I giornali europei incoronano il NAPOLI: 'REAL SALVATO SOLO DA RAMOS'!

(Napoli)ore 23:35:00 del 10/03/2017 - Categoria: , Calcio

I giornali europei incoronano il NAPOLI: 'REAL SALVATO SOLO DA RAMOS'!

Una cosa è la rabbia da tifoso e una cosa è la calma dell’analista esterno. Eppure, il consiglio che diamo s tutti i tifosi del Napoli, oggi, è quello di farsi un giro sui siti internet delle principali testate europee che parlano di calcio.

Uscire da noi stessi

Una cosa è la rabbia da tifoso e una cosa è la calma dell’analista esterno. Eppure, il consiglio che diamo s tutti i tifosi del Napoli, oggi, è quello di farsi un giro sui siti internet delle principali testate europee che parlano di calcio. E che, indistintamente, applaudono la prova della squadra di Sarri. Sottolineandone gli errori, certo, ma ricordando anche che di fronte agli azzurri c’era il Real Madrid. Anzi, c’era Sergio Ramos.

Un giretto veloce su As, per far capire l’aria che tira: la home si apre con la notizia che descrive Cristiano Ronaldo come “cazado” perché la sua squadra «non sa difendere». Un veloce check all’interno dei pezzi, e leggiamo quello che abbiamo descritto sopra. Julio Maldonado, per esempio, scrive: «Il Napoli è caduto dopo un fantastico primo tempo, in cui ha dominato dall’inizio alla fine.

Una squadra coraggiosa, di grande mobilità con Mertens e Insigne e Hamsik. Ha offerto troppo spazio, ha dato la sensazione di essere in grado di trasformare la partita: questo Napoli rischia e sembra non essere a conoscenza delle debolezze dietro. Voleva andare a giocare il pllone con Albiol e Koulibaly e c’era la sensazione unica di debolezza. Però ha segmato e fatto sognare, ed era molto più vicino di quanto sembri alla qualificazione fino a che non è apparso Ramos». Consapevolezza, senso della realtà. E Ramos, ovviamente.

Una testa per l’eternità

In un altro pezzo, As titola così. E sottolinea come Ramos abbia ripetuto ieri sera l’exploit fatto a Monaco di Baviera (contro il Bayern!) nella semifinale del 2014. E riscrivendo ancora che il numero 4 «ha salvato il Madrid quando tutto sembrava andare storto».

Cambiare testata, rimanendo in Spagna, vuol dire leggere esattamente le stesse cose. E se pure volessimo rimanere nell’idea dei “giornali di parte”, Marca risulterebbe per l’appunto tutto di parte del Madrid. Ma scrive robe così: «La dichiarazione di intenti  del Napoli :Ii  calcio d’inizio è stato una palla per la zona di Keylor che gestiva sette giocatori. Come promesso, fin dal primo minuto, l’atmosfera del San Paolo è stata di fuoco. E il Real ha provato a giocare con il fuoco. Fino a quando si è bruciato. Era tutta una questione di numeri, come accade sempre. Il Napoli ha attaccato con otto calciatori, il Madrid ha difeso con cinque e tanta indolenza. I giocatori del Napoli si muovevano velocemente, il Real ha patito tanta sofferenza e alla fine Mertens ha fatto decollare il Napoli, con un gol, e la paura del Madrid. Poi è arrivato Ramos».

So Foot e Espnfc

Chiudiamo andando oltre la Spagna, esplorando altri mondi. In primis, quello di Espnfc. Che racconta, nelle parole dell’inviato Ben Gladwell, quello che è sotto gli occhi dell’intera Europa. «La prestazione del Napoli ha confermato che devono ancora scoprire la classe di giocatori come Ramos. Veloci e potenti in avvio, proprio come era accaduti al Santiago Bernabeu, il Napoli è venuto meno nel tentativo di entrare nel ristretto club dei leader in Europa. Il potenziale c’è, e si è visto in scorci di entrambe le partite. Ora, però, il Napooli ha bisogno di mostrarlo su un periodo più prolungato: se si vuole fare il passo successivo e hanno squadre come il Real, devono essere messe alle corde per più di soli 45 minuti».

Un grande applauso, sempre da parte di Espnfc, ai tifosi azzurri: «La loro squadra non può essere stato in grado di fornire il risultato che volevano, ma il sostegno e l’amore non sono mai mancati. e saranno ancora lì quando il Napoli intraprenderà la loro prossima campagna di Champions League».

Di So Foot, infine, vi riportiamo solo titolo e sottotitolo. Il titolo in francese, che non c’è bisogno di traduzione: “Le Real, les cojones avant tout“. Il sottotitolo, in italiano: «Dominati, comandati, martoriati da un pessimo approccio. E infine vincitori a casa di un Napoli che ancora si chiede cosa sia successo». Il testo dell’articolo dice questo, in maniera dettagliata. Non c’è bisogno di aggiungere altro, se non che i cojones sono quelli di Ramos. In senso positivo, purtroppo per il Napoli. Si intende.

Da: QUI

Autore: Luca

Notizie di oggi
Tutte le OMBRE del Milan ai cinesi
Tutte le OMBRE del Milan ai cinesi
(Napoli)
-

I soldi che girano nel mondo del calcio sono un oltraggio all'umanità che fatica a sbarcare il lunario.
I soldi che girano nel mondo del calcio sono un oltraggio all'umanità che fatica...

MILAN FUORI DALLE COPPE: inutile la conquista dell'Europa League! Ecco perche'
MILAN FUORI DALLE COPPE: inutile la conquista dell'Europa League! Ecco perche'
(Napoli)
-

Se il closing per il passaggio di proprietà dovesse slittare ancora (per ora la nuova scadenza è fissata al 14 aprile), il Milan sarà costretto a non partecipare alla prossima Europa League: una scadenza imposta dalla UEFA potrebbe rendere vani tutti gli
Se il closing per il passaggio di proprietà dovesse slittare ancora (per ora la...

Allegri vincente solo perche' ha CAMPIONI: E' Sarri che sta facendo un miracolo sportivo!
Allegri vincente solo perche' ha CAMPIONI: E' Sarri che sta facendo un miracolo sportivo!
(Napoli)
-

Il calcio italiano sta attraversando un diatriba “filosofica” sul modo di affrontare le partite.
Il calcio italiano sta attraversando un diatriba “filosofica” sul modo di...

Juve, cosa rischia?
Juve, cosa rischia?
(Napoli)
-

Ha cercato di fare ordine sui contatti tra presunti ‘ndranghetisti e uomini della Juventus, ma anche di limitare le sue responsabilità.
PURTROPPO LA MAFIA TENDE A INFILARSI OVUNQUE CI SIANO I SOLDI E NON SEMPRE...

Calcio e Mafia: PAROLA A DINO ZOFF
Calcio e Mafia: PAROLA A DINO ZOFF
(Napoli)
-

Sempre misurato e rispettoso , mai rancoroso per le sconfitte od esaltato per le vittorie. Siamo di fronte ad una persona seria e dignitosa e le sue dimissioni da Ct dopo l'Europeo perso al Golden Gol sono state un atto di grande dignità , di rifiuto all
Sempre misurato e rispettoso , mai rancoroso per le sconfitte od esaltato per le...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati