del futuro (che faranno miliardi a palate)!
5 grandi business del futuro (che faranno miliardi a palate)!
(Milano)
-

Deep learning, taxi a guida autonoma, stampa 3D, editing del genoma, robotica e automazione.
Deep learning, taxi a guida autonoma, stampa 3D, editing del genoma, robotica e...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati