I segnali per riconoscere l'invidioso che si nasconde

(Campobasso)ore 11:04:00 del 25/09/2017 - Categoria: , Curiosità, Guide, Sociale

I segnali per riconoscere l'invidioso che si nasconde

COME RICONOSCERE UN INVIDIOSO - È uno dei vizi capitali. Non il più odioso forse – anche se dipende dai punti di vista – ma di sicuro uno dei più insopportabili, quando ci si trova dalla parte di chi lo subisce.

COME RICONOSCERE UN INVIDIOSO - È uno dei vizi capitali. Non il più odioso forse – anche se dipende dai punti di vista – ma di sicuro uno dei più insopportabili, quando ci si trova dalla parte di chi lo subisce. L’invidia è dura a morire, molto più diffusa di quanto si dica e si pensi (alzi la mano chi non ne ha provata almeno un po’, almeno una volta nella vita), dannosa per chi la prova, l’invidioso, e per chi la suscita, l’invidiato.

COME RICONOSCERE UN INVIDIOSO - I segnali dell’invidia
Ma non sempre è facile capire se qualcuno ci invidia, se siamo al centro del livore di un collega di lavoro o magari di un amico. Per questo possono essere utili alcuni segnali che il viso di un invidioso, inconsapevolmente, trasmette all’invidiato.
Cerchiamo di approfondirli insieme, con un presupposto: il linguaggio del corpo difficilmente sbaglia; ma è altrettanto vero che non si tratta di regole scientifiche, valide per tutti. Prendetele piuttosto come punti di riferimento che possono risultare molto utili per capire meglio se qualcuno a noi vicino ci invidia.

COME RICONOSCERE UN INVIDIOSO – I SEGNALI

Vi tarpa le ali. Supponiamo che vi capiti una cosa bellissima e, pieni di speranza, la comunichiate alla persona in questione, che, però, non farà altro che evitare di riconoscerne l’importanza, addirittura svalutandolo con frasi del tipo: “Ah, bene… buff, niente di che…”. Questo succede perché il fatto di sminuire l’importanza di eventi o cose delle persone che ci circondano ci fa vedere la nostra realtà migliore di quella del nostro amico che ha appena fatto un terno al lotto.

Vi critica in pubblico. Uno dei tratti più significativi di una persona che prova invidia è sottovalutare o fare commenti negativi su di voi davanti ad altri. Non sapete da dove gli vengano, ma nel riceverli, vi sentite feriti nell’animo.

La celebrazione forzata. Raccontate a questa persona la grande notizia e questa va estremamente su di giri, arrivando a replicare le vostre espressioni di gioia, la vostra gestualità, ecc. Tuttavia, notate che il suo sorriso risulta poco naturale e forzato e, in seguito, vi rendete conto che sta fingendo. Per quale motivo? Affinché la sua invidia passi inosservata.

L’aiuto fantasma. Vi dice che starà sempre al vostro fianco, sia nella buona sia nella cattiva sorte. Succede, però, che, quando più ne avete bisogno, quando state per ottenere ciò che vi renderà felici, questa persona “amica” sparisce con delle scuse. Viene da domandarsi: “Allora perché mi ha detto che mi avrebbe aiutato qualora ne avessi avuto bisogno?”. Nonostante ve lo abbia promesso, può darsi che non vi aiuterà. L’invidia porta con sé molta cattiveria.

Vi ruba il merito. Un altro classico: supponendo che vi aiuti, davanti al resto dei vostri amici se ne uscirà con un “senza di me, non ce l’avrebbe fatta”.

Vi scoraggiano di continuo. Un’amicizia sana gode di empatia, supporto e cura reciproca. A tal riguardo, una persona invidiosa ha sempre dei “ma” o alcune frasi che vi fanno passare ogni voglia.

Improvvisamente sparisce dalla vostra vita. Tutto vi sta andando alla grande, sotto ogni aspetto, ma da un giorno all’altro il vostro amico o amica sparisce dalla faccia della terra, senza avvisare. Cominciate a vedervi molto meno e trova sempre delle scuse per non incontrarvi. Succede che la vostra attuale felicità gli ricorda che la sua vita è una grande frustrazione, che preferisce non cambiare in modo da non andare avanti, decidendo piuttosto di allontanarsi.

Critica gli altri. Quando il vostro amico, davanti a voi, critica altre persone con cui ha un legame, è sicuro che parlerà male anche di voi. Quindi domandatevi, agendo poi di conseguenza: “Perché io dovrei essere un’eccezione?”

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Occhio alla CARTA ARGENTATA: avete mai letto le AVVERTENZE? VIDEO
Occhio alla CARTA ARGENTATA: avete mai letto le AVVERTENZE? VIDEO
(Campobasso)
-

L’alluminio è un materiale attualmente molto impiegato nel settore alimentare: si va dalla cottura (pentole, padelle e caffettiere dove molto spesso si usano leghe di alluminio) fino ad arrivare alla conservazione del cibo in vaschette e fogli (la cosidde
L’alluminio è un materiale attualmente molto impiegato nel settore alimentare:...

Equity Crowdfunding, guida
Equity Crowdfunding, guida
(Campobasso)
-

Secondo lo studio, nella stragrande maggioranza dei casi i fondi sono stati raccolti con uno dei modelli “classici” di crowdfunding, ma inizia a essere rilevante anche l’ultima frontiera del settore, l’equity crowdfunding, il cui valore lo scorso anno ha
Si tratta di una colletta 2.0: un insieme di persone conferisce denaro per...

Avere un SEGRETO col coniuge...E' ACCETTABILE?
Avere un SEGRETO col coniuge...E' ACCETTABILE?
(Campobasso)
-

Quello che non dici, nel tuo matrimonio, potrebbe rivelare persino più di ciò che dici. Stacey Greene, autrice di Stronger Than Broken: One Couple's Decision to Move Through An Affair, lo sa meglio di tutti.
Quello che non dici, nel tuo matrimonio, potrebbe rivelare persino più di ciò...

Caro Governo: quando la legge sull'APOLOGIA DEL COMUNISMO?
Caro Governo: quando la legge sull'APOLOGIA DEL COMUNISMO?
(Campobasso)
-

Ecco i milioni di morti dei criminali assassini comunisti, in Russia, in Cina, in Vietnam e in tutte le nazioni dove i macellai hanno preso il potere. Ancora oggi ci sono politici e associazioni italiane che si rifanno alla sanguinaria ideologia comunista
Ecco i milioni di morti dei criminali assassini comunisti, in Russia, in Cina,...

Licei brevi 4 anni: A CHI SERVONO VERAMENTE?
Licei brevi 4 anni: A CHI SERVONO VERAMENTE?
(Campobasso)
-

Sta facendo molto discutere in questi giorni l’idea di accorciare le scuole superiori, permettendo agli studenti italiani di diplomarsi un anno prima, appena raggiunta la maggiore età.
Sta facendo molto discutere in questi giorni l’idea di accorciare le scuole...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati