Il Nord Italia trema! Scorie radioattive pericolose

ROMA ore 11:46:00 del 26/03/2016 - Categoria: Ambiente, Denunce, Salute - Scorie

Il Nord Italia trema! Scorie radioattive pericolose

Su quale casella si fermerà dopo la selezione finale? Per ora si è allungata la lista delle esclusioni.

Infine in Friuli, nei pressi della base militare Americana di Aviano, negli anni passati ci sono state molte rotture di condotti che portavano carburanti, i quali successivamente si sono riversati nei fiumi e nei torrenti della zona. Ebbene in zona si registrano tassi di radioattività almeno cinque volte superiori alla media nazionale. 

Su buona parte dei terreni del Nord Italia in attesa di bonifica, sono presenti scorie radioattive e rifiuti tossici altamente inquinanti. Per esempio nel Vercellese si trova una delle più grandi discariche di rifiuti nucleari, appartenenti agli ’80 e ’90, che continuano ad inquinare l’aria, l’acqua e la terra, ricordiamo fra l’altro che nel Vercellese si trovano fra le più grandi risaie Italiane, vendute in tutto il mondo. Sembra che in quel deposito, circondato da mura di cemento oramai danneggiate che dovrebbero contenere le fuoriuscite radioattive, vengano continuamente dispersi liquami radioattivi che poi finisco nel fiume Po e Dora. 

Rifiuti e scorie radioattive, il preoccupante report dal Nord Italia.

Materiali radioattivi nel Nord Italia (RomaToday)

Oltre il 99% del territorio italiano è stato scartato in fase di istruttoria, assieme a un'intera regione, la Val d'Aosta. Ora, nella roulette dell'assegnazione del deposito nucleare, la pallina ha cominciato a girare in una zona abbastanza ristretta. Su quale casella si fermerà dopo la selezione finale? Per ora si è allungata la lista delle esclusioni. Dalla mappa dell'Italia sono state tolte lagune, zone protette, miniere, dighe, poligoni di tiro e tutte le aree con una delle seguenti caratteristiche: sismiche; soggette a frane o ad alluvioni; sopra i 700 metri di quota, sotto i 20 metri di quota; a meno di 5 chilometri dal mare; a meno di un chilometro da ferrovie o strade di grande importanza; vicino alle aree urbane; accanto ai fiumi. Alla fine è rimasta qualche decina di aree considerate idonee a ospitare i rifiuti atomici.

Sempre in Piemonte, nei pressi di Varese ad Ispra, negli anni passati era presente una piccola centrale nucleare dell’Enea oramai dismessa. Purtroppo, ancora oggi, quei rifiuti tossici che fuoriescono dal centro vengono indirizzati verso le acque del Lago Maggiore. Ed è proprio sulle sponde varesotte del Lago Maggiore che si registrano ogni anno 800 carcinomi mammari, il più elevato numero in tutta Italia. Un ulteriore esempio è quello di Porto Marghera, in Veneto, considerato uno dei posti più pericolosi in Europa per gli enormi tassi dicontaminazione, anche qui sono presenti scorie inquinanti ancora da bonificare.

Autore: Carmine

Notizie di oggi
EUROPA INFAME
EUROPA INFAME

-

Consiglio rivelatosi giusto come la decisione svedese di non entrare in questo baraccone grottesco dell'Eurozona.
Anche la Svezia per sua fortuna non è nell'Euro e a suo tempo consigliò alla...

Charles Bukowski: la schiavitu' non è mai stata abolita, e' stata solo estesa a tutto il mondo!
Charles Bukowski: la schiavitu' non è mai stata abolita, e' stata solo estesa a tutto il mondo!

-

Charles Bukowski, prima di diventare uno scrittore di fama mondiale, lavorava per le poste degli Stati Uniti, e trovava quel lavoro estremamente noioso e mortificante.
Charles Bukowski, prima di diventare uno scrittore di fama mondiale, lavorava...

SCANDALO: Hanno fatto affondare 90 navi piene di rifiuti tossici nel Mediterraneo
SCANDALO: Hanno fatto affondare 90 navi piene di rifiuti tossici nel Mediterraneo

-

I SERVIZI MILITARI HANNO INVIATO UN ELENCO DI 49 NAVI ALLA PROCURA DI REGGIO CALABRIA CHE SVOLGEVA LE INDAGINI”MA QUESTO NON ARRIVÒ MAI AGLI INVESTIGATORI”
I SERVIZI MILITARI HANNO INVIATO UN ELENCO DI 49 NAVI ALLA PROCURA DI REGGIO...

Guerra Mondiale in vista? LA CINA ALLERTA 25MILA SOLDATI
Guerra Mondiale in vista? LA CINA ALLERTA 25MILA SOLDATI

-

MOLTO PROBABILMENTE IL MONDO DEVE PREPARARSI AD AFFRONTARE UN PERIODO DI TURBOLENZA E INSTABILITÀ COME NON SE NE VEDEVA DA ANNI.
MOLTO PROBABILMENTE IL MONDO DEVE PREPARARSI AD AFFRONTARE UN PERIODO DI...

I migranti? Ci costano PIU' DELLA MANOVRA
I migranti? Ci costano PIU' DELLA MANOVRA

-

La gestione dei «flussi» dei migranti costa sempre più. Non c'è spending review che regga di fronte alle masse che attraversano il Mediterraneo e vengono portate in Italia.
La gestione dei «flussi» dei migranti costa sempre più. Non c'è spending review...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati