I nostri nonni non soffrivano di INTOLLERANZE ALIMENTARI, noi si: COME MAI?

(Milano)ore 21:02:00 del 22/02/2018 - Categoria: , Denunce, Salute

I nostri nonni non soffrivano di INTOLLERANZE ALIMENTARI, noi si: COME MAI?

VI SIETE MAI CHIESTI COME MAI I NOSTRI NONNI NON SOFFRIVANO DI INTOLLERANZE ALIMENTARI? C’È QUALCOSA CHE NON TORNA.

VI SIETE MAI CHIESTI COME MAI I NOSTRI NONNI NON SOFFRIVANO DI INTOLLERANZE ALIMENTARI? C’È QUALCOSA CHE NON TORNA.

Vi siete mai chiesti come mai i nostri nonni non soffrivano di intolleranze alimentari, o comunque perché questo disturbo non fosse così frequente come oggi? E questo a loro non accadeva ne ieri, ne tanto meno oggi! MA OGGI COS’E’ CAMBIATO?….Probabilmente tutto!!!

Le allergie alimentari stanno diventando una preoccupazione per quasi ogni famiglia e sono in netta crescita. Statisticamente parlando, al giorno d’oggi in una famiglia composta da 4 membri, ce n’è almeno uno che presenta disturbi legati all’alimentazione.Oltre a rendere difficile la vita a coloro che soffrono di questa moderna epidemia, questo produce un ulteriore costo sia per il sistema sanitario che per le tasche di tutti. MA PERCHE’ PRIMA QUESTO PROBLEMA NON ERA PRESENTE?

Vi basti sapere che ogni 3 minuti una reazione allergica alimentare manda qualcuno al pronto soccorso, che in un anno significa 200.000 visite al pronto soccorso.

I nostri nonni, uomini di un tempo… non hanno tali problemi nonostante abbiano vissuto un’epoca più o meno lontana in cui l’igiene era sicuramente più carente così come i controlli su prodotti alimentari…Ciò nonostante il loro organismo ha reagito bene a tali fattori, sono cresciuti bene, e tutt’oggi non hanno i problemi che adesso abbiamo noi… Noi che viviamo in un paese più avanzato, con nuove tecnologie e nuove medicine…Noi che viviamo nell’era della Tecnologia avanzata e dello sviluppo avanzato… MA NON SARA’ PROPRIO QUESTO IL PROBLEMA????

Oggi ogni alimento ha il suo lato negativo, in ogni prodotto possiamo trovare ORMONI DELLA CRESCITA (utilizzati in oltre il 18% delle carni bovine per non parlare delle altre), ANTIBIOTICI, STEROIDI ED ANABOLIZZANTI…Ma non solo. Oggi come oggi, a pranzo e cene non facciamo altro che ingerirne, andando in contro ad una vera e propria overdose di tali sostanze nocive per il nostro organismo!

La cosa più allarmante è che tali sostanze vengono tranquillamente somministrate anche negli animali da allevamento, poi destinati alla macellazione…e quindi: finiscono sulle nostre tavole!!!! E NOI LE MANGIAMO….PER POI STARE MALE IN MILLE MODI DIVERSI!!!! Dunque c’è qualcosa di estraneo nel cibo di oggi che prima non c’era? Assolutamente sì. Gli alimenti industriali in generale possono contribuire a provocare le allergie per una serie di ragioni diverse. I cibi elaborati contengono una varietà di coloranti, aromi, conservanti e altri additivi che possono avere un grande impatto. Insomma…Polli, tacchini, conigli, maiali, vitelli ecc.vengono sempre più allevati intenzionalmente con l’uso di sostanze nocive per la salute umana, ma che hanno effetti sulla incentivazione della produzione di carne negli animali. I nostri nonni non avevano le allergie alimentari per un motivo molto semplice: mangiavano cibo senza conservanti e non elaborato. Era tutto naturale e non veniva modificato il sapore…Non vi erano derivati di derivati…Ma tutto veniva mangiato secondo la sua naturale forma e caratteristica. Gli alimenti provenivano dalle aziende agricole e dai mercati, se non dal proprio orto. Allevavano e curavano ciò che mangiavano con estrema dedizione e non con l’occhio del PROFITTO ECONOMICO E DEL RIENTRO FINANZIARIO…

I bambini venivano nutriti con il latte materno. In quei giorni, la parola dieta non esisteva: non ci si abbuffava come facciamo oggi e il cibo non causava gonfiore e obesità perché non era elaborato con sostanze chimiche, additivi, stabilizzanti, conservanti, conservanti, aromi e tutto ciò che troviamo oggi negli alimenti. Le carni provenivano da animali che non erano imbottiti di ormoni. Steroidi o Antibiotici e la carne aveva tutto un’ altro sapore…

Un sapore vero e genuino, non quello di oggi! Non correvano dal medico per le più piccole inezie. Quando avevano la febbre, aspettavano che passasse. Facevano poco uso dei medicinali e quando si sentivano male, mangiavano minestre, zuppe, brodo, decotti e riposavano molto. Non facevano uso di farmaci per qualsiasi piccolo disturbo per accelerare la guarigione. Il cibo era la loro medicina, che ne fossero consapevoli o meno. INSOMMA…E’ PROPRIO VERO CHE SI STAVA MEGLIO QUANDO S ISTAVA PEGGIO…..

Da: Jeda

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Chi erano i CLIENTI di GIUSEPPE CONTE?
Chi erano i CLIENTI di GIUSEPPE CONTE?
(Milano)
-

Una società il cui capo è finito in carcere, un gruppo energetico che sfrutta incentivi statali. E non solo: vi raccontiamo per chi ha lavorato il presidente del Consiglio
Lo aspetta un futuro da «avvocato del popolo italiano», come ha promesso in...

Vietato chiamarli ZINGARI....
Vietato chiamarli ZINGARI....
(Milano)
-

Se volete capire che cos’è il politicamente corretto inalberato dalla sinistra e adottato da quasi tutti i media, e quali danni realmente produce nella vita quotidiana, i rom sono il campione perfetto.
Se volete capire che cos’è il politicamente corretto inalberato dalla sinistra e...

Massoni al governo: giu' la maschera, caro DI MAIO!
Massoni al governo: giu' la maschera, caro DI MAIO!
(Milano)
-

Giù la maschera, caro Di Maio: quello presieduto da Giuseppe Conte è «un governo ad alta densità massonica», sia pure «di segno progressista»
Giù la maschera, caro Di Maio: quello presieduto da Giuseppe Conte è «un governo...

Cannabis Light bocciata dal Consiglio Superiore della Sanita'
Cannabis Light bocciata dal Consiglio Superiore della Sanita'
(Milano)
-

Secondo gli esperti “non può essere esclusa la pericolosità della sostanza”
Secondo gli esperti “non può essere esclusa la pericolosità della sostanza” Non...

Dieta in coppia? Funziona quasi sempre!
Dieta in coppia? Funziona quasi sempre!
(Milano)
-

Ormai il tempo stringe in vista della prova costume: prima di indossare di nuovo il bikini c’è giusto il tempo di buttare giù un paio di chili.
Ormai il tempo stringe in vista della prova costume: prima di indossare di nuovo...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati