I dati del Jobs Act

(Napoli)ore 22:25:00 del 07/05/2017 - Categoria: , Denunce, Lavoro

I dati del Jobs Act

Nei primi due mesi del 2017 sono stati registrati 5347 licenziamenti disciplinari, con un aumento del 30% circa rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e del 65% circa rispetto a quando la normativa era diversa ed era previsto il reintegro in caso

Aumentano i licenziamenti disciplinari, ovvero quelli per giusta causa e giustificato motivo, nelle aziende con più di 15 dipendenti. Sono le conseguenze del Jobs Act. Mese dopo mese si va sgonfiando il bluff renziano.

È l’Inps, con la pubblicazione dei dati dell’Osservatorio sul precariato, a certificare la dissennata riforma del lavoro impostata dal Governo Renzi.

Nei primi due mesi del 2017 sono stati registrati 5347 licenziamenti disciplinari, con un aumento del 30% circa rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e del 65% circa rispetto a quando la normativa era diversa ed era previsto il reintegro in caso di licenziamento illegittimo.

Dai dati Inps emerge anche un altro numero interessante. Dopo l’aumento delle assunzioni stabili registrate nel 2015 grazie soprattutto agli sgravi dei contributi previdenziali totali e l’andamento discreto del 2016 (sempre grazie agli sgravi seppur ridotti) il 2017 ha un arretramento sul fronte delle stabilizzazioni con solo il 28% dei rapporti attivati a tempo indeterminato sul totale dei contratti (era il 33% nel primo bimestre 2016).

Ormai è chiaro: il Jobs Act serve a licenziare. Tanto l’articolo 18 non c’è più.

Da: QUI

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
FMI avverte: Italia deve aumentare TASSE su case e consumi
FMI avverte: Italia deve aumentare TASSE su case e consumi
(Napoli)
-

Per il Fondo Monetario Internazionale, l’Italia dovrebbe prioritariamente porre in essere azioni per risanare i conti pubblici
Per il Fondo Monetario Internazionale, la priorità per l'Italia deve essere il...

Italia: una Repubblica fondata sulla STRAGE sul lavoro (grazie al JOBS ACT)
Italia: una Repubblica fondata sulla STRAGE sul lavoro (grazie al JOBS ACT)
(Napoli)
-

Uno stillicidio di omicidi bianchi difficile da raccontare. Giuseppe Greco, un 51enne di Isola Capo Rizzuto, e Kiriac Dragos Petru, un romeno di 35 anni, residente a Rocca di Neto, sono rimasti uccisi dal crollo di un vecchio muro di contenimento in un ca
Uno stillicidio di omicidi bianchi difficile da raccontare. Giuseppe Greco, un...

Il VERO motivo per cui tutti vogliono la testa di Assad
Il VERO motivo per cui tutti vogliono la testa di Assad
(Napoli)
-

Assad è un pericolosissimo dittatore, come lo erano Saddam Hussein e Gheddafi, e su questo non c’è alcun dubbio. Ma la sua destituzione nasconde interessi che vanno molto oltre a ciò che vuole farci credere l’informazione occidentale.
Assad è un pericolosissimo dittatore, come lo erano Saddam Hussein e Gheddafi, e...

Cosenza: 'la mia casa pignorata? Finita in mano ai PM!'
Cosenza: 'la mia casa pignorata? Finita in mano ai PM!'
(Napoli)
-

La sua casa finisce all’asta e ad acquistarla è un magistrato onorario che opera nello stesso circondario, quello di Cosenza.
La sua casa finisce all’asta e ad acquistarla è un magistrato onorario che opera...

Rapporto OPAC sulla Siria: Armi Chimiche INESISTENTI in quegli edifici
Rapporto OPAC sulla Siria: Armi Chimiche INESISTENTI in quegli edifici
(Napoli)
-

Alcuni giorni fa USA, Francia e l’Inghilterra hanno lanciato un attacco missilistico contro alcuni obiettivi in Siria sganciando ben 105 missili tra cui missili Tomahawk lanciati dal mare e bombe Jassm lanciate dai caccia bombardieri.
L’ OPAC (Organizzazione per la proibizione delle Armi Chimiche) aveva...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati