Ignoranza senza sosta: ecco cosa cercano gli italiani su Google

RAVENNA ore 07:09:00 del 31/01/2015 - Categoria: Internet, Sociale

Ignoranza senza sosta: ecco cosa cercano gli italiani su Google

Ignoranza senza sosta: ecco cosa cercano gli italiani su Google | L’analisi di Italiano Sveglia

Gli italiani usano internet solamente per stupidaggini, e queste non è una cosa nuova, lo sappiamo già da tempo. Pazzesco. Abbiamo un mezzo tecnologico per far scoppiare rivoluzioni digitali, fermare i nostri politici con raccolte firme, indagare su questioni storiche e gli italiani perdono 5-6-7 ore al giorno su Facebook.

Altro che ricerche sociologiche per capire quali sono gli interessi degli Italiani. Il vero oracolo da ascoltare è Google. Questo Grande Fratello digitale che registra ogni nostra ricerca in rete e spia i nostri più reconditi desideri, ansie e curiosità, ci fa sapere quali sono state le parole più cliccate sul web nel 2014. La classifica è divisa in vari argomenti. “Cosa fare”, “parole”, “cosa significa”, “personaggi” sono le aree di ricerca sicuramente più interessanti. Dando un’occhiata generale a queste aree colpisce che l’italiano medio interroga Google soprattutto per saperne di più su Tecnologia, media e cucina.

Infatti tra le parole più cliccate troviamo “selfie”, “Nfc” (è una particolare tecnologia wireless), “Umts” (è il sistema mobile di telecomunicazioni universale), “sms”, “iPhone6” e “istanze on line”. L’Homo technologicus usa Google come un libretto di istruzioni. Infatti, la ricerca in rete di questi termini è motivato soprattutto dall’esigenza di risolvere alcuni problemi che si hanno con il pc, lo smartphone o il tablet. A margine: la seconda parola più cliccata al fine di conoscerne il significato, dopo ”selfie”, è l’acronimo p.v., cioè “prossimo venturo” riferito a una data. Tanto per provare che la conoscenza di espressioni scritte della lingua italiana, una volta di uso corrente, oggi sono misconosciute.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Italia a secco: allarme SICCITA'
Italia a secco: allarme SICCITA'

-

Tra la provincia di Parma e quella di Piacenza si coltiva 1/4 del pomodoro da conserva Made in Italy duramente colpito dalla siccità, ma a soffrire è l’intero bacino idrografico del Po, sotto del 65% rispetto alla media stagionale, dal quale dipende il 35
Tra la provincia di Parma e quella di Piacenza si coltiva 1/4 del pomodoro da...



-


Tante chiacchiere e chiese sempre più vuote, già pronte per essere trasformate...

Cardinale africano con MILIONI in Svizzera: come mai il Papa non fa niente???
Cardinale africano con MILIONI in Svizzera: come mai il Papa non fa niente???

-

L'Africa ha avuto ed ha la sua dose di tiranni con milioni all'estero, ultimo in data il tunisino Ben Ali che sembra abbia sistemato i fatti suoi e della moglie (famiglia Trivulsi) monopolisti per trentanni di tutte le attività remunerative esistenti in T
L'Africa ha avuto ed ha la sua dose di tiranni con milioni all'estero, ultimo in...

I 5 sniper piu' famosi e letali al mondo!
I 5 sniper piu' famosi e letali al mondo!

-

Nel corso del tempo la figura dello sniper, il cecchino, ha assunto una sempre maggiore importanza strategica per il successo militare di una fazione o dell’altra.
Nel corso del tempo la figura dello sniper, il cecchino, ha assunto una sempre...

L'uomo e' ormai un lavoratore scemo, povero e che non si ribella
L'uomo e' ormai un lavoratore scemo, povero e che non si ribella

-

L’uomo è un animale adattabile: si adatta anche alle cose che dovrebbe ripudiare. Ci adattiamo a mangiare cibo spazzatura, a respirare veleni, a stare in coda un’ora al mattino in tangenziale per andare al lavoro e un’altra ora la sera per tornare a casa.
L’uomo è un animale adattabile: si adatta anche alle cose che dovrebbe...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati