Ignoranza senza sosta: ecco cosa cercano gli italiani su Google

RAVENNA ore 07:09:00 del 31/01/2015 - Categoria: Internet, Sociale

Ignoranza senza sosta: ecco cosa cercano gli italiani su Google

Ignoranza senza sosta: ecco cosa cercano gli italiani su Google | L’analisi di Italiano Sveglia

Gli italiani usano internet solamente per stupidaggini, e queste non è una cosa nuova, lo sappiamo già da tempo. Pazzesco. Abbiamo un mezzo tecnologico per far scoppiare rivoluzioni digitali, fermare i nostri politici con raccolte firme, indagare su questioni storiche e gli italiani perdono 5-6-7 ore al giorno su Facebook.

Altro che ricerche sociologiche per capire quali sono gli interessi degli Italiani. Il vero oracolo da ascoltare è Google. Questo Grande Fratello digitale che registra ogni nostra ricerca in rete e spia i nostri più reconditi desideri, ansie e curiosità, ci fa sapere quali sono state le parole più cliccate sul web nel 2014. La classifica è divisa in vari argomenti. “Cosa fare”, “parole”, “cosa significa”, “personaggi” sono le aree di ricerca sicuramente più interessanti. Dando un’occhiata generale a queste aree colpisce che l’italiano medio interroga Google soprattutto per saperne di più su Tecnologia, media e cucina.

Infatti tra le parole più cliccate troviamo “selfie”, “Nfc” (è una particolare tecnologia wireless), “Umts” (è il sistema mobile di telecomunicazioni universale), “sms”, “iPhone6” e “istanze on line”. L’Homo technologicus usa Google come un libretto di istruzioni. Infatti, la ricerca in rete di questi termini è motivato soprattutto dall’esigenza di risolvere alcuni problemi che si hanno con il pc, lo smartphone o il tablet. A margine: la seconda parola più cliccata al fine di conoscerne il significato, dopo ”selfie”, è l’acronimo p.v., cioè “prossimo venturo” riferito a una data. Tanto per provare che la conoscenza di espressioni scritte della lingua italiana, una volta di uso corrente, oggi sono misconosciute.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
S'innamorano ad Auschwitz, si credono morti e si ritrovano 39 anni dopo
S'innamorano ad Auschwitz, si credono morti e si ritrovano 39 anni dopo

-

S’innamorano ad Auschwitz, si credono morti e si ritrovano 39 anni dopo
S’innamorano ad Auschwitz, si credono morti e si ritrovano 39 anni...

Imola: 70% case popolari date agli africani. ECCOLA L'ITALIA DEL PD
Imola: 70% case popolari date agli africani. ECCOLA L'ITALIA DEL PD

-

Imola assunta ad esempio del razzismo contro i cittadini italiani praticato dal Pd.
Imola assunta ad esempio del razzismo contro i cittadini italiani praticato dal...

Immigrati senza SKY? Scoppia la rivolta nel Centro Accoglienza...
Immigrati senza SKY? Scoppia la rivolta nel Centro Accoglienza...

-

Questa ancora mancava e per quanto assurdo possa sembrare, è tutto vero. È accaduto a Trevenzuolo presso il Cas di Roncolevà, nel veronese.
Questa ancora mancava e per quanto assurdo possa sembrare, è tutto vero. È...

A breve saremo tutti OBBLIGATI a impiantarci il microchip sottocutaneo: ECCO CON QUALI SCUSE
A breve saremo tutti OBBLIGATI a impiantarci il microchip sottocutaneo: ECCO CON QUALI SCUSE

-

Esiste un oscuro progetto da parte del NWO (nuovo ordine mondiale) che ha come obiettivo quello di controllare l’intera popolazione globale usando la tecnologia.
CE LO OBBLIGHERANNO INVENTANDO SCUSE DEL TIPO :CI SALVERÀ LA VITA,CI FARÀ...

Ex vicepresidente di Facebook: non ve ne accorgete, ma state SUBENDO UNA PROGRAMMAZIONE!
Ex vicepresidente di Facebook: non ve ne accorgete, ma state SUBENDO UNA PROGRAMMAZIONE!

-

Nei giorni scorsi sono diventate virali le dichiarazioni dell’ex vicepresidente di Facebook Chamath Palihapitiya che in un intervento alla Graduate School of Business di Stanford si è scagliato contro i social network.
Nei giorni scorsi sono diventate virali le dichiarazioni dell’ex vicepresidente...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati